Sign in to follow this  
Followers 0
Jack9

4 - 4 - 2 Arrigo Sacchi

20 posts in this topic

Pronto o no, accontento chi mi aveva chiesto di postare il 4-4-2. Arrigo Sacchi con il Milan è stato il primo tecnico italiano in Serie A ad avere avuto l'idea di proporre un modulo con questa sequenza numerica, e il primo italiano ad aver vinto lo scudetto nel lontano '88 con questo sistema. Certo, ha rivoluzionato il nostro calcio anche puntando su una grande preparazione fisico-atletica, quindi all'epoca fu il modulo vincente perché "annullava" letteralmente gli avversari con un pressing asfissiante, e quasi nessuno giocava con le sue stesse armi. Adesso il 4-4-2 e la preparazione stessa sono stati "copiati" da tutti, quindi hanno perso la loro efficacia nella realtà, ma io in FM ho provato questo modulo su una squadra africana, la Nigeria, perché sapevo che era in grado di praticare un buon possesso palla, era in grado di pressare fin nella metà campo avversaria, e disponeva di elementi con un'ottima tenuta fisica. In pratica, come qualcuno forse già sa, con la mia Nigeria ho sempre vinto ed è a un passo dalla qualificazione al Mondiale in Brasile del 2014!

Descrizione approfondita. Sacchi non cambiava mai il modulo, al massimo rischiava uno o due calciatori fuori ruolo. Il suo caposaldo era di pressare, sì, ma con metodo: il 4-4-2 doveva quasi sempre restare simmetrico, cioè essere a specchio rispetto alla linea ideale perpendicolare a quella di centrocampo, passando per il punto centrale. Per questo motivo ho chiesto ai laterali di assolvere i medesimi compiti. La mentalità deve essere offensiva, il ritmo veloce e il pressing a tutto campo. A volte si perde un po' di tempo, ma perché la Nigeria ha calciatori che sono bravissimi palla al piede, quindi posso farlo. La difesa è a 4 e ricorre spesso al fuorigioco, con i due centrali DCD e DCS che hanno compiti diversi: DCD copre, quindi difende a zona, mentre DCS va a pressare sull'avversario e a marcarlo. Quando si attacca, i due terzini DD e DS spingono per creare la superiorità numerica in avanti: non a caso gli dico di stare in fascia. A centrocampo ho un mediano di costruzione che chiamerò MCS (in pratica il Demetrio Albertini della situazione) che ho impostato con la mentalità difensiva, l'altro mediano (MCD) è più di rottura e si propone spesso anche in avanti (chi non ricorda Dino Baggio?). Come voi noterete, rispetto al precedente invio ho corretto la posizione dei mediani, ai quali dovrete dare l'ordine di fungere da fulcri del gioco, mentre i due tornanti CD e CS devono portare palla e dare loro i tempi di uscita ai compagni, permettendo anche le incursioni dei terzini, ma quando dobbiamo difenderci gli stessi CD e CS sono abili anche a scalare le marcature: difatti anche loro hanno l'ordine di stare in fascia. Davanti ho due punte, una fisicamente forte (la indico con PS e deve saper difendere anche sui calci piazzati a sfavore), e l'altra (PD) che deve girare attorno al partner dell'attacco.

Il 4-4-2 in questione appare così

screenshot001tq.png

e potete trovarlo qui.

Buon test!!!

Share this post


Link to post
Share on other sites

direi che più che aver rivoluzionato il calcio italiano ha rivoluzionato il calcio mondiale....quella metodologia di preparazione e l'approccio al match è stato qualcosa di unico e irripetibile (forse solo il barcellona dei giorni nostri può essere considerato a quel livello) da lì in poi si è parlato solo ed esclusivamente del calcio moderno

attendiamo test e valutazioni!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Sacchi all'epoca fece sfracelli, tentò anche di portare lo stesso approccio in nazionale, anche se qui era molto più difficile rispetto ad un club..

Comunque, una domanda: Sacchi è famoso per la linea difensiva alta con sistematica attuazione del fuorigioco..la difesa, nella tua tattica, non dovrebbe essere più alta? Ricordo, in alcune immagini, che la difesa di una squadra di Sacchi stazionava praticamente a ridosso della propria trequarti campo ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

La mia retroguardia dovrebbe essere abbastanza alta quando gli altri impostano dalla loro difesa, ma non quando loro hanno già superato la metà campo. Se no, rischieremmo di farci trovare troppo sbilanciati

Sacchi all'epoca fece sfracelli, tentò anche di portare lo stesso approccio in nazionale, anche se qui era molto più difficile rispetto ad un club..

Comunque, una domanda: Sacchi è famoso per la linea difensiva alta con sistematica attuazione del fuorigioco..la difesa, nella tua tattica, non dovrebbe essere più alta? Ricordo, in alcune immagini, che la difesa di una squadra di Sacchi stazionava praticamente a ridosso della propria trequarti campo ;)

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, i terzini preferisco che abbiano valori alti in velocità e in marcatura;

i due centrali con un ottimo senso della posizione;

il CCS (il regista) dovrebbe avere alto il carisma o i passaggi, mentre il CCD preferisco che sia di alta statura;

i due centrocampisti esterni mi piace che siano bravi nel dribbling o sui calci piazzati;

il PCS deve essere abile nel colpo di testa, e il PCD può anche essere un brevilineo, basta che sia veloce e bravo nella finalizzazione.

Comunque, in questi giorni il 4-4-2 l'ho perfezionato: se posso, magari ve lo posto. Aspetto un segnale da Una Striscia, ok?

Ciao Orlando. La tattica mi ispira molto.

Potresti indicare quali sono i valori da avere alti per ogni ruolo?

Grazie

Share this post


Link to post
Share on other sites

Mah, i terzini preferisco che abbiano valori alti in velocità e in marcatura;

i due centrali con un ottimo senso della posizione;

il CCS (il regista) dovrebbe avere alto il carisma o i passaggi, mentre il CCD preferisco che sia di alta statura;

i due centrocampisti esterni mi piace che siano bravi nel dribbling o sui calci piazzati;

il PCS deve essere abile nel colpo di testa, e il PCD può anche essere un brevilineo, basta che sia veloce e bravo nella finalizzazione.

Comunque, in questi giorni il 4-4-2 l'ho perfezionato: se posso, magari ve lo posto. Aspetto un segnale da Una Striscia, ok?

Grazie!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Per chi avesse scaricato il precedente 4-4-2 di Sacchi, buttatelo: ora il modulo nuovo è quello caricato la mattina del 20 giugno, e lo troverete nel messaggio del 4 giugno, esattamente dov'era quello di prima.

Share this post


Link to post
Share on other sites

questa tattica non è per niente di livello sacchiano ...sacchi faceva un pressing alto ...i difensori non erano propositivi e pressavano solo nella loro area di competenza...il resto della squadra giocava a tutto campo a centrocampo c'erano un mediano alla sissoko (recuperapalloni) due animali di fascia che giocavano a pendolo quasi come 2 tornanti (camoranesi) un giocatore che apriva gli spazi dietro le due punte (uno alla fabregas) e due attaccanti avanzati che giocavano in sincronia senza dare punti di riferimento scambiandosi i ruoli---sacchi giocava offensivo tutta la partita le ripartenze c'erano ed erano veloci il gioco era a tutto campo non solo sulle fasce e non si mirava ad un possesso palla troppo prolungato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Ognuno la vede anche a modo suo. Io personalmente ho cercato di correggere le posizioni dei due mediani perché mi assicurassero più copertura, in modo da poter tamponare centralmente e ripartire sugli esterni: dipende anche dai difetti che riscontro nella squadra che decido di allenare. Poi qualche suggerimento per migliorare questo modulo lo raccoglierò.

Però, provatelo ugualmente.

questa tattica non è per niente di livello sacchiano ...sacchi faceva un pressing alto ...i difensori non erano propositivi e pressavano solo nella loro area di competenza...il resto della squadra giocava a tutto campo a centrocampo c'erano un mediano alla sissoko (recuperapalloni) due animali di fascia che giocavano a pendolo quasi come 2 tornanti (camoranesi) un giocatore che apriva gli spazi dietro le due punte (uno alla fabregas) e due attaccanti avanzati che giocavano in sincronia senza dare punti di riferimento scambiandosi i ruoli---sacchi giocava offensivo tutta la partita le ripartenze c'erano ed erano veloci il gioco era a tutto campo non solo sulle fasce e non si mirava ad un possesso palla troppo prolungato.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Naturale cercare di adattarlo, ma per creare una tattica storicamente fedele, bisogna cercare meno compromessi possibile..

Detto questo, inizierò a testare entrambe le tue tattiche a breve, massimo una settimana e avrai il mio resoconto.. ^_^

Share this post


Link to post
Share on other sites
Sign in to follow this  
Followers 0