Sign in to follow this  
Followers 0
Kenzo993

4-3-1-2 Sarri

14 posts in this topic

ebgd3km.png

Sarri porta in Toscana il suo 4-2-3-1, ma la squadra non gira e ottiene solo 4 punti nelle prime 12 partite. Lo 0-3 interno con l'Ascoli lo mette con le spalle al muro. Prova il 3-4-2-1, testa in allenamento anche il 4-4-2. Sta per gettare la spugna, ma prima di farlo si confronta con i giocatori. Nasce l'idea del 4-3-1-2, un modulo da lui in precedenza mai utilizzato. "Dopo il primo allenamento capimmo che era quello giusto" - raccontò poi Sarri. Così è stato! In questo modo davanti Tavano e Maccarone potevano muoversi liberamente grazie al supporto di Saponara, non più relegato al ruolo di esterno. Croce, che si avviava alla trentina e reduce da un infortunio, riesce a trovare nella posizione di interno sinistro la collocazione ideale. Per non parlare poi di Valdifiori, che si piazza davanti alla difesa e dà la svolta alla sua carriera a 26 anni. Un centrocampista normale in un centrocampo a due, un regista straordinario in una mediana a tre.

FASE DI POSSESSO PALLA:

La prima fase di costruzione del gioco si basa sulla volontà di impostare la costruzione bassa e corta dell'azione a partire dal portiere, con il regista che si abbassa a ricevere palla. Il principio fondamentale è quello di creare superiorità numerica in zona palla con distanze ridotte tra i calciatori con l'obiettivo di muovere velocemente palla ed alternare il gioco verticale con il gioco largo (cambi di gioco). La squadra predilige il gioco avanti-dietro e gli attacchi in profondità con le punte o inserimenti mezzali. Sarri quindi opta per uno stile di gioco diretto che se non trova sbocchi immediati preferisce il consolidamento del possesso per riorganizzare l'attacco. Le due punte si muovono giostrando rispettivamente sul centro sinistra e sul centro destra allargandosi per favorire l'inserimento del trequartista, andando incontro alla palla o buttandosi in profondità allungando la squadra nella trequarti avversaria. I due terzini si alternano nei movimenti offensiva, con il destro più offensivo e pronto a spingersi in avanti rispetto a quello di sinistra che tuttavia non disdegna folate offensive quando gli attacchi si spostano dal suo lato di campo. Il 10-CAMPISTA - Saponara - è un 10 che arretra, aiuta il centrocampo in non possesso, poi si butta in verticale verso la porta. Il Boateng milanista era un highlander del genere, Saponara ha meno superpoteri ma segna di più.

-Movimento trequartista:

Spoiler

KG6xoBk.png

-Ricerca del terzo uomo con inserimento mezzali:

Spoiler

0odrfxv.png

-Movimenti alternati delle punte: in questo caso specifico 9 viene incontro, 23 si butta in profondità

Spoiler

oFioxFm.jpg

FASE DI NON POSSESSO:

La fase difensiva delle squadre di Sarri si muove su 6 punti cardine che possono sintetizzare la sua visione calcistica della fase di non possesso:

-Aggredire la prima costruzione di gioco avversaria, impostando un pressing offensivo

Spoiler

Z8HsVpc.png

-Blocco ad altezza media (alto quando la palla è nella metà campo avversaria) molto compatto con corrette distanze settoriali e intersettoriali

Spoiler

fXbgpbz.png

-Indirizzare, in prima istanza, gli avversari nei corridoi laterali per poi invitarli centralmente verso la massima densità di uomini

-Aggredire nei corridoi laterali con gli avversari in difficili condizione di ricezione

-Corretta applicazione dell'elastico difensivo

-Mantenimento della struttura 4+1 (reparto difensivo+Valdifiori)

MODULO E IMPOSTAZIONI SQUADRA:

6pirYhX.jpg

Spoiler

9K6IXtW.jpg

La mentalità di squadra è impostata su contropiede con una disposizione molto fluida e una linea difensiva leggermente più alta per permettere una rapida transizione senza però perdere solidità difensiva in fase di possesso, e per permettere i classici movimenti della linee difensiva che richiede Sarri in fase di non possesso. Più disciplina e dribbla di meno perchè è richiesta una squadra che giochi a memoria con schemi di gioco codificati. Si preferisce giocare la palla sui piedi quindi sono consigliati giocatori che dal centrocampo in su abbiano una buona tecnica e controllo palla per favori gli scambi veloci ed evitare la perdita del pallone in zone pericolose esponendosi ai contropiedi avversari. 

 

PRESENTAZIONE VIDEO:

 

 

 

 

 

 

DOWNLOAD

 

 

 

 

Edited by Kenzo993
Nuova presentazione

Share this post


Link to post
Share on other sites

Resoconto Finale Tester:
 
Precisazione necessaria prima di cominciare è che la tattica è stata analizzata utilizzando un metodo di analisi testato. La raccolta dati è iniziata solo dopo un apprendimento della tattica pari al 100% [grazie all'editor in game] e analizzata per 12 match; è inoltre garantita la massima trasparenza, lasciando inalterati tutti i settaggi e ignorando le indicazioni pre-partita, al fine di testare il pack in maniera pura e senza contaminazioni personali.

Squadra utilizzata: Napoli
Andamento: 12 gare [9V, 1P, 2S]

 

 

 jpWlKW8.jpg

 

0t5CoVE.jpg

 

Analisi delle Partite
 
Partenza a bomba contro la Fiorentina umiliata al Franchi con 5 gol, poi arrivano tre vittorie col minimo scarto ma dove subiamo i gol nelle poche occasioni che lasciamo agli avversari.  Trasferta a Roma indigesta, per la prima volta non riusciamo a segnare e arriva la prima sconfitta, dimenticata subito con il poker al Crotone e la vittoria ad Atene dopo un dominio lungo 90'. Dominata pure l'Inter a San Siro, contro l'Udinese invece ci aiuta un'espulsione degli ospiti. A Barcellona purtroppo non riusciamo a renderci pericolosi subendo il Barça per tutta la partita, chiudiamo il test contro il Genoa che pareggia 7' dalla fine con Simeone. :facepalm:
 
[Attacco: Voto 7/ Manovra Offensiva: Voto 7,5]
12 partite giocate in totale. 25 gol fatti. Media di 2.08 goal a partita.
 
La manovra è incentrata su un grande possesso palla, devo dire che all'inizio ero abbastanza scettico potesse funzionare con una mentalità di contropiede, ma invece mi sono ricreduto. Il controllo del gioco è quasi sempre completo e gli scambi dalla cintola in sù sono efficaci e pure belle di vedere. Discreto pure il contributo dei terzini alla manovra, buona anche la percentuale di gol segnati sui piazzati. 

[Difesa: Voto 7,5/ Manovra Difensiva: Voto 7]
12 partite giocate in totale. 8 gol subiti. Media di 0.66 goal a partita.
 
I maggiori rischi arrivano sulle transizioni avversarie e si subisce quasi sempre da lancio lungo o dopo un cross, come gli ultimi FM insegnano. .asd Comunque il numero di occasioni concesse a partita è veramente minimo, la fase di pressione funziona benissimo sul primo blocco e abbastanza bene quando gli avversari riescono a saltare la prima fase di pressione. Infatti il numero di gol subiti dimostra che difensivamente la tattica è ben congegnata. 
 
 
Conclusioni e consigli
 
Nel complesso la tattica è ottima e costruita con criterio anche per quanto riguarda l'emulazione del 4-3-1-2 di Sarri. Alto possesso palla, pressing alto, continuo attacco degli spazi in zona offensiva nè fanno una bella tattica sia per quanto riguarda i risultati, che per la qualità del gioco proposto. Stranamente, più che le tattiche con 2 uomini per fascia si soffrono le squadre schierate a 3 dietro, che porta numerose conclusioni da fuori. Una soluzione valida forse è quella di rendere i terzini più attivi, in quanto unici uomini di fascia li rischierei con compiti d'attacco, per essere ancora più pronti in fase di scarico nel caso centralmente non ci fossero spazi. La mentalità contropiede poi riesce a dare quella compattezza in più, rendendo la fase difensiva un altro punto forte del sistema di gioco. Sicuramente per squadre forti può essere la tattica giusta, ma credo che possa funzionare bene anche per squadre di media/bassa fascia con i giocatori adatti. Faccio i miei complimenti a @Kenzo993, davvero un lavoro ben fatto, bravissimo! :)
 

[Voto Finale: 7,5]
 
Esito: Promossa
 
Tester: Dave1990

Share this post


Link to post
Share on other sites

Grazie mille per il test, sono contento che sia andato bene. Chiedo la pubblicazione come prodotto ufficiale di qualità certificato FM.it, grazie 

Share this post


Link to post
Share on other sites
Il 23/3/2017 at 15:48, Davisalpha dice:

Complimenti! vorrei provarla. Usi indifferentemente la versione di sarri casa/fuori casa, oppure tendi ad avere mentalità differenti ? grazie

Si si la peculiarità dell'Empoli di Sarri era proprio il non cambiare mai approccio sia fuori casa che in casa, sia contro squadre di alta classifica sia contro quelle di bassa e media classifica.

Share this post


Link to post
Share on other sites

Bene, prima stagione con la Sampdoria ancora da finire e sono quarto in piena lotta Champions. Ho avuto un periodo negativo a gennaio, in pratica la squadra all'improvviso era diventata sterile sotto porta. Ho risolto cambiando i terzini a terzini fluidificanti, ho dato al destro compiti di attacco e ho levato l'istruzione crossa di meno e ho fatto 6 vittoria consecutive...forse a lungo andare proprio l'esasperazione nel cercare le vie centrali rende il gioco d'attacco meno efficace...o almeno così è successo a me con la Samp 

 

Edited by Bigphil

Share this post


Link to post
Share on other sites

Create an account or sign in to comment

You need to be a member in order to leave a comment

Create an account

Sign up for a new account in our community. It's easy!


Register a new account

Sign in

Already have an account? Sign in here.


Sign In Now
Sign in to follow this  
Followers 0