• Announcements

    • LolloViola

      Nuovo utente? Leggi qui!   11/13/2016

      Per tutti coloro alle prime armi ed appena registrati, ecco una breve lista di linee guida che vi permetteranno un rapido ambientamento.
    • jefftribou

      FMBetting   09/12/2017

      Nasce l'area scommesse di FM.it dove i nostri esperti vi daranno tutte le dritte possibili. Iscrivetevi qui
    • Filo1512

      FMT - Selezioni Esterne   02/27/2018

      Sono aperte le selezioni per entrare a far parte del torneo online FMT! Vieni qui ed iscriviti!

Smølf

Members
  • Content count

    897
  • Joined

  • Last visited

About Smølf

  • Rank
    Allenatore locale
  • Birthday 07/05/1989

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Città
    Ferrara

Squadra del cuore

  • Squadra del cuore
    SPAL

Recent Profile Visitors

3,061 profile views
  1. [Top del Mese] The Way Of Vikings

    Giornata 9 Sfida di vertice oggi contro il Lens, che per quanto la fine del campionato sia lontana potrebbe già definirne i contorni. Una nostra vittoria ci staccherebbe di 8 punti, mentre una sconfitta consentirebbe al Lens di starci con il fiato sul collo. Giusto per non lasciare dubbi sull'importanza del match il Lens si spinge subito in avanti trovando la rete del vantaggio dopo appena 5 minuti. La nostra risposta però non si fa attendere e al 12' Matuidi ristabilisce il pareggio. Nel resto della gara il Caen si avvicina di più alla vittoria rispetto al Lens, senza però riuscire mai a dare la zampata finale. Alla fine sono proprio i due gol iniziali a decretare il verdetto. Un pareggio che è decisamente più utile a noi che ai nostri inseguitori. Giornata 10 Dopo lo scontro al vertice ci aspetta una partita sulla carta più semplice contro il Brest. Una buona squadra che però è partita con il piede sbagliato e per ora si trova invischiata nelle retrovie. La prestazione che viene fuori è di quelle a dir poco frustranti. Teniamo il pallino del gioco per quasi tutti i 90 minuti, ma lo facciamo in maniera sterile non riuscendo quasi mai ad impensierire seriamente il portiere avversario. 2 soli tiri in porta su 20 totali la dicono lunga sull'indolenza del Caen. Purtroppo il Brest sfrutta la nostre mancanze senza neanche sforzarsi e al 40' realizza il gol che decreterà la nostra sconfitta. Arrivati a fine mese Matuidi viene premiato per il miglior gol del mese. Giornata 11 La pessima figura fatta nella scorsa giornata deve essere immediatamente dimenticata e per farlo c'è bisogno di una vittoria convincente, anche se l'avversario di oggi è un diretto concorrente alla promozione. Lo Strasburgo ci da parecchio filo da torcere, ma la maggior convinzione dei nostri risulta decisiva. Il Caen non sembra neanche la stessa squadra della sconfitta con il Brest e affronta tutti i 90 minuti con una cattiveria agonistica ammirevole. La vittoria finale per 3 a 1 è più che meritata. Purtroppo durante l'allenamento settimanale Clauss si infortuna pesantemente e dovrà rimanere fermo per quasi 2 mesi. Giornata 12 Il Chateauroux non è in un gran periodo di forma e in generale non dovrebbe crearci troppi problemi. La squadra di Andersson non gioca male, superando in tutti gli aspetti gli avversari ma la sfortuna ci stava quasi facendo perdere i 3 punti. Nelle ben poche occasioni a loro disposizione i nostri rivali trovano inizialmente il vantaggio e nel secondo tempo ci recuperano incredibilmente. Solo un terzo gol ci consente di strappare la vittoria finale. Giornata 13 Il Nancy è una buona squadra, che negli ultimi anni ha attraversato un periodo di crisi ma rimane un avversario da non prendere sotto gamba. Nella prima frazione di gioco il Caen gioca meglio, ma senza trovare la via della rete, mentre il Nancy non sembra in grado di arginarci. Nella ripresa finalmente ci sblocchiamo e con due gol meritati otteniamo i tre punti. Classifica Dopo 13 giornata e lo scivolone contro il Brest il Caen è ancora fermamente al primo posto. Il divario è anche aumentato ed è ora di 10 punti. Dalla stampa ci arriva anche un informazione che può solo inorgoglire società e tifosi e che spiega anche il buon numero di giovani interessanti che Andersson si è trovato tra le mani.
  2. Verso l'infinito e oltre...

    Tanti movimenti, ma è normale quando si comincia con una nuova squadra ma tutti oculati e con diversi giocatori interessanti.
  3. [Top del Mese] The Way Of Vikings

    Prima di tutto scusate l'assenza ma dall'ultimo aggiornamento purtroppo ho avuto ben poco tempo libero, ma ora cercherò di riprendere la normale frequenza. Coppa di Lega - Turno 2 Ci eravamo lasciati con la vittoria in campionato sul Romorantin e riprendiamo con il 2° turno della coppa di lega sempre contro questa squadra. La gara sembra prendere la strada giusta fin dai primi istanti, ma col passare del tempo i gol non arrivano nonostante le numerose occasioni. Al 90' siamo ancora sullo 0 a 0, più per demerito nostro che per merito dei nostri avversari e anche i tempi supplementari non riescono a farci sbloccare. Solo ai rigori otteniamo il passaggio del turno, meritatamente ma non possiamo essere soddisfatti dei precedenti 120 minuti. Per il prossimo turno peschiamo il Nizza e sarà un bel test per misurare le nostre capacità. Giornata 5 Si torna al campionato e ad attenderci c'è l'Amiens che come noi è neo retrocesso in Ligue 2, ma con una situazione più critica alle spalle. Dominiamo completamente la gara e questa volta la precisione sotto porta non fa cilecca. Uno straordinario Traoré ci fa ottenere una bella vittoria per 3 a 0 grazie ad una tripletta nel primo tempo. Continuiamo così a collezionare 3 punti. Fine Mercato Dopo l'ultima giornata ci attende una pausa di due settimane in cui si chiude anche la finestra di mercato estiva. Ultimi giorni di trattative che ci vedono protagonisti sia in uscita che in entrata. In uscita ci sono due giocatori. Il primo è Jordan Fuchs che messo in lista trasferimenti su richiesta, non avendo voluto sentire ragioni per un eventuale permanenza, ha attirato le attenzioni di diversi team di Ligue 1 che però si sono concretizzate solo negli ultimi giorni di mercato. A spuntarla è il Saint-Etienné con un'offerta non altissima per il valore del giocatore ma che comunque non è male. L'ultimo a lasciare il Caen è l'uruguaiano Cristoforo, che dopo una pessima stagione nello scorso campionato non convinceva pienamente la tifoseria e soprattutto il nuovo allenatore Andersson. Non essendo riusciti a trovare squadre interessate ad acquisirlo definitivamente ci siamo dovuti accontentare di un prestito oneroso proposto dal Crotone in cui però abbiamo inserito una clausola per il possibile riscatto. Passiamo ora agli ultimi acquisti che sono stati anch'essi due, giusti per sostituire i partenti. Il primo è Valerio Verre, lasciato libero dalla Sampdoria ha accettato di buon grado la nostra offerta. L'accordo con il giocatore è ottimo visti lo stipendio abbastanza basso e la qualità del giocatore. Il secondo è un pezzo da 90 che come Verre era rimasto senza contratto e che proviene sempre dal campionato italiano. L'ormai ex Juve Blaise Matuidi voleva tornare in patria ma incredibilmente ancora nessuna squadra si era seriamente interessata al giocatore, così siamo arrivati noi. La proposta di contratto per ricoprire oltre il ruolo di giocatore anche quello di allenatore in seconda dell'under 19 ha solleticato il suo interesse e così siamo riusciti ad arrivare ad una conclusione positiva della trattativa. Verre è un buon giocatore per la categoria e potrà sicuramente trovare spazio durante la stagione, sia partendo dalla panchina che come titolare dal primo minuto. Matuidi invece avrà spesso il ruolo di titolare visto che fisicamente è ancora messo bene, nonostante l'età, e le qualità tecniche e mentali sono da fuoriclasse per la Ligue 2. Il francese porta il nostro già ottimo centrocampo ad un livello superiore e conto su di lui anche come leader e come tutor per far crescere i giovani. Chiudiamo quindi il mercato con un bel botto e a conti fatti nel complesso mi ritengo molto soddisfatto. Non pensavo inizialmente che saremmo riusciti a fare un mercato così positivo. Ora però dobbiamo continuare a macinare punti per vincere questo campionato e riottenere la Ligue 1. Giornata 6 Riprendiamo il calcio giocato dopo la pausa con una partita contro il Nimes. Giochiamo abbastanza bene, anche se i due attaccanti titolari hanno deluso abbastanza non riuscendo mai ad essere realmente pericolosi e sprecando molto. Alla fine vinciamo per 2 a 0 grazie a Traorè e al giovane Carpentier subentrato dalla panchina nel secondo tempo. Purtroppo durante quest'ultimo match perdiamo due giocatori. L'attaccante Alioui dovrà rimanere fermo per 3 settimane e Traorè, che era in splendida forma, dovrà starsene a riposo per circa un mese. un vero peccato. Giornata 7 Si prosegue con una gara casalinga contro il Niort. Altra buona prestazione che ci regala i tre punti e due gol dai giovanissimi Carpentier e Bernard. Insieme i due ragazzi non arrivano a 35 anni, ma stanno giocando questo inizio di stagione come due veterani. Giornata 8 Oggi ci aspetta una sfida importante contro l'Auxerre, cioè uno dei nostri diretti rivali alla promozione. La squadra riesce a sfoderare un'altra ottima prestazione, anche se nel primo tempo e in qualche frangente del secondo l'Auxerre è riuscito a metterci in difficoltà. Alla fine vinciamo per 3 a 1, grazie anche ad uno splendido Sportiello che al 34' ha parato un rigore. Purtroppo perdiamo Diaz per un infortunio che lo terrà ai box per circa un mese. Classifica Dopo 8 giornate il Caen non ha ancora trovato una squadra in grado di fermarlo e per questo si trova meritatamente in vetta con un discreto distacco dai secondi. Sono 5 i punti tra noi ed il Lens, un buon bottino anche se siamo solo all'inizio.
  4. [TOP del Mese ] Sulle orme del Boemo

    Finalmente sono riuscito a recuperare tutti gli aggiornamenti che avevo perso e devo dire che questo Napoli sta continuando a viaggiare molto bene. In campionato sembriamo imbattibili (tra l'altro che campionato stanno facendo Cesena ed Empoli? ) e in Europa nessuna squadra sembra riuscire anche solo ad impensierirci.
  5. Verso l'infinito e oltre...

    Finalmente sono riuscito a tornare sul forum e devo farti i complimenti per i grandi risultati ottenuti, peccato solo per il mondiale per club in cui la nazionale ci ha praticamente tolto qualsiasi speranza di giocarcela. Comunque in generale è stata una stagione da incorniciare. Comprendo bene le motivazioni che ti hanno spinto alle dimissioni e tra le squadre che ti hanno offerto una panchina Marsiglia e Parma sono piazze molto interessanti e anche il le Havre ha un suo perché, Con questi ultimi ti giocheresti il derby contro il mio Caen, sarebbe curioso osservare il cammino dei rivali
  6. [Top del Mese] The Way Of Vikings

    Giornata 1 Inizia finalmente il campionato ed esordiamo con il Sochaux, squadra che è apparsa nei trofei continentali nei primi anni 2000 ma che più recentemente è sprofondata in Ligue 2. Fin dai primi minuti il Caen prende il controllo della gara. La squadra sembra già rispondere bene alle istruzioni di Andersson e con diverse azioni pericolose durante i 90 minuti ottiene una meritata vittoria per 2 a 0. Ottimo l'esordio in prima squadra di Carpentier che trasforma un rigore al 9' minuto e procura l'assist per il gol di Diaz. Durante la settimana Traoré si fa male in allenamento e dovrà stare fermo per circa 2 settimane. Giornata 2 Prima trasferta della stagione contro il Tours. Una buona squadra che non dovrebbe essere un grosso ostacolo, ma si sa che ad inizio campionato le previsioni possono essere ribaltate. Il Caen però ribadisce il gioco che aveva caratterizzato la prima giornata, dimostrando di essere già abbastanza cosciente dei propri mezzi. I nostri rivali faticano ad arginarci e nonostante qualche timido tentativo di presentarsi nella nostra area non riescono mai a rendersi realmente pericolosi. Alla fine la vittoria è nostra per 2 a 0. Ottima prova dei nostri centrali di difesa che all'ottima fase difensiva aggiungono anche le due marcature. Durante la gara perdiamo Aly a causa di una ferita che lo terrà ai box per 10 giorni. Coppa di Lega - Turno 1 Facciamo il nostro esordio anche in coppa di lega contro una squadra di categoria inferiore, il Fleury 91. Facciamo un po' di turn over e nonostante l'ottima prestazione vinciamo solo per 1 a 0. Risultato che però basta per passare il turno. Giornata 3 Siamo ancora in piena estate ed è già arrivato uno dei momenti clou della stagione, ovvero il derby contro il Le Havre. I nostri avversari hanno anche loro una storia abbastanza importante in Francia, ma già da un po' non sembrano più in grado di tornare ai fasti di un tempo. Sergio Diaz non lascia neanche il tempo ai tifosi di accomodarsi sugli spalti che al 3' minuto porta in vantaggio il Caen. Il Le Havre si ritrova subito quindi a dover cercare di recuperare, ma la prestazione non sembra seguire questo intento. I nostri schiacciano per tutti i 90 minuti i rivali nella loro metà campo e sebbene il risultato sarebbe potuto essere più rotondo a decidere la nostra vittoria è solo il gol iniziale. La vittoria del derby anche se ad inizio stagione ci da morale. Giornata 4 Il Romorantin è una squadra neo-promossa che secondo i bookmakers avrà serie difficoltà ad ottenere la salvezza. Gli obiettivi diversi dovrebbero evidenziare la differenza tra noi e loro. I padroni di casa durante la gara non sembrano mai in grado di tenerci testa e subiscono ben 37 tiri di cui 14 in porta. Nonostante il netto dominio la squadra di Andersson non riesce a sbloccare il risultato nel primo tempo e bisogna quindi attendere la seconda frazione di gioco per vedere le reti di Bernard e Clauss. Vinciamo, però dobbiamo migliorare la precisione sotto porta. Classifica Le 4 vittorie ottenute ci proiettano già in vetta e nonostante qualche piccola incertezza, la squadra sembra già in piena forma.
  7. Verso l'infinito e oltre...

    Ancora qualche sfortuna con gli infortuni, però il periodo in generale è stato abbastanza positivo. in coppa ribaltiamo la bizzarra sconfitta dell'andato con un sonoro 4 a 0 nel ritorno che non ammette repliche, in campionato si ottengono vittorie importantissime con il 2 a 0 sul Kashima che è la classica ciliegina sulla torta. in Champions si fatica un po' ma alla fine la spuntiamo e credo che il sorteggio sia stato abbastanza buono.
  8. [TOP del Mese ] Sulle orme del Boemo

    In Europa ancora non ci sono rivali al livello del napoli e giustamente i risultati rispecchiano questa situazione. In campionato si è cominciato con il piede giusto e tolte Napoli, Juventus e Ternana la parte alta della classifica è abbastanza sorprendente.
  9. [Top del Mese] The Way Of Vikings

    La rivoluzione doveva esserci,anche se non avessimo voluto perchè una retrocessione porta sempre grandi cambiamenti, quindi alla fine abbiamo cercato di fare necessità virtù. Sono d'accordo sul fatto che alla fine la rosa che è venuta fuori sulla carta è veramente soddisfacente e certi giocatori sono un lusso per la categoria. Ora speriamo solo che il processo di compattamente e affiatamento avvenga in breve così da iniziare la stagione al meglio. Amichevoli Bene, con l'avvicinarsi dell'esordio in campionato la squadra ha bisogno di iniziare a saggiare il campo da gioco e organizziamo quindi alcune amichevoli. Purtroppo non avendo molto tempo ne abbiamo potute giocare solo 4, ma i segnali che abbiamo avuto sono quasi tutti positivi. La fase offensiva è stata molto soddisfacente, mentre in difesa c'è qualcosa da registrare sia dal punto di vista tattico che dall'intesa tra i giocatori. Tattiche e Istruzioni Come osservato dalla presentazione della rosa non abbiamo ali ed esterni offensivi, un po' perchè il mercato non offriva giocatori che soddisfacevano un buon compromesso costi/qualità e un po' perchè volevo sperimentare strategie diverse da quelle usate con l'Helsingborgs. Quindi abbiamo optato per due tattiche, il 4-3-1-2 e il classico albero di natale 4-3-2-1. La prima è quella un po' più offensiva in cui il trequartista con compiti offensivi diventa quasi un attaccante aggiunto. Naturalmente linea difensiva e pressing sono adattabili anche a seconda dell'avversario e questa è solo la base di partenza. La seconda invece tende ad essere più conservativa, con una sola punta e la tendenza a prediligere le vie centrali. Devo ancora assestare bene alcuni ruoli, ma l'idea di fondo rimane quella di una tattica più difensiva. Ligue 2 Il campionato di seconda divisone francese di questa stagione vede protagonista oltre a noi squadre come Lens, Strasburgo, Auxerre e Sochaux. Tutte squadre che negli ultimi anni sono state spesso in massima serie e alcune hanno avuto esperienze europee. Secondo i bookmakers però il Caen neo retrocesso è il favorito alla vittoria finale. Speriamo non si sbaglino. I nostri avversari diretti hanno buone squadre con alcuni giocatori interessanti. Il Lens nella scorsa edizione è arrivato in quinta posizione, non riuscendo a vincere i play-off e quest'anno vorranno sicuramente rifarsi. Il difensore Jean-Kevin Duran è considerato fondamentale per i loro schemi di gioco. Lo Strasburgo invece è arrivato subito sopra il Lens lo scorso anno, cioè al quarto posto. Anche loro però non sono riusciti ad ottenere la promozione e come il Caen hanno cambiato allenatore. Il loro migliore giocatore sarebbe Akpa Akpro, ma ci sono anche altri giocatori interessanti nella rosa. Nel prossimo aggiornamento si inizia a fare sul serio con le prime gare di campionato.
  10. [TOP del Mese ] Sulle orme del Boemo

    Mercato oculato per completare i reparti che ne avevano bisogno, però Andre Gomes è veramente un gran colpo. Nei preliminari di Champions il Napoli passeggia, come era giusto aspettarci anche se fa sempre piacere quando tutto va come deve andare. Peccato solo per quegli infortuni che anche se brevi risultano fastidiosi quando si accumulano nello stesso periodo.
  11. [Top del Mese] The Way Of Vikings

    Mercato Il Caen purtroppo non è riuscito a salvarsi nella stagione appena conclusa e dovrà quindi ripartire dalla Ligue 2. Come era facilmente prevedibile le criticità della squadra sono numerose e diversi giocatori hanno espresso il desiderio di cambiare aria, perciò ci sarà da fare un lavoro importante di ricostruzione. Appena arrivato in questa nuova squadra Andersson ha trovato già definite alcune trattative in uscita e molti giocatori in scadenza di contratto che non avevano intenzione di rinnovare. Il mercato è stato quindi rovente fin dai suoi primi giorni. Andando a vedere le cessioni e i giocatori lasciati liberi dopo la scadenza dei loro contratti si può immaginare quanto sia cambiato il volto della squadra. Naturalmente non tutti i giocatori che se ne sono andati facevano parte della prima squadra, svariati erano anche in quella delle riserve, ma comunque si parla di più della metà dei giocatori titolari della scorsa annata. Ci siamo liberati dei contratti più pesanti come quelli degli esperti difensore Prodl e Genevois, che prendevano stipendi superiori ai 200 mila Euro. Una follia viste anche le loro deludenti prestazioni. Abbiamo inoltre incassato una cifra intorno ai 35 milioni di Euro vendendo alcuni pezzi pregiati come El Ghazi, Sankoh e Stef Peeters. Perdere alcuni dei migliori giocatori in rosa non è stato piacevole, ma poco si poteva fare se non accettare la situazione e cercare di trarne il maggior profitto possibile. A fronte dei 35 milioni guadagnati il budget destinato ai trasferimenti ha subito una bella impennata e ci ha permesso di muoverci abbastanza tranquillamente sul mercato. I giocatori acquistati sono stati ben 14 (non siamo stati però la squadra che ne ha presi di più in Ligue 2). Inutile parlare di loro in questo momento, perchè li scopriremo uno per uno con la presentazione della rosa completa. Basti dire che abbiamo agito cercando di prendere giocatori con la voglia di voler dimostrare il loro reale valore o in cerca di riscatto, infatti quasi tutti erano stati messi in lista trasferimenti dalle loro ex squadre. Rosa Caen 2021/2022 Cominciamo dai portieri. Già fra i pali troviamo un volto nuovo, Marco Sportiello. L'addio di Alexis Martin Arias, ci ha obbligato a cercare un nuovo portiere e Sportiello, messo sul mercato dall'Atalanta, ci è parso subito la miglior opzione disponibile. La cifra era veramente bassa per le qualità del giocatore e per la Ligue 2 si tratta di un vero e proprio lusso. Il secondo di Sportiello è Brice Samba. L'estremo difensore della nazionale del Congo era già riserva nella scorsa stagione e non avendo esternato il desiderio di andarsene, lo abbiamo tenuto in rosa senza pensarci troppo. Non è un fenomeno, ma in caso di problemi a Sportiello è una buona opzione di emergenza. Passiamo alla difesa. Settore del campo cambiato quasi radicalmente, infatti è rimasto un solo reduce della scorsa annata. Il primo centrale di difesa che andiamo a vedere è German Pezzella. Giocatore esperto, messo sul mercato dal Betis, che con le sue doti aeree renderà molto difficile la vita degli attaccanti avversari. Tecnicamente non è eccelso, ma per quel che riguarda la fisicità e i semplici compiti di contrasto è ottimo. Il giovane Hannes Delcroix è stato in questa prima fase di mercato l'acquisto più oneroso per il club e potrebbe diventarlo ancora di più in caso di raggiungimento di determinate clausole. L'investimento è stato di quelli importanti ma sono abbastanza convinto che vista l'età e le già buone qualità una stagione da titolare in Ligue 2 possa farlo crescere ed esplodere definitivamente. Le premesse per un potenziale crack ci sono tutte, speriamo bene. Alexander Djiku è l'unico difensore rimasto dall'anno scorso e sono abbastanza felice che sia rimasto visto che comunque si tratta di un buon giocatore per la categoria. Abbastanza forte fisicamente, pecca un po' per quel che riguarda l'elevazione ma compensa con discrete doti tecniche. Chiudiamo il reparto con un altro neo giocatore del Caen. Mapou Yanga-Mbiwa non è più un ragazzino, ma può ancora dare molto essendo ancora integro fisicamente e non avendo subito ancora cali drastici delle sue doti. Spiccano soprattutto la sua determinazione, il coraggio e l'impegno che nell'insieme danno l'idea di un giocatore che difficilmente sente la pressione e che dà il 100 % quando chiamato in causa. Come per i centrali di difesa anche i terzini sono cambiati per 3/4. Jordy Gaspar proviene dallo Strasburgo e per la Ligue 2 è un ottimo terzino. Giocatore abbastanza quadrato che non ha dei veri e propri picchi ma che non ha neanche gravi mancanze e nel complesso penso possa dare un buon apporto alla squadra lungo tutta la stagione. Dalla Spagna arriva il terzino sinistro Aly. Nazionale mauritano, preso per una cifra molto bassa, che ha ottime doti fisiche. In generale sembra essere portato più alla fase di copertura, ma la sua velocità può garantire anche un discreto supporto per le azioni di ripartenza. Steven Moreira è un terzino destro simile a Gaspar, che nella scorsa stagione non ha impressionato ma speriamo che possa rifarsi quest'anno in Ligue 2. L'ultimo arrivato è il giovane Mathias Mathieu, proveniente dal Tolosa. Lo abbiamo pagato più del doppio del suo valore, però ha ancora buoni margini di crescita. Dal punto di vista fisico e mentale è già ad un ottimo livello, mentre tecnicamente deve ancora crescere. Il suo acquisto è stato quindi un investimento per il futuro del club ma che già da ora può ritagliarsi il suo spazio tra i titolari. A centrocampo sono arrivati 3 giocatori nuovi a seguito delle numerose partenze. Iniziamo con un giocatore da categoria superiore ingaggiato a zero, perchè lasciato libero dalla sua precedente squadra. Stiamo parlando del belga Dennis Praet, un centrocampista di valore indiscusso ma che nelle sue due ultime stagioni a Marsiglia ha trovato poco spazio e non ha mai convinto pienamente. Lo stipendio richiesto è abbastanza alto, ma se vogliamo rispettare l'obiettivo di vincere il campionato e ottenere la promozione qualche sacrificio deve essere fatto. Praet è dotato di grande tecnica e fantasia e con un po' di fiducia credo potrà ritrovare la forma perfetta. Kevin N'Doram era uno dei migliori giocatori della scorsa stagione del Caen, uno dei pochi salvabili a livello di prestazioni. Ci sono state parecchie squadre che ce lo hanno richiesto, ma promettendogli di lasciarlo libero a fine stagione se fosse rimasto certo di voler andarsene lo abbiamo convinto a rimanere. Viste le sue doti essere riuscito a trattenerlo credo che possa essere ritenuto un discreto successo. L'unico prestito in entrata fin'ora è stato quello di Jean-Victor Makengo. Questo giovane centrocampista francese ci è stato prestato dal Montpellier dove evidentemente non era ritenuto abbastanza bravo da giocarsi un posto in prima squadra. Sicuramente per noi invece è un valore aggiunto e potrà trovare la maglia da titolare abbastanza facilmente. Jeando Fuchs per ora fa ancora parte della nostra rosa, ma non so ancora per quanto perchè è deciso ad andarsene e non vuole cambiare idea. Se alla fine se ne dovesse veramente andare sarebbe un peccato, perchè è un buon giocatore che potenzialmente può ancora crescere. L'uruguaiano Sebastian Cristoforo è arrivato l'anno scorso a Caen dove ha ottenuto solo 14 presenze in cui pare aver deluso molto, vedendo le statistiche. Tecnicamente non mi fa impazzire, però magari la voglia di riscattarsi potrà farmi ricredere. Nello scorso aggiornamento scrivevo di un settore giovanile molto interessante e Gildas Salaun ne è la riprova. Il ragazzo ha solo 16 anni, ma già dimostra di avere doti molto interessanti e un potenziale enorme. Le richieste per lui non sono poche ma Andersson non ha nessuna intenzione di lasciarlo andare. Questa stagione in Ligue 2 è anche l'occasione per i giovani come Salaun di farsi vedere, crescere e dimostrare il loro valore. Stiamo arrivando agli ultimi giocatori della nostra rosa ed ora è il turno dei trequartisti. Il ventunenne ivoriano Abdoulaye Traoré ha trovato poco spazio nella scorsa annata, penalizzato dalle scelte tattiche del vecchio allenatore che prediligeva il gioco sulle fasce. Andersson invece vuole puntare molto su di lui e ha rifiutato qualsiasi offerta. Il suo potenziale secondo i nostri collaboratori sembra essere abbastanza buono anche se non troppo vasto, ma già così Traoré rimane un giocatore molto interessante. Leonardo Morosini era stato messo in lista di trasferimento dal Genoa dove non è riuscito a trovare una continuità di prestazioni. Durante la sua carriera ha lasciato più volte il grifone per andare in prestito in altre squadre senza mai riuscire a fare quel salto di qualità che da lui ci si aspettava. A 25 anni sembra andare verso il ruolo di eterna promessa, ma speriamo che il cambiamento drastico possa dargli nuove motivazioni e rimetterlo in carreggiata. Un altro frutto del vivaio del Caen è il diciottenne Serge Clauss, che nella scorsa stagione si è distinto nella squadra riserve con ottime prestazioni. Sempre per la politica di Andersson di voler dare fiducia ai giovani promettenti del nostro settore giovanile anche Clauss è stato promosso in prima squadra per cercare di ritagliarsi uno spazio tra i titolari. Siamo infine giunti all'attacco, settore ampiamente rivoluzionato e con la media di età più bassa della squadra. Dal Real Madrid arriva il paraguaiano Sergio Diaz, che nonostante sia stato acquistato dai blancos nel 2016 non ha mai vestito la maglia della prima squadra. Relegato nel Castilla (la squadra riserve) ha giocate sempre molto bene, ma nessuno gli ha mai voluto dare fiducia e alla fine è stato messo in lista trasferimenti. Noi non ce lo siamo lasciati scappare, anche se gli abbiamo dovuto promettere mari e monti, perchè ha delle qualità fenomenali per la Ligue 2. Nabil Alioui proviene dal Monaco, squadra che lo ha messo alla porta non avendo raggiunto i loro standard. Da noi sicuramente troverà più spazio e speriamo possa crescere ancora un po'. Ha buone qualità in diverse voci e l'unica in cui pecca un po' è l'elevazione ma nel complesso sembra essere un discreto attaccante. Largo ai giovani e Quentin Bernard è il primo che vediamo dei due attaccanti del nostro vivaio promossi in prima squadra. Andrà a contendersi il posto con Sergio Diaz, viste le caratteristiche. Vorrei che continuasse la sua crescita verso i ruoli di seconda punta e falso 9 che credo possano calzargli più che bene. Ultimo giocatore della rosa del Caen è un altro ragazzino di 16 anni che sembra avere la strada spianata per diventare un fenomeno o comunque seguire le orme di Karamoh, per fare un esempio di giocatori partiti dal Caen e diventati campioni. Mateo Carpentier, nella scorsa stagione ha segnato qualcosa come 31 gol con la squadra riserve e nonostante l'andamento pessimo della prima squadra nessuno ha mai pensato di farlo esordire. Una vera pazzia, ma quest'anno partirà titolare nonostante l'insistenza del Monaco che vorrebbe rubarcelo. Bene, questa è la rosa precedente alla prima giornata di campionato ma poichè il mercato si chiuderà fra un mese non è detto che questa sia quella definitiva. Nel prossimo aggiornamento vedremo le tattiche scelte da Andersson, conosceremo un po' meglio il campionato che andremo ad affrontare e avremo i primi assaggi di calcio giocato.
  12. [Top del Mese] The Way Of Vikings

    Dove andremo? Andersson ha mandato domande di lavoro a varie squadre tra cui Rangers, Sheffield, Granada, Cardiff e Roma, ma c'è una squadra che fin da subito ha solleticato il nostro interesse. Parliamo di un team non troppo prestigioso, ma che ha comunque una certa tradizione nel suo Paese e che a suo modo ci regalerebbe una continuità inaspettata con il titolo di questa carriera. Il campionato in cui gioca questa squadra è abbastanza atipico per me, e sono passate parecchie edizioni di FM dall'ultima volta in cui mi ci sono avventurato. Non siamo proprio tra i campionati top ma è comunque un bel salto di qualità rispetto alla Svezia. Penso che ormai sia abbastanza chiara la scelta di Andersson, per cui basta con i preamboli e diamo inizio a questo nuovo cammino. Siamo a Caen, città della Normandia regione che ha intrecciato il suo destino con "gli uomini del nord" in epoche ormai remote. Come gli antichi abitanti delle terre scandinave anche Andersson ha deciso di sbarcare in questa parte della Francia, anche se con intenti nettamente più pacifici . La squadra di calcio di Caen, ovvero lo Stade Malherbe Caen ha fatto dei vichinghi il suo marchio e dagli anni '80 gravita tra prima e seconda divisione. Nella sua storia conta il raggiungimento di una finale di Coppa di Lega nel 2005, poi persa contro lo Strasburgo, una partecipazione alla Coppa Uefa nella stagione 1992/1993, un'altra finale persa in Coupe de France nel 2021 ed infine 3 campionati di seconda divisione. La bacheca del Caen è quindi abbastanza scarna, ma i trofei non sono tutto e la tradizione del club si nota anche dai giocatori che hanno vestito la maglia rosso-blu quali Jerome Rothen, Bernard Mendy, Mathieu Bodmer, William Gallas e Yann Karamoh. Conta forti rivalità contro le squadre della regione, come il Rouen e soprattutto il Le Havre. Le sfide contro quest'ultima squadra sono molto sentite dai tifosi e si parla di un vero e proprio derby, il Derby Normand. Le strutture societarie sono di buon livello e il settore giovanile sembra essere florido, come vedremo anche in seguito con la presentazione della rosa. Lo stadio, denominato Michel D'Ornano, è stato ricostruito completamente nel 1993 per l 80° anniversario del club e ha una capienza più che discreta di 21000 posti. Le condizioni sono molto buone, visti anche i relativi pochi anni dalla sua ricostruzione, e la struttura con gli spalti completamente coperti sembra essere al passo con i tempi. Peccato solo che non sia di proprietà del club ma del comune. Negli anni in cui Andersson era impegnato con l'Helsingborgs il Caen ha cambiato proprietà, ed il presidente è diventato un norvegese di nome Morten Teigen. Da quanto si può notare dal bilancio relativo alla stagione appena conclusa la nuova proprietà non sembra avere fondi illimitati, ma pare avere pretese più modeste. Andando ad osservare le manovre di mercato delle ultime 4 stagioni si può capire da dove sia arrivata la maggior parte dei soldi, cioè dal trasferimento di Karamoh al Bayer Leverkusen nel 2019 per quasi 24 milioni di Euro. Cifra che sicuramente è servita per tenere i conti in ordine, ma non per far fare il salto di qualità al team. Obiettivi Purtroppo il Caen nella stagione appena terminata è finito al penultimo posto della Ligue 1 ottenendo quindi la retrocessione. Come sempre in questi casi ci sarà una bella rivoluzione, cominciata proprio con l'ingaggio di Andersson e che passerà anche per la rosa. La società però sembra avere già le idee chiare su quali siano gli obiettivi da raggiungere. Un ritorno immediato nella massima divisione, condito con la vittoria della Ligue 2. Ligue 2 Con l'inizio della stagione in seconda divisione arriva anche una discreta entrata derivante dai diritti tv. Andiamo però a vedere quali sono gli aspetti più importanti di questo campionato. Le squadre partecipanti sono 20 e la promozione viene conquistata automaticamente dalle prime due in classifica e dalla vincente dei play-off tra i team classificati tra il terzo ed il quinto posto. Il mercato inizierà fra pochi giorni, precisamente il 9 gennaio, e già il Caen sembra molto attivo con alcune trattative in uscita già definite da prima dell'arrivo di Andersson. il campionato inizia abbastanza presto, il 30 luglio, quando la finestra dei trasferimenti è ancora lontana dalla sua chiusura definitiva. Ora quindi terminiamo questa introduzione e nel prossimo aggiornamento vedremo la rosa completa, compresi i movimenti di mercato precedenti all'inizio del campionato.
  13. [TOP del Mese ] Sulle orme del Boemo

    Complimenti per la bella vittoria contro la Juventus e la conseguente conquista dello scudetto. Un risultato storico per la Ternana. Concordo sulla scelta di lasciare la squadra e provare una nuova avventura. Ovviamente dispiace, ma il tuo discorso non fa una piega.
  14. Verso l'infinito e oltre...

    Si continua a crescere e lo dimostrano l'avvicinamento alla vetta in campionato e il cammino nelle coppe. Bene così.
  15. [TOP del Mese ] Sulle orme del Boemo

    Veramente un gran peccato l'uscita dalla Champions. Dopo un recupero incredibile nei 90 minuti della gara di ritorno uscire ai rigori è stato veramente ingiusto, però l'essere arrivati a quel punto contro il Real è già motivo di orgoglio. In campionato fortunatamente la squadra non sembra accusare il colpo della sconfitta contro i Blancos e continua ad ottenere grandi risultati. A questo punto la sfida diretta con la Juve sarà determinante per la fine del campionato, ma credo che la pressione maggiore ce l'abbiano loro.