Sloth

[TOP FM.it Story] Like a rolling stone

304 posts in this topic

7K6AePO.png

Una buona notizia mi viene comunicata alla vigilia delle due difficili trasferte: Levi ha recuperato e sembra pronto ad entrare in campo.

Spoiler

20GPKYa.png

Domenica 27 luglio in casa dell’IFK Värnamo abbiamo l’occasione di consolidare il nostro vantaggio.

jvzMOmP.png

Il 4-4-2 con due mediani dell’IFK Värnamo all’apparenza è rinunciatario, ma preferisco non fidarmi, la coppia di attacco e i due esterni sono molto pericolosi: rimpolpiamo la difesa e partiamo prudenti con il 5-4-1.

Spoiler

PRZAJYR.png

zrJUoYa.png

Al primo calcio d’angolo della partita si sviluppa un batti e ribatti in area risolto al minuto dalla zampata vincente di Gyökeres. Il vantaggio iniziale paradossalmente ci complica la partita, con l’IFK Värnamo che si rovescia in attacco alla disperata ricerca del pareggio, ma incapace di arrivare al tiro in area. Il gioco si fa nervoso e fioccano i falli e i cartellini: al 38esimo Claesson viene espulso e la partita cambia completamente in nostro favore. L’IFK Värnamo si difende con un inconsueto 4-2-1-2 e perde completamente il controllo sulla partita. Noi non dilaghiamo sia per la buona chiusura degli spazi da parte degli avversari, sia per il nervosismo mostrato dal tridente offensivo. Ma va bene così, il GAIS perde ancora e noi allunghiamo il vantaggio.

Spoiler

3MiLL8k.png

imb6UYV.png

Nell’anticipo di sabato 4 agosto in casa del GAIS abbiamo la possibilità di giocare in tranquillità, i sei punti sul GIF Sundsvall sono una garanzia.

dCZwHI5.png

Il GAIS schiera il solito 4-2-3-1 con il quale proverà a prendere il comando del campo. Potrei ricorrere ancora al 5-4-1, ma non voglio concedere nessun vantaggio ad una squadra in serie negativa: giocheremo con il 4-2-3-1 “Confusion!”.

Spoiler

dvUw3D1.png

BdRIWJI.png

Come previsto il GAIS parte sparato alla ricerca del gol, mettendoci in serie difficoltà. Nella prima mezz’ora arrivano più volte al tiro e in due occasioni Lazzari si supera. Al 29esimo, però, capitoliamo al tiro ravvicinato di Jajic sfuggito alla marcatura di Nilsson. I ragazzi sono scossi e sembrano aver subito il contraccolpo psicologico della pressione avversaria e dello svantaggio. Negli spogliatoi mi faccio sentire e scuoto con forza il loro orgoglio. Nella ripresa la musica cambia: appagati dal vantaggio i giocatori del GAIS allentano la pressione offensiva e ci concedono campo: grave errore! Non facciamo praticamente più toccare palla agli avversari e ribaltiamo il risultato dall’1-0 al 1-3. Il pareggio al 51esimo è di Prica, che fa valere la sua stazza su un cross ravvicinato di Zahui; il vantaggio al 53esimo è opera di Nilsson, abile a sfruttare la torre di Zalo su un calcio d’angolo; il terzo gol al 69esimo è opera di Pärsson che si inserisce per colpire di testa alle spalle dei difensori su un cross dalla sinistra di Tkacz. Controlliamo agevolmente la partita, ma sul finale Prica rovina goffamente in area su un avversario e regala un rigore che riaccende le speranze del GAIS. Ma ormai è tardi, manca sia il tempo sia la forza per un recupero. Affondiamo anche il GAIS, solo il GIF Sundsvall tiene il passo.

Spoiler

cD9EHwa.png

0ViWbrp.png

Svensson entra, si fa ammonire e sarà squalificato. Che giocatore!

Spoiler

s7nzYyN.png

Ricomincia la Coppa di Svezia e per il secondo turno veniamo sorteggiati per giocare in casa del Mjälby AIF.

Ly44q0p.png

Le intenzioni sono di andare quanto più avanti possibile in coppa, i proventi economici che ne possono derivare ci sono estremamente necessari.

Domenica 12 agosto ospitiamo l’AFC United, squadra che ha messo in fila sei vittorie e un pareggio nelle ultime partite e che dall’ultima posizione è risalita fino alla 9° posizione. Potrebbe darci del filo da torcere.

pH9svC7.png

Lo schieramento avversario è un apparentemente rinunciatario 4-4-2 con due mediani. Ma non si risale la classifica solo difendendosi. Meglio premunirsi da sorprese e schieriamo il 5-4-1.

Spoiler

RhaLNUs.png

jRuWTTZ.png

L’AFC United conferma le previsioni di squadra ostica, gioca con la linea di difesa altissima e pratica un pressing a tutto campo che ci mette in difficoltà. Alla fine del primo tempo il possesso di palla è dalla loro parte, con un imbarazzante (per noi) 59% a 41%; nei tiri non va meglio, gli avversari fanno registrare 6 tiri di cui uno in porta, noi un solo tiro per di più fuori. Così non va, bisogna cambiare: si passa al 4-2-3-1, con Andersson (DC) a centrocampo a difendere la regia di Erlingmark. L’azzardo sembra dare i suoi frutti: recuperiamo percentuali di possesso e ci facciamo vedere in area avversaria. Al 51esimo Zalo vede il corridoio giusto per Erlingmark che dal limite dei 16metri calcia nel sette, là dove il portiere non ci può arrivare. Attorno al 70esimo l’AFC si rovescia in attacco e noi cambiamo ancora, passando questa volta al nostro 4-4-2/4-3-1-2 per creare densità a centrocampo e limitare l’azione di sfondamento. Soffriamo un po’ fino alla fine, il palo ci salva dal pareggio, ma anche giocando così-così otteniamo i tre punti. Dagli altri campi giungono buone notizie!

Spoiler

yDL7nBk.png

aSo2il5.png

 

Calendario (ritorno)

OoIPMEh.png

Classifica

Y8SgASX.png


Nel girone di ritorno siamo imbattuti e sempre vincenti. Inoltre, la giornata appena trascorsa ci è stata favorevole, con tutte le dirette inseguitrici uscite sconfitte il vantaggio sulla seconda è un importante +9, che ci permetterà di dedicare la giusta attenzione alla Coppa di Svezia e di assorbire qualche (eventuale) passo falso senza troppi patemi. L’importante è non sedersi sugli allori.

Share this post


Link to post
Share on other sites

7K6AePO.png

Domenica 19 agosto c’è l’incontro testa-coda con l’Akropolis IF. In una domenica di mezza estate fresca e ventosa il rischio che corriamo è di prendere l’impegno sottogamba.

rbdVVNF.png

Al 4-4-2 difensivo dell’Akropolis opponiamo un 4-4-2 quasi speculare.

Spoiler

l4nzc0J.png

S786zqR.png

La partita è facile solo sulla carta: come con tutte le squadre chiuse in difesa abbiamo difficoltà a centrare la porta e a costruire azioni pericolose. Inoltre, la propensione all’attacco ci espone a pericolosi contropiede. Il pareggio a reti inviolate alla fine del primo tempo mi induce a modificare lo schieramento nel 4-2-3-1. Miglioriamo nel possesso di palla e al 58esimo, servito in un varco centrale da Lidberg, Levi ci porta in vantaggio. Tkacz si divora il raddoppio su calcio d’angolo e dobbiamo aspettare l’85esimo per chiudere la partita sul 2-0 con Pärsson servito da un lungo passaggio filtrante al centro della difesa da Levi. Le inseguitrici perdono ancora, il nostro vantaggio aumenta.

Spoiler

NrqH7Le.png

Wbq2cs7.png

Mercoledì 22 agosto andiamo a trovare il Mjällby AIF per il secondo turno della Coppa di Svezia. La vincente avrà accesso alla fase a gruppi. Il Mjällby gioca in una serie inferiore, ma sulla carta potrebbe essere un osso duro.

yCS9Q60.png

Il Mjällby AIF scende in campo con il 4-4-2. Non ascolto i consigli del mio vice, che vorrebbe uno schieramento simile ma prudente, e metto in campo il 4-2-3-1 Confusion!, con parecchio turn-over.

Spoiler

fgurXU4.png

FW9U1RH.png

Il primo tempo scivola via facile: dominiamo il campo, passiamo in vantaggio al 14esimo con un gran tiro di Colantonio dal limite alto della lunetta e manchiamo il raddoppio con Gyökeres, che si mangia un gol già fatto. Nel secondo tempo, però, il Mjällby attacca con un 3-4-3 puro e comincia la nostra sofferenza. Dopo essere stati presi a pallate per un po’ (Kaddoura santo subito!) subiamo il pareggio al 59esimo con il classico tiro dalla distanza che capita ogni allineamento di pianeti. Tolgo lo stanco Prica dalla trequarti e inserisco un terzo difensore centrale, modificando lo schieramento nel 5-4-1. Gli attacchi avversari si infrangono sul muro difensivo e al 66esimo da una ripartenza innescata da Nicolajsen con un lancio lungo in fascia sulla sinistra, Pivkovski inventa una rete straordinaria: stoppa il pallone sulla linea di fondo, dribbla un terzino e converge al centro area, supera un centrale, taglia tutta l’area verso destra e sull’uscita del portiere tira ad incrociare sul palo più lontano. Cambio i due centrali di centrocampo, ordino di rallentare al massimo il ritmo e di tenere palla. I minuti scorrono via lentamente, ma a parte qualche conclusione da lontano il Mjällby non porta più pericoli alla nostra porta. Passiamo il turno con sofferenza, ho sottovalutato gli avversari e abbiamo rischiato.

Spoiler

Ix5TOny.png

bJCRu0n.png

Domenica 26 agosto riceviamo l’Assyriska FF, che zitta zitta è arrivata al terzo posto a -14 da noi. Il GIF Sudsvall è a -12, possiamo giocare tranquilli, ma vediamo di non addormentarci.

cFDqRgy.png

L’Assyriska si presenta con un 4-4-1-1 con due mediani. Io sono un po’ indeciso, ma poi scelgo il 4-3-1-2. Partiremo in modo prudente, a partita in corso decideremo se spingere sull’accelleratore.

Spoiler

KpKoHmr.png

3nR8Z0k.png

Nel primo tempo soffriamo la buona tenuta difensiva degli avversari e raramente riusciamo a centrare la porta; in compenso non concediamo neanche un tiro agli avversari. Nella ripresa chiedo di provare a controllare la partita, anche cercando le sovrapposizioni dei terzini. Ma, meraviglie del gioco del calcio, al primo tiro in porta della partita l’Assyriska va in gol al 58esimo. Lo svantaggio è una vera beffa: attacchiamo e alla prima occasione dopo il gol subito Lidberg viene atterrato in area. Oltre al rigore, realizzato in modo impeccabile da Tkacz, l’arbitro sanziona l’espulsione per doppia ammonizione dello sventurato difensore. Ristabilita la giustizia calcistica, ci prendiamo la partita e, dopo aver sciupato tre occasioni facili, all’80esimo Lidberg segna con un tiro da distanza siderale. A parte il gol subito è stata una buona partita; nota stonata la prestazione di Jallow, rilassato e disinteressato per gran parte del tempo.

Spoiler

HRqbAFG.png

a4T5en3.png


Calendario (ritorno)

63QBiU4.png

Classifica

3GUgrF9.png


Continua la serie vincente e grazie alle 2 sconfitte consecutive del GIF Sundsvall il nostro vantaggio è arrivato a +15, ci basteranno 7 punti nelle prossime 7 partite per vincere la Prima Divisione Elite!

Share this post


Link to post
Share on other sites

Praticamente imbattibili. Merito di grande preparazione tattica e una squadra che, fisicamente, sembra reggere adeguatamente il passo degli impegni... puoi già programmare l'anno prossimo ;) 

Share this post


Link to post
Share on other sites

Secondo me rischiamo di perderla la vetta .asd

Non commentavo da quando eri ancora al Tosenberg quindi ti faccio i complimenti pure per quella promozione.

In questo campionato ormai stiamo viaggiando spediti, vediamo di continuare :ok:

Share this post


Link to post
Share on other sites
18 ore fa, Matteo. dice:

Vittorie con le inseguitrici che valgono doppio, siamo in fuga!

A posteriori (vedi post seguente), meno male...

18 ore fa, LolloViola dice:

Praticamente imbattibili. Merito di grande preparazione tattica e una squadra che, fisicamente, sembra reggere adeguatamente il passo degli impegni... puoi già programmare l'anno prossimo ;) 

Grazie, ho avuto dei bravi maestri :)

9 ore fa, Thutmose dice:

giusto per scaramanzia non diciamo niente va .asd:P

Ci hai quasi (quasi) preso... <_<

7 ore fa, THEGLADIATOR dice:

Schiacciasassi! .asd

Mi sono ispirato a un noto allenatore del campionato rumeno .asd

25 minuti fa, zio_cantante dice:

Secondo me rischiamo di perderla la vetta .asd

Non commentavo da quando eri ancora al Tosenberg quindi ti faccio i complimenti pure per quella promozione.

In questo campionato ormai stiamo viaggiando spediti, vediamo di continuare :ok:

Ecchequà 'n altro! Parente di Thutmose? :P

Share this post


Link to post
Share on other sites

7K6AePO.png

L’inizio di settembre registra il secondo riconoscimento come allenatore del mese, premio da condividere con tutta la squadra.

hKqiiq2.png

Uomo simbolo del Landskrona, che si è conquistato il posto da titolare con merito e a suon di gol, è Lidberg.

Spoiler

R6o5n5m.png

Chi invece ha deciso (in peggio) del suo destino è Boakai.

Spoiler

NtoeYgS.png

tMractI.png

Arrivano i nuovi giovani, aspiranti giocatori professionisti.

Spoiler

ycYaMkz.png

Non c’è nessuna stella, 5-6 buone promesse per il futuro: li terrò d’occhio fino all’ultimo giorno disponibile e poi deciderò chi tenere e chi no.

Domenica 2 settembre andiamo a trovare il Piteå. Il pronostico è tutto dalla nostra parte e incito i ragazzi a dare il meglio, ho fretta di chiudere il campionato.

WDRDOld.png

Il Piteå si difenderà con il 4-4-2, noi proveremo a dominarli con il 4-2-3-1.

Spoiler

jla5Gko.png

I1Rcx2u.png

Fin dalle prime battute si intuisce la giornata storta dei miei ragazzi. Dopo 5 minuti sono quasi tutti nervosi o frustrati e al 13esimo lo diventano ancora di più dopo il gol subito su calcio di punizione. Il Piteå ci toglie il controllo del gioco e chiude ogni spazio di manovra i attacco. La squadra è disunita e a nulla vale il mio incoraggiamento nell’intervallo. Gyökeres si divora il pareggio e come contrappasso all’89esimo il Piteå raddoppia con un gol fotocopia del primo. Brutta partita, tutti nervosi e incapaci di creare gioco. Da parte mia ho esagerato con le aspettative e con il turn-over: che mi sia di lezione!

Spoiler

kikfMq8.png

BeKwHnX.png

Però una strigliata se la meritano comunque.

Spoiler

fqCEWuw.png

Dahlqvist vuole raggiungere e battere il record di Erlingmark in fatto di ammonizioni.

Spoiler

IhuYvVU.png

Dopo non so più neanche quanto tempo registriamo un infortunio. Infortunio per modo di dire…

Spoiler

WqAbkjL.png

Domenica 9 settembre riceviamo il Dalkurd FF, unica squadra ad aversi battuto, almeno fino a domenica scorsa… Questa volta tranquillizzo tutti, facciamo le cose con calma, abbiamo ancora tante partite da giocare e un buon margine di vantaggio.

YdCiHR8.png

Il Dalkurd gioca con il 4-1-4-1 con gli esterni alti che tanto ci ha messo in difficoltà all’andata. Io schiero il 4-3-1-2.

Spoiler

8mDCuuZ.png

NiS4X6X.png

La partita è equilibrata: il Dalkurd riesce meglio a controllare il possesso, mentre noi siamo più bravi a concludere. Il risultato più giusto sarebbe 1-0 per noi, al massimo uno 0-0, ma il destino ci mette lo zampino e all’89esimo il Dalkurd va in rete con un tiro/cross fortunoso che sorprende Kaddoura. Questa volta siamo stati davvero sfortunati.

Spoiler

RnE1Y3R.png

QVW13NX.png

Erlingmark non vuole cedere il suo primato a nessuno, così si fa squalificare: sarà assente contro il GIF Sundsvall.

Spoiler

b4L310V.png

Durante le due settimane di pausa perdiamo altre due pedine importanti del nostro gioco: si infortunano Tkacz (stagione finita per lui) e Zahui (stagione quasi finita). Forse sarà il caso di offrire un capretto in sacrifico a Odino…

Spoiler

MKYdDN6.png

fFqLCei.png

Domenica 23 settembre andiamo in casa del GIF Sunsvall, che è stato scalzato dal secondo posto è presumibilmente giocherà con il sangue agli occhi. Ragazzi, calmi e sangue freddo, mancano 5 partite,siamo a +9 e anche se perdiamo la terza non fa niente. Però se non perdiamo è meglio, ok?

QPgHwnT.png

Il GIF Sundsvall proverà a prendere il controllo della partita con il 4-2-3-1. Io ho tre titolari assenti e decido di rischiare il meno possibile: 5-4-1, con fiducia a Levi in un ruolo non suo. Gyökeres, che sembra non veda l’ora di tornarsene a casa, se ne starà in panca.

Spoiler

s6dNzlO.png

n9W7FJ9.png

Secondo copione il GIF Sundsvall gioca a tutto campo, ma al nostro primo affondo andiamo in vantaggio al minuto: Lidberg va a pressare i centrali, ruba palla e di prima intenzione sfonda la rete dai 16 metri. Il GIF Sundsvall attacca in massa, ma noi ci difendiamo con ordine. Al 31esimo partiamo in contropiede per vie centrali, Lidberg serve lungo per Pärsson che sulla corsa segna un rigore in movimento. Nella ripresa il GIF Sundsvall prova a sorprenderci con continui cambi di posizioni e istruzioni agli esterni e ai centrali di centrocampo (uhm… vedo che la strategia “Confusion!” sta facendo proseliti…), ma è solo dopo una mischia furibonda in area che riesce ad accorciare le distanze al 68esimo. Neanche il tempo di incoraggiare i miei, che al 71esimo Jallow serve un traversone preciso sulla testa di Pärsson, sponda per l’accorrente Lidberg che piega le mani al portiere. Il GIF Sundsvall ci mette sotto assedio, ma Kaddoura fa buona guardia. All’82esimo subiamo gol su calcio d’angolo (specialità del GIF Sundsvall), ma fino alla fine siamo noi ad avere le occasioni migliori su contropiede. Al triplice fischio i 10 (dieci) tifosi del Landskrona cominciano a fare festa e a scandire cori: ero talmente concentrato sulla partita che non ho realizzato che abbiamo ottenuto la promozione con 4 giornate di anticipo!

Spoiler

ioXoGwD.png

DBd51oW.png

8I9aTO0.png

Da più parti arrivano dichiarazioni di soddisfazione e di stima.

Spoiler

XdMDoab.png

3WAetiM.png

qgBVVDI.png

Dalla dirigenza, se si esclude lo scarno comunicato di cui sopra, nessun segnale riguardo il contratto, solo un laconico messaggio sul nuovo budget. Dal presidente niente di niente, nemmeno una telefonata, manco gli avessi fatto un dispetto a salire in Premier Division…

Spoiler

OL8mPzP.png


Calendario

XU0MSHh.png

Classifica

w91qI6a.png

Mancano 4 partite alla fine del campionato, siamo matematicamente promossi, ma a questo punto è obbligatorio arrivare primi: ci basta un punto se la differenza reti non subirà stravolgimenti, due punti per esserne certi. In attesa di conoscere dalla dirigenza quale futuro mi aspett

Nel frattempo ho comprato due chilogrammi di ali di pollo, uova, pan grattato, formaggio e olio per friggere: speriamo che Odino non sia troppo schizzinoso e si accontenti...

Share this post


Link to post
Share on other sites
4 minuti fa, LolloViola dice:

un calo strano, ma quasi sintomatico. Curiosità: l'AFC United è affiliato al "mio" Catania... cosa se ne facciano entrambe, non ne ho la più pallida idea .asd 

Prima partita persa per colpa mia. La seconda per sfiga effetti imponderabili del caso

L'AFC ha una buona scuola calcio, nella mia carriera fa soldi vendendo le giovani promesse del vivaio

Share this post


Link to post
Share on other sites

il modo migliore per capire se l'offerta ad Odino è stata gradita sarà vedere quante partite verranno bucate dai giocatori prima di arrivare alla matematica della prima posizione .asd

Share this post


Link to post
Share on other sites

7K6AePO.png

La promozione è un traguardo importante, soprattutto perché raggiunta con largo anticipo, ci permette di programmare con altrettanto anticipo la prossima stagione. Purtroppo non abbiamo molto tempo per festeggiare, primo perché una breve influenza mi costringe a letto, secondo perché dopo pochi giorni c’è un turno infrasettimanale non propriamente agevole.
Guardando il calendario scopro due buchi che riempio con un paio di amichevoli,sia per mantenere alto il ritmo partita, sia per fare cassa ché ne abbiamo disperato bisogno.

Spoiler

tc5KUma.png

Arriviamo a mercoledì 26 settembre con il morale a mille. Il rischio che corriamo, giocando in casa con il Falkenbergs FF, è l’autocompiacimento e la mancanza di concentrazione: con la vittoria vinceremo la Prima Divisione Elite, ma nel pre-partita non lo faccio pesare, anzi predico calma e pazienza.

6M4YLuI.png

Al 4-4-2 avversario oppongo il 4-3-2-1 con parecchio turn-over, la partita con il GIF Sundsvall ha lasciato strascichi nella forma generale.

Spoiler

DLZf9zG.png

Nlmbs1c.png

La partita stenta a decollare, al 15esimo abbiamo il possesso del pallone, ma nessuna delle due squadre è mai arrivata al tiro. Un minuto dopo ci pensa Levi a offrire una palla filtrante per il destro potente di Gyökeres dal limite. Il Falkenbergs FF non muta atteggiamento in campo, cercando di concederci pochi spazi e di ripartire in contropiede, ma non riesce a rendersi pericoloso. Noi tiriamo tanto dalla distanza e la porta resta un miraggio. Al 61esimo, come già successo altre volte, ci lasciamo sorprendere da un inserimento da dietro su calcio di punizione e subiamo il pareggio immeritatamente. Qualche  minuto dopo un terzino avversario commette un fallaccio che gli costa il rosso diretto: Levi si aggiusta il pallone per il calcio di punizione dai 25 metri e con un sinistro magistrale scavalca la barriera e batte il portiere sul proprio palo. I minuti finale sono un conto alla rovescia fino al fischio finale.

Spoiler

BEdyn78.png

AL74c99.png

9cAzh9n.png

La vittoria scatena una festa generale e i commenti entusiasti si susseguono a raffica. Ma di rinnovo non se ne parla ancora…

Spoiler

iDmFgjQ.png

jFki4Vf.png

4t6PmJ0.png

Le ultime tre partite sono una pura formalità, ma per non falsare il regolare andamento del campionato e non compromettere la lotta salvezza ancora in corso effettuo solo dei leggeri turn-over e chiedo sempre concentrazione e massimo impegno. Rimediamo in scioltezza un pareggio e due vittorie(0-0, 1-0, 4-1 i risultati) e concludiamo in bellezza con una mega festa nel nostro stadio.
Con la vittoria del campionato, l’attenzione maggiore è stata dedicata al settore ricerca, con gli osservatori e il DS sguinzagliati per mezza Europa e le decine di rapporti da prendere in esame la guida della squadra è passata un po’ in secondo piano, ma non c’è stato molto di cui occuparsi.
Dal punto di vista disciplinare c’è stata una sola squalifica, peraltro ininfluente.

Spoiler

YLwvug7.png

Sono stati annunciati due ritiri, entrambi abbastanza prevedibili, del Collaboratore Tecnico Christiansen e di Rade Prica.

Spoiler

9LqhGSG.png

iZN1ydx.png

In considerazione della vasta conoscenza di giocatori, proverò a offrire un posto da osservatore a Prica, anche se dubito accetterà,

Tra i tanti rapporti degli osservatori me ne arriva uno a dir poco stranissimo.

Spoiler

laJhrGU.png

Il settore medico ha lavorato bene, come al solito, portando a due recuperi in tempi record.

Spoiler

VJGtCud.png

lY0xiU0.png

Ma nulla può contro l’avanzare dell’età e la perdita di forma di fine stagione che colpisce chi meno si è allenato o si è allenato male.

Spoiler

wugZ8o9.png

Qe0eR6K.png

gFe7Ro1.png

Boakai ha continuato ha fare le bizze…

Spoiler

9RY3cKw.png

JWAab9o.png

…mentre Nicolajsen ha ottenuto il rinnovo automatico per un altro anno.

Spoiler

2e1dJ43.png

In tutto questo,pur con il mio contratto in scadenza, continuava a non arrivare dalla dirigenza nessuna comunicazione. Non sapevo se essere più preoccupato oppure offeso, quando alla vigilia dell’ultima partita finalmente arriva la proposta.

Spoiler

3hnB431.png

Con la proposta di rinnovo tra le mani ho cominciato ad elencare tutte le future difficoltà di un nuovo incarico al Landskrona BoIS, prima fra tutte la difficile situazione finanziaria, a seguire la necessità di ringiovanire la rosa, di abbassare le spese per gli stipendi e riuscire a restare in Premier Division: roba da farsi venire i capelli bianchi ancora prima di cominciare! Per non parlare del tempo che da queste parti non è stato mai clemente…


Calendario

Cyv6ZJk.png

xOBo1JH.png

Classifica Finale

rtsFw4S.png


Ok, dov’è che devo firmare?

6z9XXlX.png
 

Share this post


Link to post
Share on other sites
1 ora fa, masu85 dice:

CAMPIONI🍾🍾🍾🍾!

:groupwave:

55 minuti fa, jefftribou dice:

Supeeeeer Sloth! Stagione da incorniciare e promozione più che meritata. Ora che si alza il livello viene il bello, vediamo dove saprai arrivare ;) 

In fondo alla classifica, dove vuoi che arrivi... .asd

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now