• Announcements

    • LolloViola

      Nuovo utente? Leggi qui!   11/13/2016

      Per tutti coloro alle prime armi ed appena registrati, ecco una breve lista di linee guida che vi permetteranno un rapido ambientamento.
    • Andrew1684

      Esalogos'17   02/11/2017

      Ti piacciono gli Esalogos'17 ma non hai ancora il logo della tua squadra? Questo è il posto giusto per farlo, vieni qui ed esprimi la tua richiesta
    • tia204

      Fmstories Magazine Marzo 2017   04/17/2017

      Con colpevole ritardo, ecco l'uscita del Magazine di Marzo, dedicato alle nostre storie!!!!

Sloth

Aiuto Staff Tattico
  • Content count

    402
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    3

Everything posted by Sloth

  1. Sorprendente, vero? Sarò sincero: l'obiettivo di inizio stagione era di arrivare quanto più in alto possibile, magari giocare i playoff (e perderli, non volontariamente ovviamente), per consolidare sia la squadra sia il bilancio; quindi provare la promozione l'anno successivo con una squadra e un vivaio rafforzati e con qualche titolare di "peso". Ma l'andamento fin'ora è stato ben al di sopra delle attese, anche utilizzando quasi solo esclusivamente giocatori dell'Under 20 e dell'Under 18, con due soli acquisti "veri" e qualche prestito. A gennaio, prima della ripresa del campionato, (non spoilero niente di eclatante) sta succedendo che diverse squadre stanno tentando ripetutamente di portarmi via i pezzi migliori della prima squadra, ma anche i giovani più promettenti. Perciò, lo scenario cambia: se prima ritenevo che un altro anno in B sarebbe stato funzionale alla crescita della squadra, ora penso che una mancata promozione si tradurrebbe in una "fuga" forzata di tutti i migliori o in una permanenza in squadra controvoglia. Già ci sono le prime avvisaglie di insoddisfazione per mancati trasferimenti e in mancanza di sostituti validi, o per lo meno a prezzi ragionevoli, la squadra invece di crescere, finirebbe per non compiere il salto di qualità necessario ad affrontare la scalata alla serie A.Un'alternativa sarebbe riempire di stranieri la rosa, con aggravio pesante del budget stipendi e lo stravolgimento dell'affiatamento e dell'apprendimento tattico, con la possibilità concreta di spendere e spandere senza ottenere i risultati sperati. Ma è contrario alle mie "filosofie", perciò... nisba! A questo punto tentare la promozione mi sembra una via obbligata. Rischiosa sicuramente, perché il rischio di arrivare in A senza i mezzi per rimanerci è elevato, ma dalle conseguenze meno dannose sul lungo periodo che trovarsi in B con una squadra saccheggiata da ricostruire. Siamo in ballo e balliamo!
  2. Dlin-Dlon - Chi è? - Posta da firmare! Tac-clack. Gneeeeeeeck. - Salve! E’ lei Martin Sloth? - Sì, sono io… - Raccomandate. Firmi qui per favore. Scrib, scrib, scrib... - Strano… Chissà perché non hanno usato l’email? - Come dice? - Ah, mi scusi! Pensavo a voce alta e mi chiedevo come mai avessero usato la posta invece della email. - Ah boh! Ho ricevuto delle offerte di lavoro, finalmente ho l’occasione per diventare un allenatore di calcio. Ma forse è meglio fare qualche passo indietro… Il mio nome è Martin Sloth. Sono nato in Italia, ma porto il cognome di mio padre svizzero. Proprio in Svizzera ho cominciato a giocare a calcio da bambino. Ero un predestinato. “Per diventare un campione!”, voi direte. Macché: già a otto anni ero alto quasi quanto il mio allenatore, che perciò decise di fare di me un difensore centrale. E non ho più smesso di esserlo per tutta la mia carriera. A me sarebbe piaciuto giocare in porta, a essere sinceri; ma il figlio del presidente della squadra aveva lo stesso desiderio e perciò… Quando mi trasferii in Italia il mio curriculum giovanile da difensore centrale mi garantì subito un posto in squadra, ma non ci volle molto per perderlo e per trovare posto in panchina: il titolare dell’azienda principale sponsor della squadra portò all'attenzione dell’allenatore le doti calcistiche di un suo nipote, che divenne titolare fisso. Qualche scampolo di partita l’ho giocata, generalmente entrando dopo che la squadra aveva subito due o tre gol. Di solito in quelle situazioni un allenatore inserisce una punta, per cercare di recuperare lo svantaggio, ma a me toccava entrare per limitare i danni. E tutto sommato me la cavavo. Ma passando molto più tempo a guardare che a giocare, cominciai fin da allora a studiare da allenatore. Compiuti 18 anni lo sponsor convinse il presidente a svincolarmi, così ebbi l’occasione di costruire la mia carriera da professionista. Ho girovagato per diverse squadre, senza uscire dall'ambito regionale e generalmente venivo contattato da squadre sul disastrato andante, prive di mezzi economici adeguati e alla disperata ricerca di toppe in difesa. Non è stato esaltante, ma ho avuto le mie soddisfazioni. Nel frattempo ho continuato a studiare da allenatore e una volta compiuti 35 anni mi sono ritirato dal calcio giocato e ho deciso di affrontare l’ignoto: da grande farò il pompiere… Ehm, no, scusate… Quello era un cartone animato di anni fa. Dicevo, farò l’allenatore di calcio! Un po’ intimorito dai prevedibili rifiuti, inondo il mondo del calcio con il mio curriculum, offrendomi al maggior numero possibile di squadre: Sono tutte lontane da casa, sarà meglio comprare delle valigie nuove... How does it feel How does it feel To be without a home Like a complete unknown Like a rolling stone?
  3. Bisogna migliorare assolutamente, mi sono incaponito troppo sul 4-5-1, è tempo di cambiare... Tattica. Non riesco a far girare la squadra: il 4-5-1, di cui pensavo di conoscere potenzialità e limiti, si sta rivelando poco incisivo in attacco e, a dispetto delle statistiche, vulnerabile in difesa. Se non prendiamo gol, lo dobbiamo all’abilità di Raimondi in porta e di Micheli nel guidare la difesa. Il punto debole sono le “ali”: che giochino da ali o da attaccanti aggiunti che partono da lontano, raramente riescono a superare l’uomo in dribbling, perciò scardinare le difese schierate diventa un impresa. Non a caso gli ultimi incontri vinti sono stati decisi da tiri da fuori dei centrocampisti. Avremmo bisogno di esterni larghi che possano crossare o passare relativamente indisturbati, ma che non si avventurino in dribbling controproducenti: i terzini offensivi possono fare al caso nostro. In questo caso dovremmo dare loro spazio, togliendo le ali dalla loro corsia: dove mettiamo i due uomini in più? Uno lo metterei dietro la punta, così che non sia più così isolata come con il 4-5-1. Potrei schierarlo accanto alla prima punta, ma così spostiamo il problema del superamento dell’uomo dalle ali all’attacco: meglio davanti ai tre di centrocampo, ché una mano in fase di ripiegamento non fa mai male. Avanza una casella: con una punta, un trequartista, tre centrocampisti e due terzini, l’ultimo giocatore disponibile lo metto a rimpolpare la difesa, così che le discese offensive dei terzini non scoprano la squadra in modo pericoloso. Questo è il risultato finale: La preparazione si concentrerà su un modulo equilibrato, uno più coperto e uno decisamente offensivo. Quello che chiedo alla squadra è di giocare in modo corale, ma disciplinato, limitando i dribbling e i lanci lunghi dalla difesa, mantenendo una linea di difesa alta (ma non troppo), per ridurre lo spazio da percorrere ai terzini, che saranno le nostre “ali”, e occupando il campo per tutta la sua ampiezza. I centrali difensivi saranno stretti in fase offensiva, in modo da tamponare tempestivamente eventuali infilate offensive centrali. Spogliatoio. Incomprensioni, come troppo spesso accade. 14/12/2024 – Giornata 20 Formazioni. Esordio del nuovo modulo, provato solo in allenamento. Bjerg e Casini sostituiscono l’infortunato Ramos e lo squalificato Bona; Proietti avrà l’occasione per mettersi in mostra. Parentesi: non mi era mai capitato di giocare su un campo… quadrato! Partita Tattica 46’ – CV: attacco 55’ – CV: tirate appena possibile 60’ – SP: attacco; CV: contropiede, tirate appena possibile; Commento. L’inizio è un po’ stentato, mancano gli automatismi e la Spal nasconde efficacemente la palla, senza rinunciare a rendersi pericolosa. Dopo un’ora di gioco, però, i miei si svegliano e dopo una fitta rete di scambi Casini serve una palla d’oro per il vantaggio firmato Arnarsson. La Spal si lancia all’arrembaggio, ma le folate offensive si infrangono contro il muro difensivo e per due volte colpiamo implacabili in contropiede, con il redivivo Rossiter che, memore dei trascorsi comuni all’AGF, trova l'intesa con Appiah e manda in tilt la difesa avversaria. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 20 Infermeria Squadra della settimana. Fullbacks rule! Notizie. Il mio vice non accetta la scommessa, già sa che prenderemo gol… 21/12/2024 – Giornata 21 Formazioni. Siamo al giro di boa. La miglior squadra possibile proverà a espugnare il fortino difensivo dello Spezia. Partita Tattica 7’ – CV: rallentate il ritmo 25’ – CV: CA -> UA Commento. Sull’onda dell’entusiasmo, la squadra si lancia forsennatamente in attacco, perciò dopo pochi minuti ordino di rallentare e di ragionare di più. Dopo 13 minuti Rossiter ci porta in vantaggio dopo una combinazione stretta in area. I difensori avversari cominciano ad occuparsi con dedizione alle caviglie del nostro centravanti, così dopo qualche minuto gli chiedo di partecipare meno alla manovra e di occuparsi di metterla dentro: esegue la disposizioni alla perfezione e la sua tripletta finale stende uno Spezia poco incisivo e troppo rinunciatario, ma che comunque ci punisce nella ripresa con la squadra rilassata e distratta. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 21 Giocatore Under19 della settimana. La media voto non è sufficiente per Bona per ottenere il riconoscimento. Secondo me è stato penalizzato dalla pettinatura… Squadra della settimana Infermeria 29/12/2024 – Giornata 22 Formazioni. Turn over a centrocampo, Mei sostituisce il raffreddato Duffner. Partita Tattica 18’ – CV: marcatura a uomo CCD 57’ – CV: portate il pallone in area 71’ – CV: rallentate il ritmo Commento. I cinque avversari in mezzo al campo ci mettono da subito in estremo imbarazzo, perciò chiedo a Rossiter di sacrificarsi in marcatura a uomo sul regista difensivo. Ripristinata la parità numerica a centrocampo, prendiamo le redini del gioco e in dieci minuti i due avanti mettono il sigillo alla partita. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 22 Infermeria. Secondo infortunio in pochi mesi e un’altra mezza stella di potenziale che se ne va… Giocatore Under19 della settimana. Due terzini dietro un attaccante: non male! Squadra della settimana Notizie. Volo veloce in Danimarca per ritirare il meritato riconoscimento. Calendario (2024) Classifica Il Latina ha esaurito le pile e continua a perdere terreno. Noi, dopo il cambio di modulo, sembriamo avere una marcia in più: nelle ultime 3 partite abbiamo segnato quasi la metà dei gol realizzati nelle precedenti 19! Godiamoci la vetta, per un mese circa non si giocherà. Fra qualche giorno inizierà il mercato invernale ed è tempo di valutare eventuali rinnovi e/o acquisizioni: qualche innesto vorrei farlo, ma senza snaturare troppo la squadra. Vediamo cosa mi propongono gli osservatori...
  4. 23/11/20204 – Giornata 17 Formazioni. Fuori Ramos, squalificato, Rossiter e Arnarsson, in nazionale. Proveremo a controllare la partita. Partita Tattica 1’ – CV: controllo 8’ – CV: tenete palla 26’ – CV: contropiede, tenete palla 36’ – CV: portate il pallone in area 46’ – CV: liberta di movimento 51’ – CV: CeL/A -> CeL/S 70’ – CV: CeL/S -> CeL/A 79’ – PD: difesa; CV: 5-4-1 Libero, contropiede 83’ – CV: marcatura a uomo CCD, CCS 85’ – PD: attacco Commento. Ho sbagliato completamente l’interpretazione della partita e non sono riuscito a dare un indirizzo preciso alla squadra, che, anche se infine ha controllato efficacemente il campo, è andata in gol piuttosto fortuitamente. Il gioco latita e le occasioni mancano. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 17 Infermeria Gol del mese Formazione del mese. Voti mediamente bassi, sintomo del gioco non proprio eccelso espresso in campo. In attacco e a centrocampo meglio le riserve dei titolari: c’è davvero qualcosa che non va. Dirigenza. Cresce il gradimento, ma il modo di giocare non riscuote successo. Come dare loro torto… Finanze. Nonostante il controllo degli ingaggi ferreo, ben al di sotto del budget disponibile, c’è una piccola ma costante tendenza alla diminuzione delle riserve economiche: se dovremo operare sul mercato, bisognerà farlo in maniera oculata. Infermeria 02/12/2024 – Giornata 18 Formazioni. Con l’ultima in classifica azzardo un po’ di turn over. Partita Tattica 21’ – CV: attacco, ritmo più lento 28’ – CV: portate il pallone in area 79’ – CV: portate il pallone in area 80’ – BA: 5-4-1 TF Rombo, difesa; CV: 4-3-3 stretta, attacco Commento. Perdiamo contro l’ultima in classifica in modo scandaloso: Zanini sbaglia un retropassaggio e serve l’assist per il gol avversario; noi non creiamo una sola occasione da rete che sia una e pur in superiorità numerica a centrocampo per gran parte delle gara ci facciamo mettere sotto nel possesso. Nel finale neanche tre punte vere riescono a trovare lo spazio per arrivare al tiro. Alla fine mi sono imbestialito come non mai! Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 18 Notizie. Li ho mandati a fare in co tutti, dal primo all’ultimo! Infermeria. Recupera, ma non è pronto. 07/12/2024 – Giornata 19 Formazioni. Rossiter in panca a meditare. Partita Tattica 1’ – CV: contropiede 8’ – CV: tenete palla 46’ – CV: 5-3-1-1, standard 52’ – CV: ritmo più lento 78’ – CV: contropiede 84’ – PR: 3-4-3, attacco Commento. Nel primo tempo combiniamo poco o niente: per riuscire a mantenere il pallone non basta l’approccio prudente e l’ordine di tenere palla ci allontana del tutto dalla porta. Nella ripresa rivoluziono tutto e con il 5-3-1-1, pur improvvisato, riusciamo a mettere pressione al Parma, ma non dominiamo affatto. Ci salva capitan Bona, in inserimento offensivo dalla fascia, pronto a raccogliere il cross di Caputo: meno male che ci sono i terzini! Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 19 Giudice sportivo Infermeria. Con Ramos ci rivedremo all’anno nuovo. Forse… Giocatore Under19 della settimana Calendario Classifica Senza lo sciagurato scivolone con il Bari potremmo essere in vetta alla classifica. Ma, in un campionato in cui le posizioni di classifica cambiano continuamente, dobbiamo essere comunque soddisfatti di aver mantenuto il quarto posto. Mancano due gare alla fine del girone di andata e tre prima della fine dell’anno; quindi,dopo la pausa, si aprirà la finestra di mercato: guardando la classifica la promozione non appare poi così tanto irraggiungibile, con qualche innesto mirato e un cambio radicale di gioco potremmo anche pensare di (tentare di) fare il colpaccio.
  5. Non c'è una risposta valida per tutte le occasioni, dipende dalla partita e dagli avversari. In linea di massima direi che tenerli larghi può isolarli dal gioco o renderli più facilmente marcabili dai fluidificanti. Prova, osserva come si muovono in partita e se funziona è ok.
  6. Io insisto, con il Chievo il risultato è ingiusto!
  7. Volano questi canarini!
  8. Per niente incisivi, direi! Facciamo una fatica boia! Sì, più o meno hai centrato il punto. Se gli altri non ci dessero una mano, sarebbe davvero difficile... Tattica. Al 4-5-1 affianchiamo due moduli alternativi, entrambi con uno pseudo-rombo a centrocampo: il primo a destra è una modifica minima del 5-3-2 TF già messo in cantiere, il secondo è una versione più prudente a centrocampo di un 4-4-2 Rombo, con i fluidificanti offensivi. Vediamo come va e poi si deciderà, tanto questa stagione sembra partita all’insegna della variabilità tattica. O indecisione… Squadra del mese Formazione del mese Dirigenza Finanze Infermeria 02/11/2024 – Giornata 14 Formazioni. Il Pisa era annunciato con il 4-3-3 stretto e invece si presenta con un modulo completamente diverso. Al fischio di inizio saremo costretti a cambiare. Partita Tattica 1’ – CV: 4-1-2-3 TF 6’ – CV: marcatura a uomo MD e MS 9’ – CV: ampiezza larga 46’ – CV: 4-5-1 54’ – CV: portate il pallone in area 73’ – PI: 4-4-2 2M, difesa; CV: 5-3-2 TF 78’ – CV: attacco, ritmo più lento 86’ – PI: 4-2-4 attacco; CV: difesa Commento. A dispetto della posizione di classifica il Pisa gioca bene e sa rendersi pericoloso. Per contrastare la creazione di gioco, marchiamo a uomo i due mediani e il possesso passa saldamente nelle nostre mani. Quello che manca è la capacità di renderci pericolosi in area, anche se Rossiter becca due pali. Dopo diversi assestamenti tattici da una parte e dall’altra, infine è un episodio a decidere la partita: gran tiro da fuori di Appiah e i tre punti sono nostri. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 14 Notizie. Incredibile risultato dei nostri giovanotti contro i pari età dell’Inter! Finanze Infermeria 10/11/2024 – Giornata 15 Formazioni. Altra valutazione errata dei miei collaboratori: mi segnalano un 5-4-1 TF Rombo e invece ci troviamo un 4-4-2. Cominciamo così, poi si vedrà il da farsi. Partita Tattica 8’ – CV: 5-3-2 TF 20’ – CV: TF -> EsC 26’ – CV: UA -> AtP 38’ – CV: portate il pallone in area 95’ – VI: attacco Commento. Si potrebbero ripetere le stesse parole utilizzate per la partita precedente, perciò me le risparmio. Ringraziamo Arnarsson, fino a quel momento inesistente. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 15 Infermeria 17/11/2024 – Giornata 16 Formazioni. Tra nazionali e infortuni dobbiamo inventarci l’attacco. Non abbiamo colpitori di testa, toccherà giocare basso. Partita Tattica 1’ – CV: cross bassi, ampiezza larga 8’ – CV: portate il pallone in area 33’ – CV: portate il pallone in area 74’ – CV: controllo, ritmo più lento 75’ – JS: 5-4-1 TF Rombo, difesa Commento. Alle solite: noi facciamo la partita, tiriamo ma creiamo poco e questa volta non segniamo neppure allo scadere. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 16 Giudice sportivo Mercato. Il RSG si lancia in un ultimo acquisto: non è esattamente un portiere quello di cui abbiamo bisogno, ma almeno è un elemento valido come secondo. Devo ricordarmi di togliere al RSG la facoltà di comprare giocatori... Calendario Classifica Il Pescara scavalca il Brescia e il Pisa sprofonda ancora di più. Sorprende la caduta libera del Perugia. Noi manteniamo la posizione e anche questa potrebbe essere una sorpresa: fatichiamo tanto a trovare il gol, è vero, ma in difesa siamo di fatto impenetrabili. Anche a voler vedere il bicchiere mezzo pieno, non è però pensabile di poter continuare così: comincio a pensare che non sia solo una questione di attaccanti, quello che manca è un gioco capace di mettere le punte in condizioni favorevoli di tiro. E al momento non mi vengono in mente soluzioni praticabili. Tocca mettermi a studiare con calma uomini e statistiche.
  9. Spesso ho usato il 5-3-2 TF e tutte le volte andavo a nozze con squadre che giocavano con un 4-3-3 con "centravanti" tecnico, difesa alta e terzini "timidi". Perciò, sottoscrivendo quanto suggerito da unastriscia, i miei suggerimenti sono: in attacco, di provare ad abbassare la linea di difesa (va ridistribuito il pressing individuale) e a impostare il trequartista esterno dal lato del CC/A come ala, per dare campo e portare fuori i difensori, e di rendere più presenti nella metà campo avversaria i terzini, per esempio con compiti di attacco dal lato del AtE e di supporto con "vai avanti appena possibile" dal lato dell'ala; in difesa, di dare meno pressing al RAr, per tenerlo più vicino ai centrali, e, in partita, di provare a mettere le ali in marcatura a uomo sui fluidificanti.
  10. Fai una prova: 1- connessione attiva, accedi a Steam, aggiorna (se necessario); se Steam parte in automatico, passa direttamente al punto 2 2- esci da Steam 3- disattiva la connessione 4- accedi a Steam in modalità off-line 5- avvia il gioco dal menù Steam (dall'icona nella barra delle applicazioni "Mostra icone nascoste", tasto destro -> FM17)
  11. Vincere a mani basse è un duro lavoro, ma qualcuno deve pur farlo!
  12. Fatichiamo parecchio, ma il livello medio non è molto superiore al nostro. Abbiamo il vantaggio di una rosa abbastanza ampia rispetto alle altre, ma con le più forti è difficile sempre. In ogni caso, campionato stranissimo, è quasi impossibile fare pronostici, anche nelle altre partite. Infermeria. Brutta notizia, perdiamo il terzino sinistro titolare e da quella parte non siamo molto coperti. 20/10/2024 Giornata 11 Formazioni. Tra nazionali e infortuni mettiamo in campo una formazione rattoppata. Partita Tattica 1’ – CV: contropiede 9’ – BRE: difesa; CV: standard 12’ – CV: portate il pallone in area 46’ – BRE: 5-4-1 TF rombo, difesa; CV: 5-3-2 TF 74’ – CV: attacco, ampiezza abbastanza stretta, ritmo più lento Commento. Il risultato finale è impietoso, ma decisamente bugiardo. Noi paghiamo, al solito, l’imprecisione al tiro e il gol in apertura del Brescia ci costringe a giocare contro una difesa schierata arcigna e insuperabile. Le ridotte dimensioni del campo, poi, non aiutano certo la nostra manovra, neanche il passaggio a un modulo improvvisato sul campo sblocca la situazione già decisamente compromessa. Batosta senza appello. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 11 Notizie. Le nostre punte non pungono. Finanze. Il prestito oneroso si tramuta in cessione e incassiamo quasi tre volte il valore del giocatore. Non male! Infermeria. Stop inopportuno per Mei, ricaduta grave per Signorelli. Sono due tra le migliori promesse… Rientro per Ramos. 26/10/2024 – Giornata 12 Formazioni. Contro la prima in classifica schieriamo la migliore formazione possibile. Partita Tattica 4’ – CV: difesa, linea difesa normale, ampiezza larga 46’ – CV: libertà di movimento 60’ – CV: 5-3-2 TF, contropiede Commento. La partita inizia malissimo, dove al secondo tentativo del latina veniamo infilati in contropiede. Passiamo a uno schieramento più coperto, riusciamo a contenere la netta superiorità degli avversari e arriviamo al pareggio su calcio di rigore, parecchio contestato. Nella ripresa riproviamo con il 5-3-2 TF, ma non andiamo oltre un paio di mezze opportunità. Pareggio prezioso che fa morale. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 12 Infermeria. Il suo nome era già sulla lista dei convocati per il prossimo incontro. Qualcuno ce l’ha con noi! Tattica. Visto che sono già due partite che modifichiamo lo schieramento in campo, tanto vale inserire il modulo tra le routine di allenamento. 29/10/2024 – Giornata 13 Formazioni. Impegno infrasettimanale sulla carta facile: dentro le seconde linee e il rientrante Ramos. Ma non ho terzini in condizione perciò improvvisiamo uno schieramento sconosciuto (per i miei giocatori, per lo meno). Micheli e Arnarsson faranno gli straordinari. Partita Tattica 18’ – CV: portate il pallone in area 46’ – CV: portate il pallone in area 60’ – CV: contropiede 78’ – TA: difesa 85’ – TA: 4-1-2-3 larga, attacco Commento. Brutta, bruttissima partita. Soffriamo lo schieramento difensivo avversario e il campo cortissimo che ci toglie spazi di manovra. Le opportunità scarseggiano, fortunatamente sull’unica vera palla gol servita da Burato, Rossiter sorprende la difesa avversaria e segna da posizione defilata. Otteniamo i tre punti, ma la prestazione è stata decisamente al di sotto delle attese. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 13 Infermeria. Fanelli si fa male in partita e sarà assente per un po’, brutta tegola per il nostro attacco sfiatato. Altra promessa che si rompe tra i giovani. Calendario Classifica Le tre di testa non mollano, con il Latina sempre più lanciato verso la cavalcata solitaria. Noi restiamo agganciati per demeriti altrui più che per merito nostro: il punto strappato al Latina fa la differenza sulla tabella di marcia prevista. Dal punto di vista del gioco c’è molto da migliorare, ma sarà necessario focalizzare l’attenzione su assetti tattici più funzionali, non è da escludere l’utilizzo di sistemi molto diversi tra loro per avere più opzioni in partita. Non sarà facile, ma i prossimi incontri potrebbero darci l’opportunità di difendere la posizione in classifica.
  13. 4-1-4-1 – L’esterno invertito Uno dei punti cardine del modulo di gioco è l’utilizzo degli Esterni Invertiti, che in difesa coprono le fasce come dei veri e propri terzini e in attacco diventano i “mediani laterali” del Metodo, spesso anche qualcosa di più. Perciò, di seguito andremo ad illustrare sinteticamente l’uso del campo da parte degli Esterni Invertiti, utilizzando alcune immagini che rappresentano i tocchi in partita (destro e sinistro, nell’ordine), accompagnati dalla rappresentazione degli scambi. Tra parentesi il modulo utilizzato dagli avversari. Trapani – Chievo 0-2 (4-2-3-1 stretta) Pescara – Chievo 0-0 (5-4-1 TF Rombo) Carpi – Chievo 1-1 (4-4-2) Chievo – Crotone 2-1 (4-4-2) Cittadella – Chievo 0-1 (4-4-2) Chievo – Pro Vercelli 0-1 (4-2-3-1 stretta) Perugia – Chievo 0-0 (4-4-2)
  14. 4-1-4-1 [da: https://it.wikipedia.org/wiki/4-1-4-1] Il 4-1-4-1 è un modulo di gioco del calcio. Consiste nello schierare in campo 4 difensori, un centrocampista, 4 trequartisti e un attaccante ll 4-1-4-1 è la diretta evoluzione del 4-3-3 che si fonde ai concetti del 4-1-3-2. SI tratta di uno schema nato in Europa nella seconda metà degli anni 2000. Si tratta di un modulo molto offensivo che permette di fare un grande pressing alto grazie alla presenza di quattro giocatori che agiscono "tra le linee" Il modulo Il 4-1-4-1 ha una difesa a 4 che resta molto bloccata soprattutto sulle fasce, dove i terzini badano prevalentemente alla fase difensiva, grazie al fatto che le sovrapposizioni sono affidate prevalentemente ai trequartisti. Spesso a questo scopo (e non è una prerogativa esclusiva di questo modulo) vengono utilizzati difensori centrali veloci e di buona tecnica. Il centrocampo, così come nel 4-1-3-2 conta di un solo elemento, di conseguenza si preferisce schierare il classico centrocampista di "qualità e quantità": un interdittore dotato di tecnica e visione di gioco in grado di recuperare palloni e provvedere a fare da organizzatore; in realtà però in questo modulo, anche i due trequartisti centrali vengono in aiuto del mediano, e il centrocampo si trasforma a 3 in fase difensiva, è per questo che per tale ruolo i giocatori si possono considerare vere e proprie mezze ali in grado di dare un contributo anche in fase difensiva e mettere pressione sul centrocampo avversario che viene chiuso nella propria metà campo. Le ali in fase offensiva si portano avanti sovrapponendosi ai trequartisti, possono arrivare sul fondo a crossare per servire il centravanti o accentrarsi, o anche sfruttare il gioco di sponda per inserirsi da dietro; ma in fase difensiva devono arretrare sulla linea del centrocampo, pur avendo un ruolo di attacco: la squadra in pratica applica un 4-5-1 che segue nei movimenti difensivi quelli del 4-3-3. Questo permette alla squadra di mantenersi sempre corta e aiutare a coprire la difesa che è protetta da un solo centrocampista in grado di fare da frangiflutti. E per lo stesso motivo è indispensabile avere davanti una prima punta in grado di far salire la squadra e difendere il pallone davanti alla linea difensiva avversaria, e tenere quindi alto il baricentro del gioco. A questo attaccante di solito oltre naturalmente alla finalizzazione delle azioni, si richiede di saper giocare anche spalle alla porta, per mettere in moto gli inserimenti dei 4 giocatori che agiscono tra le linee di centrocampo e difesa avversarie. Naturalmente le varianti possibili sono infinite e a discrezione dell'allenatore, e tra queste varianti c'è quella di utilizzare in avanti una punta "leggera" e "opportunista" che pensi solo a giocare per il gol. Il 4-1-4-1 in FM17 Le analogie e le differenze rispetto alla descrizione del modulo ripresa da Wikipedia saltano all’occhio. Tra le analogie, la più importante è la presenza davanti alla difesa di un “centrocampista di "qualità e quantità": un interdittore dotato di tecnica e visione di gioco in grado di recuperare palloni e provvedere a fare da organizzatore”: la mia scelta è caduta sul Regista Arretrato, per le caratteristiche proprie del ruolo in FM, una su tutte la tendenza ad arretrare tra i due centrali difensivi in fase di costruzione del gioco partendo dalla difesa. Un’altra analogia è la presenza di 4 giocatori con compiti offensivi che agiscono tra le linee alle spalle della punta, pronti agli inserimenti: a differenza di quanto riportato nella citazione, però, i 4 sono schierati sulla linea dei centrocampisti per poter gestire in modo più razionale la fase difensiva: i due Centrocampisti Centrali formeranno con il Regista Arretrato un triangolo con vertice basso a protezione della difesa, mentre le Ali si occuperanno del pressing sugli esterni avversari e occasionalmente al centro, sempre mantenendo una forte propensione offensiva. La differenza principale risiede nel ruolo assegnato agli esterni difensivi, che nel modulo presentato non saranno dei classici terzini dediti esclusivamente alla copertura della fascia, ma, una volta assolti i compiti di difesa, si proporranno come centrocampisti aggiunti, affiancandosi al Regista Arretrato e diventando (si spera!) i veri fornitori di gioco. Per trovare nella storia del calcio dei ruoli abbastanza simili a quanto proposto, bisogna fare un salto indietro nel tempo di quasi un secolo. Metodo [da: https://it.wikipedia.org/wiki/Metodo_(calcio)] Il metodo (2-3-2-3), detto anche WW è un modulo di gioco del calcio ideato contemporaneamente da Carlo Carcano e Vittorio Pozzo, commissari tecnici dell'Italia tra le due guerre. [omissis] Lo schema tattico di base è basato nella piramide di Cambridge con due difensori arretrati (i terzini) che avevano il compito di presidiare gli attacchi portati centralmente dalla squadra avversaria. Il primo era chiamato "di volata", in quanto si occupava di marcare direttamente l'attaccante avversario, in genere il centrattacco, mentre il secondo veniva denominato "di posizione" perché aveva il compito di presidiare l'area di rigore ed accorrere in sostegno del difensore in difficoltà: si trattava di una sorta di libero ante litteram. Il compito di controllare le ali spettava ai due mediani laterali, che potevano talora sostenere i centrocampisti, in fase di attacco. Il cardine della manovra era il giocatore centrale posto dinnanzi alla difesa, detto centromediano metodista, che era il "regista arretrato" della squadra. Infine, l'arretramento verso la mediana dei due inside forward, gli "attaccanti interni" della piramide (detti anche "mezze ali") dava origine ad una formazione del tipo 2-3-2-3, o "WW", poiché ripeteva sul campo la forma di queste lettere. In questo modo si creava di fatto una superiorità numerica a centrocampo: la difesa risultava più protetta e i contrattacchi risultavano più rapidi ed efficaci. Meisl si mostrò propenso ad applicare una versione dinamica del metodo, basata sul frequente scambio di ruolo tra giocatori e sui passaggi rasoterra, dando di fatto origine ad un ibrido con il "sistema". Pozzo rimase invece legato alla versione "pura" della sua tattica, dichiarandosi sempre decisamente contrario all'introduzione dello schema inglese, che egli riteneva troppo impegnativo e dispendioso dal punto di vista atletico, e per questo poco adatto alle caratteristiche ed allo stile degli italiani. In fase offensiva le due mezzali cercavano l'inserimento, mentre le ali arretrate(oggi terzini) salivano, diventando così una Piramide (2-3-5), mentre in fase difensiva, le ali arretravano come i mediani esterni, creando così una difesa a quattro. Se le mezze ali arretravano, il gioco diventava un 4-3-2-1, se restavano alte, un 4-1-4-1. Se l'allenatore voleva tenere la squadra corta, attaccando e difendendo allo stesso tempo, poteva diventare un 4-3-3. Il Metodo nel 4-1-4-1 Analizzando il testo, vediamo subito nelle prime righe (nei termini di FM) la descrizione di due difensori centrali di cui uno con compiti di marcatura e l’altro con compiti di copertura. Nel modulo proposto sono impostati di default con compiti di difesa, ma non è escluso che possano essere assegnati a compiti di marcatura e copertura in presenza di una punta centrale assistita da un trequartista. Proseguendo, troviamo l’accenno ai “mediani laterali, che potevano talora sostenere i centrocampisti, in fase di attacco”: cioè due mediani/centrocampisti, che in fase di difesa vanno a coprire lo spazio sulle fasce, generalmente occupate dalle ali avversarie. Direi che, pur se osservati da angolazioni differenti, stiamo parlando della stessa cosa: al netto dei nomi, in FM se non possiamo portare sulla linea dei terzini due mediani, possiamo però portare dalla posizione di terzini (in fase difensiva) sulla linea dei mediani (in fase offensiva) due Esterni Invertiti. Il risultato finale dovrebbe essere proprio il 4-1-4-1 come schieramento difensivo e un (quasi) 2-3-5 come schieramento offensivo. Come vedremo più avanti, in FM la Punta Centrale comunque rimane in posizione più avanzata rispetto alle ali e alle mezze ali, ma ai fini del gioco non rappresenta un problema e, anzi, contribuisce a creare profondità nella difesa avversaria. Le istruzioni di squadra (ovvero, l’evoluzione del modulo) Il primissimo set di istruzioni di squadra è stato piuttosto basico e influenzato fortemente dalle esperienze pregresse. Traducendo graficamente le mentalità individuali, l’assetto generale di squadra non sembra presentare problemi di sorta. In teoria. In pratica, quello che si osserva è una disposizione difensiva abbastanza anomala, fortemente permeabile agli attacchi sulle fasce e che lascia troppo spazio ai centrocampisti centrali avversari. In attacco, se i cinque davanti si dispongono in campo secondo le intenzioni, lo stesso non si può dire per i tre in mezzo al campo e (sorprendentemente?) per i due difensori centrali. La manovra è affrettata in transizione, caotica in attacco schierato, con gli Esterni Invertiti che spesso si trovano ad essere più avanzati persino della punta centrale; in ripiegamento difensivo non è infrequente lo scambio tra giocatori, sintomatico del fatto che molti si sono fatti trovare fuori posizione. In difesa schierata, infine, la ricerca del pallone si fa frenetica e ossessiva, con l’apertura di buchi difensivi enormi. Prime modifiche – La disposizione strutturata Dopo le prime esperienze negative con la disposizione fluida, è stato realizzato un cambio di paradigma e il risultato è stato il passaggio ad una disposizione strutturata. Di seguito la rappresentazione grafica delle mentalità individuali e le istruzioni di squadra. Il cambio di disposizione ha effetti sul livello di pressing e sulla libertà di inventare: perciò, mantenendo il Dribbla di meno (punto debole della squadra è proprio il dribbling), si aggiungono Libertà di movimento e Più creatività. La mentalità dei 4 di centrocampo rimane invariata, aumenta leggermente quella della punta centrale, mentre si abbassa per tutti gli altri. La squadra sarà lunga? Rispetto alla disposizione fluida sicuramente sarà meno compatta, ma la linea di difesa leggermente più alta potrebbe avvicinare difensori e mediani al resto della squadra. Il pressing era un incognita: come si comporterà la squadra con la linea di difesa leggermente più alta e Più Pressing? La rappresentazione grafica di mentalità e pressing offre degli indizi interessanti. La squadra è fortemente sbilanciata in avanti in fase difensiva e la ricerca del pressing fa saltare un pur minimo accenno di compattezza difensiva. Gli esterni di difesa sono troppo avanti e lasciano spesso isolati i centrali; questi ultimi capita di vederli in pressing fin sul cerchio di centrocampo, con conseguenze immaginabili. I centrocampisti e il mediano invece di formare la prima difesa davanti alla difesa, se ne vanno in giro per il campo, arrivando a pressare anche al limite dell’area di rigore avversaria. La mia squadra non è all’altezza di gestire un simile tipo di gioco, perciò si procede gradualmente a ridurre i livelli di pressing individuale. La riduzione del pressing Il primo tentativo riguarda i due Difensori Centrali, il Regista Arretrato e i due Centrocampisti Centrali. Il livello generale si abbassa leggermente, ma le uscite in pressing sono ancora troppo frequenti e in difesa continuiamo a soffrire più del dovuto. Il secondo tentativo è piuttosto conservativo: si aumenta il pressing alle ali per provare a renderle più partecipi della fase di copertura, anche in zone di campo più centrali. La variazione è minima e non si apprezzano differenze significative: le ali si muovono di più, e questo mi piace, ma il resto della squadra non ha ancora trovato un equilibrio. Il terzo tentativo vede una drastica riduzione di pressing ai Difensori Centrali, al Regista Arretrato, ai Centrocampisti Centrali e una riduzione moderata agli Esterni Invertiti. Le ali restano con Più pressing. Il pressing di squadra subisce una drastica riduzione, ma finalmente si comincia ad intravedere una disposizione difensiva abbastanza compatta, che prelude spesso ad una fase di transizione offensiva incisiva e pericolosa in contropiede. Nel caso mostrato le ali sembrano essere tagliate fuori dalla manovra difensiva, ma in realtà hanno coperto efficacemente il gioco avversario che puntava soprattutto alle sovrapposizioni sulle fasce. Le istruzioni (quasi) definitive Portiere Difensori Centrali Esterni Invertiti Regista Arretrato Centrocampisti Centrali Ali Punta Centrale La manovra offensiva Fino ad ora ad essere presa in considerazione è stata soprattutto la fase difensiva. Personalmente ritengo che sia l’aspetto tattico più importante da mettere a punto e, in determinate condizioni, anche il più complesso. Questo non vuol dire che la manovra offensiva sia di secondaria importanza, tutt’altro. Ma, una volta messa a punto la difesa, conciliando le posizioni difensive e i compiti offensivi dei giocatori in campo, per creare opportunità e cercare la realizzazione l’osservazione dei movimenti dei propri giocatori in relazione alle difese avversarie può facilitare l’adozione di eventuali (piccole) modifiche nelle istruzioni di squadra o individuali. Nel caso specifico, la regolazione dell’ampiezza di gioco è la prima istruzione che è stata modificata (in partita) per meglio adeguarsi alle difese avversarie. Per migliorare il possesso, soprattutto in situazioni di vantaggio e, quindi, per “addormentare” la partita, la riduzione del ritmo di gioco sembra essere la mossa più opportuna, ma va scelta con oculatezza, perché può indurre negli avversari un atteggiamento offensivo più aggressivo. Meglio è (o almeno, così è stato nelle poche partite disputate) passare a una mentalità difensiva: non contropiede, che abbassa troppo la linea di difesa e allunga la squadra in maniera non opportuna. Il cambio di mentalità in senso offensivo sembra dare migliori risultati con mentalità Controllo, aggiustando l’ampiezza e riducendo il ritmo di gioco: la mentalità Offensiva sembra “strizzare” troppo la squadra durante la transizione per poi schiacciarla sull’area avversaria. Ma è stata usata per una frazione di tempo non significativa e andrebbe rivista meglio. Per concludere questa prima presentazione, un accenno al prossimo, probabile, cambio che sarà effettuato: può capitare che la Ali restino isolate ai margini del campo e spesso si perdono in dribbling inutili e controproducenti (non sono propriamente dei campioni, lo so…), per questo il cambio di ruolo in Centrocampisti Laterali, con istruzioni identiche tranne che con Gioca più stretto e senza dribbling impostato, sembra essere la naturale "evoluzione". Una prova coronata da successo, infine, è stata realizzata contro una difesa a 5: per aprire la maglie strettissime dei difensori, i Centrocampisti Laterali sono stati impostati con compiti di supporto e anche se la conformazione offensiva perde un po’ la disposizione a W tipica del Modulo, il risultato, e il gioco osservato in partita, ci ha dato comunque ragione. A breve (mi auguro) saranno illustrate alcune situazioni di gioco.
  15. Tattica. Il modulo di gioco preparato per questa stagione è estremamente affascinante, ma richiede doti tecniche al si sopra delle capacità della mia squadra, soprattutto in fase offensiva quando gli avanti si trovano spesso ad affrontare gli avversari nell’uno contro uno e non sempre hanno la meglio. Perciò, dopo aver visto e rivisto gli ultimi incontri, proveremo a mettere a punto un sistema di gioco più ortodosso. Gli esterni offensivi giocheranno più in mezzo al campo, lasciando le corsie esterne alle discese dei terzini; il centrocampo passa da 5 a 3 e presumibilmente perderemo qualcosa in termini di possesso, ma si spera di riuscire ad essere più incisivi in attacco, dove la presenza di due uomini per fascia dovrebbe aprire maggiormente le difese avversarie. In difesa non dovrebbe cambiare molto, con un impianto generale sostanzialmente simile al 4-1-4-1. Infermeria. Perdiamo il nostro regista per un mese, con i miei improperi mi gioco gli ultimi bonus-purgatorio. 28/09/2024 – Giornata 8 Formazioni. Proviamo ancora con il Metodo, con la squadra quasi al completo. Partita Tattica 30’ – CV: 4-5-1 52’ – CV: ampiezza larga 70’ – FC: 3-4-3 larga, difesa 75’ – CV: attacco, pressing normale, ampiezza equilibrata 82’ – CV: portate il pallone in area Commento. Un’altra partita deludente. Nella prima mezz’ora subiamo il Frosinone più del necessario e raramente arriviamo al limite dell’area avversaria. Con il cambio di modulo le cose cambiano in meglio, ma nonostante le occasioni create non troviamo la via del gol. Nella parte finale della partita il Frosinone si chiude in difesa e si porta a casa un punto rubato. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 8 Squadra della settimana Gol del mese Formazione del mese. Rossiter finisce in formazione solo perché Fanelli riesce a far peggio di lui. Deludente E. Olivieri, che in difesa produce disastri. Dirigenza Finanze Convocazioni in Nazionale Infermeria. Via Rossiter (in Nazionale), perdiamo il terzo attaccante. Mi sembra giusto… 05/10/2024 – Giornata 9 Formazioni. L’impegno non dovrebbe essere improbo: dentro Fanelli (scelta obbligata) e qualche riserva per dare respiro ad alcuni titolari stanchi. Duffner rompe le scatole, così lo metto in campo prima che cominci a lamentarsi. Si cambia modulo. Partita Tattica 12’ – CV: portate il pallone in area 69’ – CV: difesa Commento. Gli avversari ci chiudono tutti gli spazi e fatichiamo in maniera imbarazzante a trovare la via della porta. Dominiamo a centrocampo, ma tiriamo spesso (e male) da lontano. Al 69’ è un guizzo di Fanelli, che sfugge alla marcatura avversaria, a sbloccare la partita: ordino la difesa, ma non servirà, l’Andria non ha i mezzi tecnici per recuperare e in chiusura arrotondiamo su calcio di punizione di Bona. Vittoria sofferta. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 9 Notizie. Fanelli si sblocca, speriamo duri. Società. Finalmente la dirigenza accetta il miglioramento delle strutture giovanili. Giocatore U19 della settimana Squadra della settimana Infermeria. Per uno che esce, due che entrano. 13/10/2024 – Giornata 10 Formazioni. Rientra Bjerg, Arnarsson e Rossiter sono ancora impegnati con le rispettive nazionali. Esperimento: sposto lo spilungone Mallamaci in mezzo e il piccoletto Citti sull'esterno. Partita Tattica 21’ – CV: ampiezza equilibrata, ritmo più lento 38’ – CV: AtP -> CA 62’ – CES: attacco 71’ – CV: contropiede, ritmo normale, ampiezza abbastanza larga 72’ – CES: attacco Commento. Partita equilibrata, con il Cesena pericoloso nei primi minuti di gioco, ma poco preciso sotto porta: Raimondi salva su un paio di conclusioni pericolose e poi si supera parando un rigore. I cambi tattici in partita ci sono favorevoli: appena rallentiamo andiamo in gol, gli avversari si fanno offensivi e raddoppiamo in contropiede, passiamo in mentalità contropiede e assestiamo il colpo del KO. Ritroviamo precisione, ma il Cesena ci ha regalato ampi spazi. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 10 Giocatore U19 delle settimana Squadra della settimana Calendario Classifica A parte in testa e in coda, la classifica è molto mobile. Il Latina si avvia trionfante verso la Serie A, Bari e Padova non riescono a venir fuori dalla zona rossa. Noi recuperiamo qualche posizione, ma, cosa più importante, miglioriamo sensibilmente in fase offensiva. I prossimi incontri sono con le prime della classe e contro un Taranto in ripresa. L’obiettivo è di ottenere almeno 3 punti: perdere con Latina e Brescia ci puà stare, ma venderemo cara la pelle; con il Taranto non sarà accettato nessun risultato diverso dalla vittoria.
  16. Grazie per i complimenti. I problemi in attacco ci sono e derivano dal fatto che gli esterni impostati su attaccare (sia Ali sia CeL) stringono molto al centro, anche con ampiezza larga. Questo porta le difese avversarie a compattarsi e se non c'è un rapido cambio di fronte il superamento dell'uomo dipende spesso dalle caratteristiche dei giocatori: contro difensori veloci e/o forti nei contrasti i miei attaccanti molte volte hanno la peggio e si vanifica la superiorità numerica su uno dei lati d'attacco. Mi piacerebbe provare la manovra offensiva di questo modulo con squadre top (ma non ho molto tempo per farlo): il numero di volte che si arriva alla conclusione è decisamente elevato e i miei spesso si sono mangiati gol già fatti! Esterno invertito. Se ci fosse un ruolo analogo tra i trequartisti esterni si potrebbe decretare la fine di FM! Di fatto sono immarcabili e anche terzinacci scarsi ottengono voti elevati in partita. Si accentrano moltissimo e con ampiezze meno che "abbastanza larga" finiscono con il pestarsi i piedi, se c'è un mediano o un CC impostato su difendere risultano troppo stretti. Con le istruzioni personali di andare avanti appena possibile finiscono spesso e volentieri fin dentro l'area avversaria, perciò andrebbero utilizzati con CC con compiti di supporto e "mantenere la posizione"; il rovescio della medaglia e che si troverebbero troppe volte CC e EsI tutti sulla stessa linea di gioco. Nel save scrauso (Bath City, ) che uso per prove varie, ho visto che con un RAr e due trequartisti (supporto) hanno più spazio, ma in difesa non sarebbe il massimo. In FM16 notavo che, con ampiezza larga, impostando "vai avanti appena possibile" e "cercate di sovrapporvi" poteva capitare che si sovrapponessero in fascia per il cross dal fondo, ma in FM17 non l'ho mai visto fare. Altra considerazione: il movimento ad allargarsi dei due DC avviene solo se gli esterni invertiti sono due; con un solo EsI i due Dc restano nelle loro posizioni. In questo caso potrebbe essere utilizzato con centrocampo a tre asimmetrico: con un Mediano, un CC e un CO (per esempio), l'EsI sullo stesso lato del CO copre bene lo spazio alle spalle del CO, diventando davvero un centrocampista aggiunto. Con tre DC, senza mediano (o CC/D) e con due CC/S si posizionano alle spalle dei CC a formare un box a centrocampo, mentre la difesa diventa una difesa a tre a tutti gli effetti. Infine, posizionati sulla linea dei mediani/fluidificanti, impostati con "vai avanti appena possibile" diventano dei veri attaccanti aggiunti, ma sistemare gli equilibri di squadra diventerebbe un lavoraccio (che non ho neanche pensato di cominciare a fare!). I limiti, secondo me, dipendono dalla codificazione del ruolo, che, a differenza degli altri (quasi tutti), non tiene conto della posizione degli altri giocatori in campo e si comporta un po' "a prescindere". Mi spiego con un paio di esempi: come dicevo sopra, le Ali su attaccare stringono al centro se davanti c'è una sola punta, ma con due punte centrali occupano di più posizioni larghe; i CC/attaccare se davanti non hanno spazio restano più arretrati e vanno avanti solamente "appena possibile", ma se non ci sono trequartisti o c'è una sola punta è facile trovarli in area. Gli EsI questo "ragionamento" non lo fanno, si muovono secondo le loro istruzioni e la difficoltà di regolazione della squadra risiede nel fatto che per utilizzarli bisogna impostare tutti gli altri in base alle loro "esigenze". Ruolo problematico, ma per me affascinante, che pone delle sfide interessanti.
  17. E' troppo presto per stupirsi, il cammino è lungo e le prime difficoltà cominciano a palesarsi. E siamo in tre, allora! Il passo indietro è in linea con il titolo della mia carriera, non ti pare? "Con quello che ti ritrovi tra le mani" mi ha fatto morire! Potremmo sorprendere,ma sarà dura... Squadra della settimana 17/09/2024 – Giornata 5 Formazioni. Dentro le riserve e qualche riserva delle riserve. Partita Tattica 6’ – CV: difesa 57’ – CIT: 4-3-3 stretta, attacco; CV: 5-4-1, difesa Commento. Il Cittadella è meno pericoloso di quanto mi aspettassi: nonostante avessimo in campo una squadra fortemente rimaneggiata, non corriamo nessun pericolo. Da parte nostra, però, fatichiamo non poco a creare gioco e dopo le due occasioni divorate da Fanelli arriva il gol insperato di Damborg. Dopo di allora più nulla, da entrambe le parti, il 5-4-1 spegne ogni velleità offensiva degli avversari. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 5 Notizie. Scommetto con il vice che la prossima la perdiamo. Infermeria 21/09/2024 – Giornata 6 Formazioni. Rientrano i titolari, resta Bjerg a sostituire Ramos non ancora completamente pronto. Partita Tattica 12’ – CV: ritmo più lento 21’ – CV: difesa 28’ – CV: portate il pallone in area 50’ – CV: attacco, ampiezza equilibrata, ritmo molto più lento, più creatività 68’ – PV: 5-4-1 rombo, difesa; CV: tirate appena possibile Commento. Incasso la posta dal mio vice, che mi guarda sconsolato. Proviamo in tutti i modi possibili, o almeno quelli che vengono in mente a me, di rendere più disciplinata la squadra e mantenere un abbozzo di possesso, ma c’è poco da fare. Tiriamo tanto, ma centriamo la porta solo per sbaglio (un tiro da distanze siderali e un altro deviato), l’unica occasione per segnare (e sarebbe stato vantaggio per noi) l’ha avuta Rossiter, ma gli avversari stanno ancora ridendo. Alla fine dobbiamo ringraziare Micheli e Raimondi se il passivo non è stato più pesante. Nota a margine sul 4-2-3-1 stretto degli avversari: è un modulo di gioco non-sense, a mio parere, ma che occupando sistematicamente il centro del campo non dà veramente modo di giocare, soprattutto a chi come noi non utilizza le fasce. Che mi sia di lezione. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 6 Notizie. Rossiter chiacchiera con la stampa. Spogliatoio. Micheli rinuncia a cambiare aria, la punizione ha sortito effetto. 24/09/2024 – Giornata 7 Formazioni. Troppo poco tempo per recuperare energie, dobbiamo schierare una squadra rimaneggiata. Partita Tattica 23’ – CV: portate il pallone in area 72’ – CV: standard, ampiezza larga 81’ – CV: attacco, ampiezza equilibrata, più creatività Commento. Buon lavoro della difesa, anche in fase di costruzione, ma dalla cintola in su non pungiamo, anche le occasioni create vengono sprecate malamente. Penso sia ufficiale, abbiamo un serio problema nel trovare la rete e dopo una gara come questa dominata sul piano del gioco c’è da mangiarsi i gomiti. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 7 Notizie Calendario Classifica Perdiamo posizioni. Ma se prima non c’era motivo di entusiasmarsi troppo, ora sarebbe il caso di cominciare a preoccuparsi, almeno un pochino: in difesa reggiamo bene, con soli 3 gol subiti siamo i migliori; ma in attacco siamo a livello delle ultime della classe e non va per niente bene. Il sistema di gioco è affascinante, ma è indubbio che servano giocatori con tecnica decisamente più elevata. Ci penseremo un po’ su e poi si deciderà.
  18. 4-1-4-1 – Disposizione in campo La squadra al calcio di inizio battuto dagli avversari si dispone secondo lo schieramento difensivo (evidenziato in blu), perfettamente riconoscibile. Su calcio di rinvio da fondo campo per gli avversari, la disposizione della linea dei centrocampisti si adatta alle posizioni in campo degli avversari mentre i quattro di difesa restano perfettamente in linea. A difesa schierata, le linee si compattano ma il modulo di partenza resta ancora ben riconoscibile. Unico difetto, gli esterni offensivi rimangono troppo vicini ai terzini avversari e la chiusura in pressing al centro, che comunque avviene, spesso non è così tempestiva come sarebbe preferibile che fosse. Su calcio di rinvio a nostro favore, ecco che compare la disposizione metodista a WW (evidenziata in rosso): i due Difensori Centrali (2 e 3) si allargano verso l’esterno, gli Esterni Invertiti (4 e 6) salgono sulla linea di mediana e convergono al centro, il Regista Arretrato (5) va a occupare lo spazio centrale. Sul nostro calcio di inizio, lo schieramento è quello offensivo a WW, con i 5 dietro molto stretti e i 5 avanti più larghi. In manovra d’attacco, le linee si spaziano maggiormente tra di loro e con 5 uomini in mezzo al campo è facile ottenere alti livelli di possesso. Con la perdita del possesso in attacco, la squadra riassume lo schieramento difensivo e si osserva come, anche con una pressione alta sugli avversari, si riesca a mantenere una disposizione ordinata in campo. Le “ali” a supporto Contro squadre schierate con il 5-4-1 a rombo (che ci hanno messo in estremo imbarazzo) si è preferito impostare gli esterni offensivi a supporto, per avere maggiore ampiezza di manovra e provare ad aprire i pochi spazi disponibili in difesa. Quello che si osserva, in questo caso, è una maggiore propensione offensiva dei Centrocampisti Centrali, che vanno a formare con la Punta un vero e proprio tridente offensivo stretto. A centrocampo si forma una linea a 5 (evidenziata in giallo), ma per migliorare le percentuali di possesso è necessario istruire almeno uno degli Esterni Invertiti di andare avanti appena possibile per colmare la distanza che si viene a creare tra i reparti. La manovra offensiva In attacco la squadra mostra un comportamento piuttosto semplice, con due situazioni alternative tipiche. Questo non si traduce in prevedibilità o scarsità di creazione di gioco, perché, come vedremo nei due esempi successivi, comunque si riescono a portare molti uomini in posizioni potenzialmente favorevoli di passaggio o di utilizzo dello spazio. I limiti, semmai, sono di tipo individuale: è indubbio che giocatori con elevate capacità tecniche saprebbero sfruttare molto efficacemente le opportunità prodotte. Con il pallone gestito dal centrocampo, la manovra tende a creare una serie di scambi prolungati tra i 5 in mezzo al campo, riuscendo molto spesso a liberare almeno un uomo che a sua volta potrà o servire per un inserimento in area o tentare la conclusione. L’alternativa è il coinvolgimento attivo nella manovra della Punta, che arretrando parecchio “scombina” la linea difensiva avversaria e apre dei corridoi per gli inserimenti degli esterni e dei centrocampisti centrali (si noti la posizione del Difensore Centrale avversario, n. 20, portato fuori linea dal movimento della nostra Punta). L’azione offensiva sulle fasce è ovviamente ridotta, molto meno con gli esterni impostati a supporto. Con gli esterni offensivi, l’uso delle fasce avviene soprattutto durante le rapide transizioni in contropiede e in questi casi si può assistere alla classica discesa con cross dalla linea di fondo. Il coinvolgimento degli esterni nella fase di costruzione della manovra offensiva produce degli spostamenti di tutta la squadra sul lato del portatore di palla e può provocare degli sbilanciamenti nello schieramento difensivo avversario: in questi casi, il cambio di fronte di attacco passa per le due situazioni tipiche mostrate sopra, con il vantaggio di avere più spazi a disposizione per gli inserimenti.
  19. Ben ritrovato!
  20. Di sicuro è utile a non mettere troppa pressione alla squadra di ragazzini che ho messo su. Dirigenza. L’eliminazione dalla Coppa Italia ha avuto un impatto minimo sul mio gradimento. Meglio così. Finanze. Situazione indiscutibilmente ottima, penso si potranno fare grandi cose in futuro. Gli abbonamenti diminuiscono, ma con il cambio di serie era prevedibile. Mercato. La chiusura della finestra di mercato regista alcuni movimenti, quasi tutti opera del RSG (in giallo). Volevo vedere cosa fosse capace di fare un RSG con giudizio abilità/potenziale di 19/20 e in effetti gli affari conclusi non sono affatto male, economicamente parlando. Il problema è che è parecchio miope, ha ceduto tutte le promesse migliori, almeno quelle che non portato in prima squadra. Niente più deleghe, mi tocca occuparmi di tutto in prima persona per evitare ulteriori danni. Squadra della settimana 03/09/2024 – Giornata 2 Formazioni. Dentro Fanelli, Damborg e Appiah a sostituire i titolari affaticati. Partita Tattica 1’ –CV: CeL/A-> Cel/S 7’ – CV: ritmo più lento 83’ – CV: controllo, ampiezza equilibrata Commento. Il 5-4-1 del Pescara ci ha procurato diversi grattacapi sul piano del possesso, ma nessun vero pericolo verso la porta, arrivando al tiro solo da lontano. Noi, sciuponi, avremmo potuto metterla dentro almeno un paio di volte, ma non c’è stato verso. Due punti persi. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 2 08/09/2024 – Giornata 3 Formazioni. Mallamaci e Micheli rifiatano, dentro Burato e E. Olivieri. Fanelli prende il posto di Rossiter impegnato con la Nazionale. Partita Tattica 4’ – CV: ampiezza larga 6’ – CV: portate il pallone in area 30’ – CA: attacco 46’ – CV: più creatività 63’ – CA: attacco 72’ – CV: controllo, ampiezza equilibrata, ritmo più lento Commento. E’ vero che la nostra incapacità di centrare la porta e di metterla dentro è stata imbarazzante, ma a volte si percepisce un certo senso di ingiustizia in quello che succede in campo: le statistiche sono impietose, per il Carpi, ma comunque non andiamo oltre il pareggio per un fallo sciagurato di Burato, nervoso dal primo minuto. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 3 Infermeria 14/09/2024 – Giornata 4 Formazioni. Turn over ridotto, le riserve devono ancora conquistarsi la piena fiducia. Partita Tattica 46’ – CR: attacco 73’ – CV: portate il pallone in area Commento. Indoviniamo la partita (quasi) perfetta: se fossimo stati più bravi a creare occasioni nitide, avrei sofferto meno per il timore di vedere sfumare la vittoria ampiamente meritata. Forse abbiamo trovato il giusto equilibrio con un assetto difensivo. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 4 Calendario Classifica Partenza positiva: possiamo recriminare per due vittorie mancate (per nostre colpe), ma gli aspetti positivi prevalgono. Dobbiamo migliorare in fase realizzativa e (paradossalmente) sembra che siamo più bravi a fare gol mantenendo un assetto estremamente prudente. Abbiamo ben figurato contro Crotone, Pescara e Trapani, tra le candidate alla promozione, perciò proprio così male non siamo. Appena impareremo a metterla dentro con più regolarità,potremmo toglierci qualche soddisfazione.
  21. Steamroller style! Secondo me la vittoria con il Chievo non è per niente meritata...
  22. L'Hellas è in C, niente derby quest'anno "Certo che la squadra è proprio giovane!!! Potenzialmente, non siamo messi proprio male ma e il campionato di B è lungo...e la dirigenza ha aspettative importanti non ha il contatto con la realtà..." *fixed Il gran momento è giunto. Sono al mio esordio alla guida del Chievo e anche se ho già alle spalle una discreta esperienza di allenatore l’emozione di accomodarmi su una panchina in Italia è tanta. Si comincerà con la Coppa Italia. 10/08/2024 – 2° Turno di qualificazione Formazioni. Unico assente Arnarsson, ancora infortunato. Partita Tattica 5’ – CV: Ali -> CeL/A 12’ – CV: CeL/a -> CeL/S 22’ – CV: portate il pallone in area Commento. Giochiamo con un filo di gas eppure annichiliamo l’Albinoleffe. Con maggior precisione avremmo fatto un bottino molto più consistente, ma dobbiamo accontentarci. La heatmap di squadra esprime perfettamente quelle che sono le mie richieste alla quadra in termini di possesso, ma mi rendo conto che bisognerà lavorare parecchio prima di poterci arrivare contro squadre di calibro superiore. Pagelle e statistiche Finanze Coppa Italia – Sorteggio. E ti pareva… Notizie. L’Under 20 stupisce contro avversari di rango. Infermeria. Quelli più scarsi non si fanno male quasi mai, quelli bravi e promettenti è quasi certo che prima o poi si rompano. 19/08/2024 – 3° Turno di qualificazione Formazioni. Oggi tocca ad Appiah sostituire l’infortunato Arnarsson. Partita Tattica 30’ – EM: attacco 35’ – EM: attacco 46’ – CV: standard, ritmo più lento Commento. E che vuoi commentare! Fino al gol l’Empoli il pallone non lo vede praticamente mai, con uno striminzito 28% di possesso. Noi ci proviamo in tutti i modi e da tutte le posizioni, ma non c’è niente da fare, la palla non ne vuol sapere di entrare. Finisce la nostra avventura in Coppa Italia con una sconfitta immeritata e il primo obiettivo stagionale (il 4° Turno) non viene raggiunto. Pagelle e statistiche Finanze Spogliatoio. Il buon Micheli vuole vincere e per farlo vuole trasferirsi… alla Salernitana! Lo mando una settimana in Under 20 per riflettere, se continuerà a rompere le scatole l’Under 18 è lì che l’aspetta fino alla fine della stagione. Notizie. I bookmaker rivedono al ribasso le nostre quotazioni, a quanto pare siamo considerati persino a rischio retrocessione. Sono mooooolto contento… Dirigenza. Per provare a dare uno stimolo in più alla squadra, punto sull’aspetto economico, abbiamo sufficienti riserve finanziarie. Infermeria. "Potrebbe diventare più bravo di Arnarsson", mi dice il mio secondo: infortunato, ovviamente… 31/08/2024 – Giornata 1 Formazioni. Rientro forzato per Arnarsson, per la prima voglio la squadra al completo. Partita Tattica 12’ – CV: ampiezza larga 18’ – CV: non fate tackle azzardati 21’ – CV: ampiezza abbastanza larga 25’ – CV: ritmo più lento 27’ – CV: PC marcatura a uomo CCD 33’ – CV: non fate tackle azzardati 38’ – CV: più creatività 85’ – CV: difesa, ritmo normale Commento. Partita sparagnina e concreta. Contro i cinque avversari a centrocampo fatichiamo un po’ a trovare le giuste misure, ma il gol in apertura sugli sviluppi di un calcio piazzato ci facilità di parecchio le cose. Il raddoppio ad inizio ripresa, sempre sugli sviluppi di un calcio di punizione, galvanizza la squadra che senza fronzoli ma tanto coraggio ottiene la prima vittoria stagionale in Serie B. Pagelle e statistiche Serie B – Giornata 1 Calendario Siamo appena all’inizio e tutto può ancora succedere. Il rammarico per l’eliminazione dalla Coppa Itali è tanto, ora bisognerà misurare la nostra forza in rapporto alle squadre competitrici ed eventualmente provvedere ad alcuni innesti a gennaio. La prima uscita contro il più quotato Trapani è andata bene, prossimamente sapremo se per sola fortuna o per merito nostro.
  23. Dall'immagine sembra che il tasto "Proponi termini" sia attivo. Non funziona neanche quello?
  24. Se cominciamo a parlare di età che avanza, ti batto a mani basse... Non conosco il funzionamento dell'editor, perché non lo possiedo. Ma quelli che tu chiami "errori", possono risultare delle variabili alle quali l'IA deve adattarsi e che sul breve periodo possono dare dei vantaggi. A me, fino ad ora, con il procedere dell'apprendimento della tattica si è verificata una maggiore "comprensione" della stessa da parte dell'IA, con conseguente aumento delle difficoltà. N.B.: io gioco a partita intera in 2D.
  25. La "fluidità" delle disposizioni (e.g. filosofia) fa riferimento al rapporto tra istruzioni del singolo giocatore e istruzioni/mentalità di squadra. Perciò sì, la fluidità di gioco si può ottenere anche con disposizioni strutturate, a patto che con "fluidità di gioco" si indichi l'insieme di movimento equilibrato di tutta la squadra nel difendersi, durante le transizioni e in attacco e della conseguente circolazione di palla.