• Announcements

    • LolloViola

      Nuovo utente? Leggi qui!   11/13/2016

      Per tutti coloro alle prime armi ed appena registrati, ecco una breve lista di linee guida che vi permetteranno un rapido ambientamento.
    • jefftribou

      FMBetting   09/12/2017

      Nasce l'area scommesse di FM.it dove i nostri esperti vi daranno tutte le dritte possibili. Iscrivetevi qui

masu85

Moderator
  • Content count

    1,162
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    25

masu85 last won the day on September 22

masu85 had the most liked content!

About masu85

  • Rank
    Allenatore provinciale
  • Birthday 07/12/1985

Profile Information

  • Sesso
    Maschio
  • Città
    Torino
  • Interessi
    Calcio, FM, Fifa, Basket, Musica, Cinema

Squadra del cuore

  • Squadra del cuore
    Milan

Recent Profile Visitors

860 profile views
  1. [AWARD] Allenatore dell'anno 2017

    Wow ragazzi...grazie!!! Fantastico...
  2. A me la parte delle dinamiche piace davvero un casino, anche se sono curioso di capire che influenza avrà sul gioco, nel senso che vorrei vedere se effettivamente "scontentare" un leader avrà effetti tangibili sugli altri giocatori della squadra (se arrivo in una nuova squadra e voglio "dare un taglio al passato" come verrà visto l'allontanamento da un leader?). La parte scouting non mi è chiarissima anche se sembra meglio sviluppata; certo è che bisognerebbe intervenire su quello che ormai è uno standard, vale a dire il costo dei ragazzini con potenziale ma non ancora affermati (alcuni non hanno nemmeno mai giocato una partita da pro) che a 17/18 anni strappi solo per cifre di 60/70 milioni (se va bene)...posso capire uno come Mbappé ma gli altri no... Riguardo alle tattiche mi sembra che le novità siano abbastanza "limitate"....
  3. [ TOP FM.it Story ] Ich Bin Frankfurter!

    Rose e Rode decisivi quando serve...grandissimi! Periodo fantastico, con risultati grandiosi e obiettivi centrati...il passaggio europeo adesso ci mette di fronte ad una sfida davvero suggestiva... In campionato rimonta pazzesca (aiutati anche dal calo delle rivali) e vetta meritata...certo che adesso arriva il bello e perdere due attaccanti in un colpo solo non sembra il massimo...vediamo cosa combinerai sul mercato invernale!
  4. [ TOP FM.it Story ] Ich Bin Frankfurter!

    Beh...un discreto aggiornamento riguardo al campionato dove mettiamo in cascina tante vittorie; in Champions pesano le due sconfitte con lo United e adesso dobbiamo cercare l'impresa casalinga con la Juve (e non sottovalutare il Goteborg).
  5. Pre-ordina Football Manager 2018

    Ciao! Io ho cliccato sul link ed acquistato il gioco su instant gaming; come funzionerà poi il 9/10 Novembre? Scusate la domanda "scema"...
  6. [ TOP FM.it Story ] Ich Bin Frankfurter!

    Gran bel mercato e subito un trofeo! Peccato per l'Europeo...
  7. [ TOP FM.it Story ] Ich Bin Frankfurter!

    Grande conclusione di stagione...con una coppa sudata ma strameritata!!! Curioso di capire cosa combinerai adesso...continuerò a seguire le tue avventure!!!
  8. Palmares Masu85

    Palmares aggiornato con la stagione 2023/2024!!! AC MILAN TROFEI STAGIONALI Supercoppa Europea Supercoppa Italiana Serie A Coppa Italia Champions League
  9. [TOP FM.it Story] Dal Giappone con furore...

    Come anticipato in un post precedente di risposta ad @alex_91, la mia carriera finisce qui, visto che il seguito è sempre minore e la narrazione impegna non poco tempo di preparazione. A tal motivo, preferisco orientare il mio tempo ad ampliare un po' la carriera, riprendendo in mano anche il Novigrad e il Caen (a dire il vero entrambe le società le ho prese in mano già durante la passata stagione, il Caen da Luglio 2023, dopo che Cocu ha accettato l'offerta del Porto, e il Novigrad da Settembre 2023, dopo l'esonero dell'allenatore e, infatti, le vedete evidenziate in azzurro e ci tengo a precisare, per correttezza, che nessun movimento di mercato o trattativa è stato "falsato" dall'avere 3 squadre in gestione e non lo sarà neanche in futuro, dove gestirò tutto secondo le logiche di mercato). Meditavo già da un po' di chiudere la carriera e di provare a gestire tutte le squadre che ho allenato con Sedinho dall'inizio della carriera, però, mi sembrava giusto subentrare solo nel caso in cui fossero rimaste sprovviste di allenatore. La "nuova" carriera non mi sento di raccontarla ma, se avete piacere, potrei aggiornarvi con un post per ogni singola stagione che ancora giocherò da qui all'uscita di FM18...e su questo fatemi sapere. Al di la di tutto colgo l'occasione per ringraziare tutti quelli che mi hanno seguito...è stato un piacere raccontarvi questa mia prima carriera...alla prossima!!!
  10. [TOP FM.it Story] Dal Giappone con furore...

    A SPASSO PER L'EUROPA Ecco com'è andata negli altri grandi campionati europei. Premier League che continua a cambiare padrone ogni anno; vince il Manchester United di Zidane, alla prima stagione sulla panchina dei "Reds". Bayern che, dopo 3 annate disgraziate, ritorna in cima al calcio tedesco. Ancora Atletico Madrid protagonista in Spagna con il secondo titolo consecutivo trascinata dal bomber Assunçao. Ligue 1 ancora firmata PSG che, però, se la suda fino alla fine con il Monaco che non cede se non all'ultimo. Caen* che, in vantaggio di 4 punti sul Lione, perde le ultime due giornate e deve accontentarsi dell'Europa League. Tris del Benfica in Portogallo anche se il campionato è stato aperto fino all'ultimo. In Croazia è ancora la Dinamo Zagabria a vincere il titolo con il Novigrad* che torna in Europa. Qua sappiamo com'è andata...I CAMPIONI SIAMO NOI!!! Nella TOP11 di Champions League ben 8/11 sono rossoneri. Dopo l'eliminazione nel girone di Champions League, grande prova del Bayern che si porta a casa la seconda competizione europea e sarà nostra rivale in supercoppa. Vittoria in finale contro il West Ham. *SI VEDA POST SUCCESSIVO
  11. [TOP FM.it Story] Dal Giappone con furore...

    LE VALUTAZIONI DELLA STAGIONE 29 giocatori utilizzati in totale, compresi i due elementi ceduti in prestito a Gennaio, Benini (6, 8 presenze ed 1 gol) e Ozkul (6,5, 10 presenze e 2 gol)); a questi va ad aggiungersi Riela (sv) rientrato a Gennaio e sceso in campo in un match di Coppa Italia (nello screen l'ho dimenticato). PORTIERI Donnarumma A. sv - 1 presenza, troppo poco Donnarumma G., 9 - Meno bene dello scorso anno, 10 partite giocate in più con 24 clean sheet ma in generale rimane comunque una buonissima stagione la sua chiusa con la straordinaria prestazione in finale di Champions League dove ha parato 4 rigori nella lotteria finale Plizzari, 6,5 - Protagonista di 4 partite, tra queste anche la finale di Coppa Italia, non sfigura Riela, sv - Anche per lui 1 sola presenza, troppo poco per dare un giudizio ma c'è luce alle spalle di Donnarumma DIFENSORI Bastoni, 5 - Arrivato con una trattativa lampo perchè in rotta col Caen l'ho scelto perchè ne conoscevo le qualità ma, purtroppo, è stata una delusione, la maggiore in stagione, e sin dalle prime gare non mi ha dato quella sicurezza che mi aspettavo; gradualmente, è sceso nelle gerarchie giocando solo spezzoni e per lo più da terzino sinistro De Sciglio, 7,5 - Leggero passo indietro rispetto allo scorso anno ma la sua rimane un'ottima stagione con 3 assist; ottimo il suo supporto a Vecchi come tutor e grande contributo di esperienza. Peccato che legni come un matto...16 gialli e 2 rossi sono tanti Dufau, 9 - Si conferma su altissimi livelli, asfalta la fascia e sforna cross a ripetizione (7 assist stagionali); deve migliorare in fase difensiva (in chiara difficoltà nella finale di Champions League) ma ha un potenziale pazzesco Hoedt, 8,5 - Cresciuto moltissimo rispetto alla passata stagione, dimostra solidità difensiva e da sempre molta sicurezza al reparto Paolini, 7 - Protagonista negativo nelle sue prime uscite cresce alla distanza dimostrandosi giocatore sul quale poter fare affidamento in futuro; pecca ancora in alcune situazioni ma sta migliorando molto sia mentalmente che fisicamente Riedewald, 8 - Un jolly lo scorso anno e si riconferma tale, dove gioca lascia sempre il segno e fa la differenza; non è più una primissima scelta e sta "patendo" un po' questa situazione Romagnoli, 8 - Il più presente con ben 3684' giocati; sempre presente e concentrato nella "grandi sfide" commette qualche errore di troppo in quelle "minori" (palesi gli errori a metà stagione che sono costati parecchi punti). Rimane, però, il nostro capitano ed il difensore migliore della rosa Tomassoni, 6,5 - Stesso discorso fatto per Paolini, con la differenza che a lui concedo meno spazio. Molto bravo a reagire nonostante le critiche iniziali di dirigenza e tifosi. Vecchi, 8 - Molto bene alla sua prima stagione in una "grande". Non patisce la pesantezza della maglia e si conquista gradualmente la fiducia a scapito del suo tutor De Sciglio; ha margini di crescita e può diventare importantissimo per il futuro CENTROCAMPISTI Benini, 6 - Passa 6 mesi a lamentarsi per il poco impiego e a Gennaio viene ceduto in prestito (con diritto di riscatto) al West Ham; non dovesse venire riscattato andrà comunque sul mercato Berardi, 7,5 - Si conferma uomo di qualità e nelle grandi partite fa sempre il suo; qualità in calo ed insofferenza al turnover, però, mi stanno facendo meditare sul suo futuro. Mette a segno 11 reti. Bamonte, 8,5 - Prima stagione rossonera di altissimo livello; si prende subito il centrocampo e lo guida con maestria. Nonostante il mio vice evidenzi che "non sia adatto alle grandi gare", fa la differenza anche nei big match. 6 gol e 8 assist il suo bottino. Cortes, 7,5 - Fatica all'inizio ma poi stupisce positivamente mettendo a segno addirittura 8 gol e 6 assist...il futuro è suo De Martin, 8,5 - Cala alla distanza e non è tra i protagonisti del finale di stagione ma è lui a metà stagione a tenere in piedi la baracca; entra in 21 gol totali (11 marcature e 10 assist) risultando spesso decisivo Gonzalez, 8 - Poco appariscente ma quanto è importante?! Nel finale di stagione la sua assenza si sente eccome ma, fortunatamente, non influisce. Oltre al gran lavoro difensivo mette a segno anche 2 reti Keita, 8,5 - Le qualità ci sono e i numeri lo dimostrano (13 gol e 5 assist) ma va ad intermittenza; esplode nel finale dove è decisivo per la conquista del triplete Lo Faso, 9,5 - Lo adoro...è straordinario; gioca pochissimo (1022') ma firma 5 gol tra cui quello decisivo in finale di Coppa Italia; in più accetta il ruolo di comprimario, le partite in U20, le tribune,...senza mai fiatare...un esempio Locatelli, 8 - Che stagione!!! Riesce a conquistarsi il suo spazio a suon di buone prestazioni e gol (6) diventando importantissimo nella conquista del triplete Mendez, 8,5 - Qualità e quantità, bravo in fase realizzativa (7 gol), in rifinitura (7 assist) ma anche in quella difensiva. Un vero trascinatore... Martusciello, 8,5 - 15 partire, 4 gol e 7 assist...il suo arrivo è determinante, anche perchè non avevamo un uomo per i calci piazzati così efficace. Con un ambientamento migliore e appena avrà appreso al meglio il sistema di gioco sarà devastante Weigl, 7,5 - Uomo di sostanza ed equilibrio, primo cambio a centrocampo, non sbaglia mai un colpo e segna anche 4 gol Zanellato, 7,5 - Duttilissimo a centrocampo gioca un po' dappertutto dando sempre un buon contributo; vorrebbe, però, giocare di più ATTACCANTI Belotti, 8,5 - Per la stagione in se è troppo ma 2 trofei sono suoi (le due supercoppe) ed è decisivo con la doppietta casalinga in Champions League contro l'Atletico Madrid. Per il resto vive una parte centrale di stagione da incubo con 2 rigori falliti e prestazioni incolore ma segna comunque 18 reti Lucchi, 8,5 - Prima stagione molto positiva; non è e forse non sarà mai un Top Player però si sbatte come un dannato e segna; crolla nel finale di stagione dove rimane a secco nelle ultime 8 gare e fa mancare il suo contributo Ozkul, 7 - Gioca pochissimo ma mette comunque a segno 4 gol, 1 decisivo in Coppa Italia contro il Cagliari; probabilmente andrà via
  12. [TOP FM.it Story] Dal Giappone con furore...

    RIEPILOGO STAGIONE 2023/2024 Si conclude anche questa stagione con un en plein pazzesco. Tutto è cominciato ad Agosto con la vittoria delle due supercoppe; poi una cavalcata trionfale, conclusasi con un inatteso ma meritato TRIPLETE nella notte di Mosca. Finalmente anche i dirigenti, dopo aver reagito con freddezza alla vittoria di campionato e coppa nazionale, si sono sciolti dopo la conquista della Champions League riconoscendo i miei meriti nella stagione; certo che preferirei una maggiore soddisfazione per i risultati delle competizioni anche perchè più di così è difficile fare. Per i tifosi la stagione è stata di festa e chiedono di continuare su questa strada. Il loro premio come miglior giocatore stagionale va a Dufau (anche quello di miglior giovane), autore di un'annata davvero di grande livello tanto da scalzare spesso e volentieri il più esperto Riedewald. Belotti, reduce da una stagione in chiaroscuro che mi pone un po' di domande, riesce comunque ad entrare nella storia della stagione firmando il gol più bello dell'anno secondo i nostri tifosi: una cavalcata di 30 metri conclusa con una botta dalla distanza in Coppa Italia contro l'Avellino. Lucchi, dopo un avvio lento, è riuscito ad entrare nel cuore dei tifosi timbrando ben 18 volte il cartellino ed è stato votato come miglior acquisto della stagione (anche Bamonte, però, non scherza). Due i cannonieri stagionali: Belotti e Lucchi, entrambi a segno 18 volte. De Martin, con i suoi 10 assist, è stato il miglior "uomo dell'ultimo passaggio" mentre il più "cattivo" è stato De Sciglio con 16 ammonizioni e 2 cartellini rossi. L'infermeria, per nostra fortuna, non è stata molto affollata e l'unico infortunio di rilievo tra i big è stato quello di Gonzalez che gli ha fatto saltare l'ultimo mese della stagione. Commercialmente c'è stata un'ottima crescita, soprattutto legata agli introiti di TV e premi competizioni; anche la vendita delle magliette è andata a gonfie vele con quella di capitan Romagnoli tra le più vendute (Martusciello, comunque, nonostante soli 4 mesi entra in TOP5). La stagione si è conclusa ed è giunto il momento dei premi stagionali della Serie A. GIOVANE DIFENSORE DELL'ANNO Vince Vecchi per il secondo anno di fila ma se l'anno scorso lo aveva fatto con la maglia del Novara, in prestito, quest'anno il premio è a tinte rossonere. CAPOCANNONIERE Succede a Belotti lo juventino Lukaku, a segno 23 volte; ad un gol di distanza l'ottimo Huremovic (Sassuolo, prestito dal Manchester City) mentre Gabbiadini (Napoli) con 18 gol è 3°. PORTIERE DELL'ANNO Ancora Donnarumma che fa il bis (e fanno 3 negli ultimi 4 anni); 2° Rulli (Juventus) e 3° Lafont, nuovo portiere del Napoli. DIFENSORE DELL'ANNO Anche qua c'è il bis di Dufau ma manchiamo di monopolizzare il podio come l'anno scorso; due piazze sono comunque nostre e centriamo il 3° posto con Hoedt (new entry) mentre il secondo gradino è di Hysaj (Napoli). CENTROCAMPISTA DELL'ANNO Come lo scorso anno un rossonero al 3° posto e in questa stagione tocca a Bamonte; vince Paredes (Roma) mentre al 2° posto si posizione Oliveira (Udinese, prestito Juventus). ATTACCANTE DELL'ANNO Vince a sorpresa Alario (Napoli) che soffia il primo posto a Lukaku (Juventus), 2°, mentre al 3° c'è il nostro Lucchi. GIOCATORE STRANIERO DELL'ANNO Dopo una straordinaria stagione (15 gol e 5 assist) il premio va ad Adnan (Torino) seguito da Paredes (Roma) e Lukaku (Juventus). GIOCATORE ITALIANO DELL'ANNO Titolo che va al nostro De Martin seguito dall'ottimo Gabbiadini (Napoli) mentre al 3° posto si classifica Valzania (Udinese). TOP 11 2023/2024 GIOCATORE DELL'ANNO Porta a casa la palma di miglior giocatore 2023/2024 il granata Adnan, premiato sia dalla lega... ...che dai tifosi. ALLENATORE DELL'ANNO Scusate la modestia ma me lo meritavo; ottima stagione, con qualche frenata iniziale di troppo ma la seconda parte è stata fantastica. Premio assegnato dalla lega... ...ma anche dai miei colleghi allenatori.
  13. [TOP FM.it Story] Dal Giappone con furore...

    FINALE STADIO LUZHNIKI, MOSCA Ore 19,45 Grande atmosfera, stadio molto bello con le tifoserie esattamente divise a metà...sono 40500 i nostri tifosi al seguito. Formazione senza grosse sorprese; l'unico dubbio, Keita/De Martin, viene risolto ancora una volta a favore del senegalese. Weigl gioca davanti alla difesa e De Sciglio sostituisce l'infortunato Vecchi sull'out di destra. Simeone schiera il suo solito 4-4-2 con davanti il bomber Assunçao mentre a centrocampo rinuncia a Calhanoglu dall'inizio per un centrocampo meno offensivo. Squadre molto contratte con l'Atletico più propenso a distruggere che a costruire, come nelle caratteristiche di Simeone; e il primo tempo scivola senza grosse emozioni se non una clamorosa traversa di Belotti al 42° che avrebbe ravvivato certamente la partita. Nella ripresa i ritmi rimangono lenti e arrivano due nitide occasioni per Bamonte e Assunçao ma in entrambe i casi la mira è da rivedere...si va ai supplementari. Il primo tempo supplementare inizia malissimo con Skentzos che "scherza" Dufau in fascia con una progressione splendida e mette in mezzo un pallone molto invitante per Assunçao che non sbaglia e fa 1-0 Fatichiamo a reagire ed andiamo al mini-break sotto; incoraggio i ragazzi e, dopo appena 90" arriva il pareggio con Mendez che scarica un tiraccio dai 30 metri, deviato da Calhanoglu, che si infila alle spalle di un incolpevole Oblak. 1-1 finale e si va ai rigori...io li odio!!! Siamo i primi a tirare ma lo facciamo anche sotto la curva madrilena; i primi 3 sono perfetti...peccato lo siano anche quelli avversari. Poi blackout, sbagliano in serie Mendez, Keita e Dufau...ma per nostra fortuna, sempre con il groppo in gola, Donnarumma ne para 3 (due con l'aiuto del palo)...fantastico. Ritorniamo al gol con un bellissimo rigore di Riedewald con Oblak che intuisce ma il tiro è davvero imprendibile. Poi arriva lo scontro tra Skentzos, forse il migliore oggi, e Donnarumma, assoluto protagonista... ...rincorsa... ...tiro... ...e Gigio para... ....non ci credo... ....la coppa dalle grandi orecchie è nostra di nuovo dopo 17 anni Tutti in strada i tifosi a festeggiare questo incredibile TRIPLETE Dirigenti che, finalmente, si sciolgono ed esprimono tutto il loro entusiasmo... ...e arriva il nuovo contratto...onestamente pensavo meglio ma credo sia giusto proseguire con i rossoneri. A breve il resoconto di questa straordinaria stagione... ...STAY TUNED!!!
  14. La poesia del calcio di provincia

    Seguo...e provo a dire Plymouth!!!
  15. [TOP FM.it Story] Dal Giappone con furore...

    GIORNATA 36 Manca 1 punto al titolo (siamo a +9, la Juventus ha perso nell'ultima giornata) ma il turnover è d'obbligo in vista della trasferta inglese di Champions League. Siamo CAMPIONI D'ITALIA per il secondo anno consecutivo!!! Grande partita, nonostante la sfida infrasettimanale europea importantissima i ragazzi giocano concentrati e sfornano una prestazione superba. Primo tempo che si chiude con il vantaggio di una sola rete (Berardi al 25°) ma colpiamo 2 pali e creiamo un'infinità di situazioni pericolose; la ripresa, per certi versi, è ancora meglio e arrivano la doppietta personale di Berardi (al 48°) e il gol di Cortes che chiude il match. Adesso pochi festeggiamenti e testa alla Champions League. Tifosi al settimo cielo per il secondo scudetto consecutivo...e pregustano una stagione trionfale mettendo un po' di pressione. Anche la dirigenza è, ovviamente, soddisfatta anche se mantiene un atteggiamento sempre molto distaccato. Ben 3 giocatori nella squadra della settimana ma, stranamente, non l'ottimo Berardi. Non smettiamo di festeggiare e anche l'U18 porta a casa il titolo di categoria. SEMIFINALE - RITORNO Si va all'Emirates Stadium, bellissimo, con il tutto esaurito e ben 3000 tifosi al seguito. Conferma per il "Gallo" davanti mentre davanti alla difesa gioca Weigl; sull'ala sinistra il ballottaggio De Martin/Keita viene vinto dal senegalese. Partita soffertissima e molto equilibrata dove si fanno preferire gli inglesi trascinati da un pubblico straordinario. Arsenal che, infatti, passa in vantaggio quasi allo scadere della prima frazione con Hughes dopo un primo tempo giocato nettamente meglio; noi fatichiamo, soprattutto negli ultimi 20 metri, dove commettiamo troppi errori di misura. Nella ripresa la musica non cambia con i Gunners che fanno la partita ma siamo bravi a concedere molto meno spazio ai loro attaccanti; al 70°, poi, arriva il gol del pari che fa saltare i nostri tifosi sugli spalti con Martusciello che insacca una splendida punizione dal limite. Ordino ai ragazzi il classico "catenaccio all'italiana" e la scelta paga con gli inglesi che ci provano ma si trovano un muro rossonero davanti... ...siamo in finale!!! Prossima tappa il Luzhniki di Mosca... Nell'altra sfida l'Atletico Madrid sorprende il PSG e, nonostante la sconfitta del ritorno, si guadagna la finale grazie al maggior numero di gol segnati in trasferta. GIORNATA 37 Sfida post-Champions League con tanto turnover, il campionato è vinto ma c'è in ballo il nostro record di punti da battere. Gambe pesanti, forse pochi stimoli e un Napoli molto più affamato e in corsa per il terzo posto. C'è tutto questo nella vittoria partenopea, firmata da Insigne e Alario; per noi brutta partita, una delle peggiori in stagione, con un po' più di gioco nella ripresa dopo una bella strigliata. Poco male, ci sta, ma dobbiamo ritrovare la concentrazione già dalla prossima sfida. Piccolo problema per Berardi nella sfida partenopea. GIORNATA 38 Ultima giornata di campionato che precede le due finali: Coppa Italia e Champions League. Juventus con un atteggiamento molto prudente mentre per noi solito schieramento con occasioni per Locatelli e Paolini. Sfida alla quale tenevo tantissimo e i ragazzi mi accontentano con una vittoria che, al di la del risultato striminzito, dimostra la nostra netta superiorità nei confronti della Juventus. La gara viene decisa in pieno recupero da un gol di Belotti ma la sfida poteva essere portata a casa con un margine molto più ampio che avremmo anche meritato (come dimostrano i dati statistici del match) Ottima notizia di fine stagione con i dati sulla media spettatori in campionato dove infrangiamo il record stabilito nel 2022 dal Napoli con ben 54055 spettatori a partita. FINALE STADIO OLIMPICO, ROMA Ore 21,00 Ecco i 22 che scendono in campo per questa attesissima finale con il sorprendente Sassuolo. Primo tempo di gran pregio con un dominio totale e chiuso giustamente avanti di due gol di Keita, davvero in palla, con due gol praticamente in fotocopia ed entrambi su assist di un superbo Bamonte.. Nella ripresa entriamo con la testa altrove e subiamo subito il gol di Bakic sugli sviluppi di un corner (la difesa rinvia male il calcio d'angolo e sul cross successivo arriva la rete dell'1-2)... ...ci proviamo e riprendiamo a spingere ma, quando sembra vedersi il traguardo, ci facciamo beffare in contropiede da una bella azione Huremovic-Hazard e la gara torna in parità. Ordino di buttarsi in avanti e, allo scadere, si inventa il gol Lo Faso (si...proprio lui) che vale il 2-3 e la conquista della Coppa Italia, infatti il risultato non cambierà più. DOUBLE!!! Tifosi al settimo cielo...adesso arriva il bello però. Solita "freddezza" da parte della dirigenza che non metteva la Coppa Italia tra le priorità... Edizione nella quale battiamo due record; il primo è ancora quello della media spettatori... ...il secondo quello dei gol segnati in una singola edizione. Mentre non poteva mancare una brutta notizia con Vecchi che si infortuna e non sarà a disposizione per la finalissima di Champions League. RESOCONTO MESE DI MAGGIO In attesa della finale della Champions League, ci godiamo altri 2 trofei. In campionato legittimiamo un cammino fantastico che, a parte qualche passo falso nella parte centrale, ci ha portato a vincere il titolo con un vantaggio importante sulle inseguitrici (ben 11 punti sulla Juventus seconda). Vanno in Champions League, oltre ai bianconeri, anche Napoli ed Inter; Roma, Udinese e Torino entrano in Europa League. Retrocedono, invece, 2 delle 3 neopromosse, Bari e Pro Vercelli, in compagnia dell'Ascoli. In Coppa Italia coroniamo un percorso splendido (e fortunoso) portandocela a casa per la settima volta. Adesso arriva il momento più importante della stagione...vi aspetto a Mosca!!! STAY TUNED!!!