• Announcements

    • LolloViola

      Nuovo utente? Leggi qui!   11/13/2016

      Per tutti coloro alle prime armi ed appena registrati, ecco una breve lista di linee guida che vi permetteranno un rapido ambientamento.
    • jefftribou

      FMBetting   09/12/2017

      Nasce l'area scommesse di FM.it dove i nostri esperti vi daranno tutte le dritte possibili. Iscrivetevi qui

LolloViola

Senators
  • Content count

    8,460
  • Joined

  • Last visited

  • Days Won

    82

Everything posted by LolloViola

  1. The Academy

  2. APPENDICE SUI GIUSTI SETTAGGI DEI GIOCATORI ESTERNI Quando si costruisce un modulo, è normale che, per quanto riguarda i giocatori di fascia, ci si trovi di fronte a due sole possibilità: o si gioca con un solo esterno scegliendo di inserire un uomo in più in difesa o in mezzo al campo, oppure si sceglie di giocare con due giocatori esterni, utile per poter colpire l'avversario sfruttando i movimenti simbiotici dei due. Andiamo quindi ad analizzare le due opzioni, con le conseguenti impostazioni da dare nel caso utilizzassimo un unico giocatore di fascia oppure due GIOCARE CON UN UNICO UOMO DI FASCIA Quando si sceglie di giocare con un unico giocatore esterno, bisogna avere la consapevolezza che esso deve ricoprire molteplici compiti, ovvero difendere, sostenere l'azione offensiva, proporsi in attacco. Proprio per questi motivi, a meno che non si tratti degli ultimi minuti di partita nei quali si cerca di difendere strenuamente il risultato oppure di buttarsi in avanti alla disperata ricerca di un gol, si deve cercare un giusto compromesso tra le tre fasi e non è propriamente facile. E' ovviamente normale e do per scontato che, quando si parla di unico uomo di fascia, si intende principalmente un terzino, altrimenti verrebbe meno la prima delle fasi che un uomo di fascia unico deve assolvere, ovvero quella difensiva. Come dicevo nell'introduzione, il giocatore deve essere consapevole che deve svolgere tutte e tre le fasi quindi, più avanti lo mettiamo, più difensivo deve essere il compito che dobbiamo assegnargli. Per unico esterno di fascia, quindi, prenderemo in considerazione le posizioni di DS/DD; TFS/TFD e infine CS/CD. In conclusione prima di esempi pratici, è normale ripetere che se settassimo un giocatore troppo difensivo, il terzino non darebbe la giusta spinta in avanti, lasciando la squadra isolata e facilmente prevedibile dato che attaccherebbe solo per vie centrali, al contrario un esterno troppo offensivo sarebbe si efficace in attacco garantendo ampie soluzioni offensive, ma lascerebbe troppi spazi dietro di sé, che i compagni faticherebbero a coprire. Per riuscire a trovare la giusta impostazione, ci rifacciamo a questi esempi pratici: - Terzino/attaccare: È impostabile solo nella posizione di DD/DS ed è l'unica impostazione del terzino semplice che riuscirebbe a garantire il giusto mix tra le tre fasi dette prima, dato che impostare il terzino con compiti di difesa o supporto lo lascerebbe troppo isolato dietro, non garantendo il giusto sbocco laterale per poter sostenere l'azione ed essere efficace in attacco - Terzino fluidificante/sostenere: Possiamo impostare questo ruolo sia nella situazione di DD/DS che in quella di TFD/TFS. Con compiti di sostegno è preferibile la seconda opzione in quanto partendo da ancora più dietro, il terzino fluidificante/supportare comincerebbe ad essere efficace solamente con ritmi lenti o molto lenti, dato che altrimenti avrebbe troppi metri da fare prima di riuscire ad essere efficace in fase di sostegno e scarico - Terzino fluidificante/attaccare: Possiamo impostare questo ruolo sia nella situazione di DD/DS che in quella di TFD/TFS. Con compiti di attacco a meno di moduli profondamente offensivi è consigliabile la prima opzione, sempre abbinati a ritmo medio o lento. In posizione più avanzata si può comunque usare un ritmo più veloce del normale - Esterno completo/sostenere: Possiamo impostare questo ruolo sia nella situazione di DD/DS che in quella di TFD/TFS. Con compiti di sostegno è preferibile la seconda opzione in quanto partendo da ancora più dietro, l'esterno completo/supportare comincerebbe ad essere efficace solamente con ritmi lenti o molto lenti, dato che altrimenti avrebbe troppi metri da fare prima di riuscire ad essere efficace in fase di sostegno e scarico - Esterno completo/attaccare: Possiamo impostare questo ruolo sia nella situazione di DD/DS che in quella di TFD/TFS. Con compiti di attacco a meno di moduli profondamente offensivi è consigliabile la prima opzione, sempre abbinati a ritmo medio o lento. In posizione più avanzata si può comunque usare un ritmo più veloce del normale. Se si sceglie questa opzione, bisogna prestare comunque attenzione alle impostazioni difensive in quanto l'esterno completo con compiti di attacco tende a rimanere piuttosto alto - Centrocampista laterale/difendere: Se si sceglie di impostare un centrocampista laterale lo si può fare solo nella posizione CD/CS. A prescindere dal compito, bisogna prevedere una impostazione difensiva appropriata in quanto dietro al ruolo rimarrà comunque molto spazio. Con compiti difensivi in linea di massima si riesce ancora ad avere un giusto compromesso tra le due fasi - Centrocampista laterale/sostenere: Se si sceglie di impostare un centrocampista laterale lo si può fare solo nella posizione CD/CS. A prescindere dal compito, bisogna prevedere una impostazione difensiva appropriata in quanto dietro al ruolo rimarrà comunque molto spazio. Con compiti di supporto si comincia già a privilegiare la parte offensiva rispetto alla parte difensiva, quindi bisogna già cominciare a rivedere tutta la squadra per riuscire a coprire eventuali spazi che il giocatore andrà a lasciare. Ideale utilizzarlo con linee difensive piuttosto alte - Centrocampista laterale/attaccare: Se si sceglie di impostare un centrocampista laterale lo si può fare solo nella posizione CD/CS. A prescindere dal compito, bisogna prevedere una impostazione difensiva appropriata in quanto dietro al ruolo rimarrà comunque molto spazio. Con compiti di attacco si privilegerà di molto la fase offensiva quindi va ovviamente pianificata una copertura della fascia, magari con un mediano a coprire lo spazio. Ideale utilizzarlo con linee difensive piuttosto alte. - Ala che pressa/difendere: Se si sceglie di impostare un centrocampista laterale lo si può fare solo nella posizione CD/CS. A prescindere dal compito, bisogna prevedere una impostazione difensiva appropriata in quanto dietro al ruolo rimarrà comunque molto spazio. Questo ruolo va assegnato unicamente con tattiche che fanno del grande pressing la loro peculiarità altrimenti si creeranno enormi voragini da coprire dietro all'ala tornante. E' un compito che ho inserito ma che sconsiglio comunque caldamente perché, nonostante si possa settare come unico uomo di fascia, è un ruolo che compromette altre certezze e per ottenere una tattica vincente si devono correre rischi che non è il caso di assumersi. Ruolo che consiglio di settare solo ai più esperti - Ala che pressa/sostenere: Se si sceglie di impostare un centrocampista laterale lo si può fare solo nella posizione CD/CS. A prescindere dal compito, bisogna prevedere una impostazione difensiva appropriata in quanto dietro al ruolo rimarrà comunque molto spazio. Questo ruolo va assegnato unicamente con tattiche che fanno del grande pressing la loro peculiarità altrimenti si creeranno enormi voragini da coprire dietro all'ala tornante. E' un compito che ho inserito ma che sconsiglio comunque caldamente perché, nonostante si possa settare come unico uomo di fascia, è un ruolo che compromette altre certezze e per ottenere una tattica vincente si devono correre rischi che non è il caso di assumersi, a maggior ragione che si tratta di un ruolo ancora più offensivo che se assegnato con compiti di difesa. E' un ruolo che consiglio di settare solo ai più esperti GIOCARE CON DUE GIOCATORI IN FASCIA Andiamo invece ora a spiegare i giusti settaggi da tenere in considerazione quando si gioca con due uomini in fascia. Mentre nel caso dell'unico giocatore largo bisognava propendere per un calciatore abile in entrambe le fasi, se si utilizzano due calciatori di fascia possiamo permetterci ovviamente il lusso di tenere due calciatori che sappiano fare anche solo una delle due fasi. Andiamo ad analizzare ora i vari settaggi, in base ai movimenti che vogliamo far fare alla nostra coppia laterale: CASO 1 GIOCATORE ARRETRATO DIFENSIVO A COPERTURA DEL GIOCATORE AVANZATO OFFENSIVO Ecco un set di combinazioni nelle quali il terzino DD/DS coprirà le avanzate offensive dell'ala CD/CS, aiutando comunque il centrocampo a non rimanere in inferiorità numerica. Non consiglio mai, a meno che stiamo difendendo strenuamente il risultato, di utilizzare un terzino/difendere o un terzino bloccato/difendere, in quanto lascerebbero l'altro uomo laterale molto solo, senza creare una vera e propria catena. - Terzino/sostenere + Centrocampista laterale/attaccare - Terzino/sostenere + ala/attaccare - Terzino/sostenere + Trovaspazi/attaccare o attaccante esterno/ sostenere o attaccare (unico caso possibile con l'uomo più avanzato in posizione di TD/TS) CASO 2 GIOCO DELLE SOVRAPPOSIZIONI Ecco un set di combinazioni nelle quali il terzino DD/DS si sovrapporrà all'ala CD/CS che rimarrà in posizione, terrà il pallone o taglierà dentro, per liberare lo spazio alla sovrapposizione del terzino. Bisogna fare attenzione a non settare mai il CD/CS con compiti di attacco come si potrebbe erroneamente pensare. La scelta più sbagliata possibile come ad esempio terzino fluidificante/attaccare + ala/attaccare porterebbe i due giocatori a pestarsi i piedi, occupare le stesse zone, farsi marcare in due da un solo uomo. Andiamo quindi a vedere le corrette combinazioni per ottenere un efficace gioco delle sovrapposizioni, che, ricordiamo, non richiedono ritmi troppo frenetici per poter essere efficaci. - Terzino/attaccare + Centrocampista laterale/difendere - Terzino/attaccare + Centrocampista laterale/sostenere - Terzino/attaccare + Ala che pressa/difendere - Terzino/attaccare + Ala che pressa/sostenere - Terzino/attaccare + Fulcro del gioco esterno/sostenere (unico caso possibile con l'uomo più avanzato in posizione di TD/TS) - Terzino/attaccare + Centrocampista laterale/difendere - Terzino/attaccare + Regista largo/sostenere - Terzino fluidificante/attaccare + Centrocampista laterale/difendere - Terzino fluidificante/attaccare + Centrocampista laterale/sostenere - Terzino fluidificante/attaccare + Ala che pressa/difendere - Terzino fluidificante/attaccare + Ala che pressa/sostenere - Terzino fluidificante/attaccare + Fulcro del gioco esterno/sostenere (unico caso possibile con l'uomo più avanzato in posizione di TD/TS) - Terzino fluidificante/attaccare + Centrocampista laterale/difendere - Terzino fluidificante/attaccare + Regista largo/sostenere - Esterno completo/attaccare + Centrocampista laterale/difendere - Esterno completo/attaccare + Centrocampista laterale/sostenere - Esterno completo/attaccare + Ala che pressa/difendere - Esterno completo/attaccare + Ala che pressa/sostenere - Esterno completo/attaccare + Fulcro del gioco esterno/sostenere (unico caso possibile con l'uomo più avanzato in posizione di TD/TS) - Esterno completo/attaccare + Centrocampista laterale/difendere - Esterno completo/attaccare + Regista largo/sostenere CASO 3 GIOCO DELLE SOVRAPPOSIZIONI OFFENSIVO (CASO SPECIFICO) Esiste una variante tattica più offensiva che combina sia il caso 1 che il caso 2, creando una sorta di miscela tra i due casi. E' normale che in questo l'ala CD/CS debba giocare in una zona del campo leggermente diversa rispetto al terzino DS/DD (andare quindi nell'impostazione individuale e settare la libertà di movimento all'ala per fargli abbandonare la sua posizione e trovare una zona di campo diversa dove poter essere efficace, oppure nell'impostazione individuale del terzino e settare di giocare più stretto, in questo modo vedremo che l'ala avrà di default il gioca più largo e il terzino il gioca più stretto, in modo da non far battere ai due ruoli le stesse zone di campo e pestarsi quindi vicendevolmente i piedi) Il caso 3 vorrà quindi questa combinazione: - Terzino/attaccare + Ala/sostenere CASO 4 TAGLIO DELL'ESTERNO PER LIBERARE LO SPAZIO PER IL TERZINO Nel caso 4 prenderemo in considerazione le posizioni TD/TS per l'uomo offensivo, che taglierà verso il centro cercando di portarsi appresso il terzino avversario, liberando così spazio in fascia per l'avanzata del nostro terzino Ecco alcune combinazioni possibili: - Terzino/attaccare + Regista avanzato/sostenere - Terzino/attaccare + Regista avanzato/attaccare - Terzino/attaccare + Seconda punta/sostenere - Terzino/attaccare + Seconda punta/attaccare - Terzino/attaccare + Trovaspazi/attaccare (non si verifica un vero e proprio gioco di coppia ma è una combinazione che potrebbe funzionare, anche se selezionando un trovaspazi consiglio caldamente di utilizzare il caso 1) - Terzino fluidificante/sostenere + Regista avanzato/sostenere - Terzino fluidificante/sostenere + Regista avanzato/attaccare - Terzino fluidificante/sostenere + Seconda punta/sostenere - Terzino fluidificante/sostenere + Seconda punta/attaccare - Terzino fluidificante/sostenere + Trovaspazi/attaccare (non si verifica un vero e proprio gioco di coppia ma è una combinazione che potrebbe funzionare, anche se selezionando un trovaspazi consiglio caldamente di utilizzare il caso 1) - Terzino fluidificante/attaccare + Regista avanzato/sostenere - Terzino fluidificante/attaccare + Regista avanzato/attaccare - Terzino fluidificante/attaccare + Seconda punta/sostenere - Terzino fluidificante/attaccare + Seconda punta/attaccare - Terzino fluidificante/attaccare + Trovaspazi/attaccare (non si verifica un vero e proprio gioco di coppia ma è una combinazione che potrebbe funzionare, anche se selezionando un trovaspazi consiglio caldamente di utilizzare il caso 1) Il gioco delle coppie funziona molto meglio se selezioniamo i due ruoli con compiti opposti ovvero DD/DS sostenere e TD/TS attaccare oppure DD/DS attaccare e TD/TS sostenere. Nel secondo caso, se si scegliesse una seconda punta o un regista avanzato a sostenere, è fondamentale che lo spazio che si viene a creare venga sfruttato dal terzino, quindi sarebbe un'ottima scelta dargli compiti di attacco. I movimenti simbiotici funzionano comunque anche se settiamo entrambi i ruoli con compiti di sostegno oppure di attacco, però alternarli crea sempre un equilibrio e un'imprevedibilità non da meno. Ricordiamoci che il caso DD/DS sostenere e TD/TS attaccare richiede ritmi più veloci rispetto a DD/DS attaccare e TD/TS sostenere, che richiedono ritmi più lenti. CASO 5 TAGLIO DELL'ESTERNO PER LIBERARE LO SPAZIO PER IL TERZINO CON ESTERNO COMPLETO Il caso 5 è l'evoluzione del caso 4, con la differenza che nel ruolo di terzino useremo un esterno completo. Questa situazione verrà trattata a parte perché l'uso dell'esterno completo, ruolo piuttosto offensivo, richiede un centrocampo che ne copra le avanzate, quindi dobbiamo necessariamente pensare ad un centrocampo che pensi molto più a coprire piuttosto che ad offendere. Andiamo a vedere il caso specifico: - Esterno completo/sostenere + Regista avanzato/sostenere - Esterno completo/sostenere + Regista avanzato/attaccare - Esterno completo/sostenere + Seconda punta/sostenere - Esterno completo/sostenere + Seconda punta/attaccare - Esterno completo/sostenere + Trovaspazi/attaccare (non si verifica un vero e proprio gioco di coppia ma è una combinazione che potrebbe funzionare, anche se selezionando un trovaspazi consiglio caldamente di utilizzare il caso 1) - Esterno completo/attaccare + Regista avanzato/sostenere - Esterno completo/attaccare + Regista avanzato/attaccare - Esterno completo/attaccare + Seconda punta/sostenere - Esterno completo/attaccare + Seconda punta/attaccare - Esterno completo/attaccare + Trovaspazi/attaccare (non si verifica un vero e proprio gioco di coppia ma è una combinazione che potrebbe funzionare, anche se selezionando un trovaspazi consiglio caldamente di utilizzare il caso 1) Concludo l'appendice soffermandomi sul ruolo di esterno invertito/sostenere che, come avrete notato, non viene mai menzionato. Questo perché è un ruolo atipico in quanto si comporta come un normale laterale ma, anziché rimanere in fascia e puntare a fare male all'avversario tramite cross, cerca di inserirsi centralmente, andando ad occupare una posizione centrale, e cerca di mandare in porta i compagni mediante passaggi filtranti. E' un ruolo particolarmente utile per congestionare il possesso al centro e per liberare i propri centrocampisti con attitudine di muoversi senza palla. Per usare questo ruolo, consiglio di sapere bene come impostare i giocatori accanto a lui in quanto è un ruolo che ripone la sua efficacia nei movimenti senza palla di chi gli sta intorno. Proprio per questo, essendo un calciatore che gioca per lo più centralmente pur partendo largo, non è un giocatore idoneo a creare gioco esterno, per questo è stato volutamente escluso da questa appendice dato che non è un ruolo molto utile nell'economia delle catene laterali.
  3. Vuelvo al Sur

    disclaimer: dopo la TREMENDA fine dell'avventura di Southend ho preso una pausa di riflessione, durante la quale mi sono costretto a non aprire FM, non seguire la sezione, fare altro. Poi ho smesso e sono tornato a casa. ...o un po' più giù.
  4. Monday Bite - anno 3 - n°15 - 30.1.17

    Tutto cambia perchè nulla cambi. Il motto di fondo del Monday Bite, un po' cinico, un po' consolatorio, è sempre stato questo. Tra i lamenti per un calcio sempre meno nostalgico, i tifosi che scelgono sempre più i divani, l'odore dei fumogeni sempre più raro e le curve più divise dei palchi d'un teatro, il mondo pallonaro italiano persiste, va avanti... nonostante tutto. Qualcosa, difatti, rimane sempre, stoicamente, quasi per tradizione. C’è sempre una storia da raccontare, alla fine di ogni domenica, o almeno un modo per incazzarsi: un fuorigioco, un tiro ciccato o il gol del difensore avversario, che avevi contro, proprio quel giorno, al Fantacalcio. Tanto, forse troppo, è già cambiato: non esiste più il goal-non goal, come non esiste più la privacy dello spogliatoio, perchè tutto è oramai social: spiattellato, sputtanato, senza censure. Meglio così, da un lato, perchè immaginare un universo in cui le notizie sono solo stampate, ad ore e ore di distanza, ci fa sentire l’aria mancare, ma peggio per noi, che un giorno non avremo più un nonno, uno zio, un parente che ci ricorderà di “quando le maglie erano pesantissime”, quando ovunque “ci temevano tutti”, o l’unico modo per conoscere a menadito i nomi dei propri beniamini era attaccarsi ad una radio gracchiante, rigorosamente alle 15 del giorno santo. Dove andremo a finire? Non lo so, forse non lo voglio sapere. Nel frattempo, al di là di tifo e simpatie o antipatie, mi “consola”, quasi masochisticamente, il pensiero che, a distanza di tre anni dal primo numero, sia rimasta costante la definizione di calcio italiano: “quel gioco in cui 22 persone corrono dietro ad un pallone e alla fine vince la Juventus”. Anche questo è essere tradizionalisti. Dopo tre anni e decine, decine, decine di Lunedì passati insieme, il lavoro mi costringe a lasciare questo piacevole impegno di inizio settimana. Grazie a tutti quelli che hanno avuto la pazienza di leggere i "deliri calcistici" di un appassionato di 25 anni, innamorato, come Voi, di questo mondo. @LolloViola per FM.it
  5. Il nostro Calcio

    bentornato! Per le immagini devi postare il Direct link che termina col formato, il forum le trasformerà automaticamente, riconoscendolo
  6. Nel nome del padre

    Ti seguo.. benvenuto in sezione
  7. Vuelvo al Sur

    ti ringrazio! Speriamo che anche la prossima sia una stagione di successo, ora che il livello sale Diciamo che noi abbiamo sfruttato la superiorità tecnica e il Foggia, fin quando ha retto, è stato un ostacolo non da poco. Poi noi ci siamo rinforzati a Gennaio e abbiamo tenuto il passo dei primi mesi, loro sono scoppiati e hanno raccolto poco o nulla nel finale. Per quanto riguarda il Livorno, so dirti solo che hanno stravinto il loro girone di Lega, ma in tutti gli scontri non mi hanno mai impressionato, anzi, si sono dimostrati remissivi e molto poco propositivi... ci ha messo molto più in difficoltà il Modena nel gironcino finale! Molina su tutti, soprattutto per costanza. Paolucci ha avuto qualche momento di "furore agonistico" ed altri di "anonimato"... Stagione 2 - 2017/2018 Catania La nuova stagione parte sotto i migliori auspici: la dirigenza offre il rinnovo biennale che firmo senza pensarci su, soprattutto perchè accettano di considerare qualsiasi richiesta io faccia e mi sbilancio sulla richiesta di un aumento del monte ingaggi, che viene prontamente concesso, e sull’ampliamento dello staff tecnico e scouting, che vengono, così, migliorati e aggiornati secondo le nuove necessità. Contrariamente a quanto pensassi, veniamo dati dai bookmakers al 6° posto, per cui le aspettative non sono certo di una salvezza tranquilla, ma, anzi, qualcosa in più: si prevede un campionato molto agguerrito, soprattutto al vertice. Di conseguenza, abbiamo l’opportunità di alzare l’asticella degli obiettivi sino alla lotta per la promozione, ma meglio mantenerci il più in basso possibile, nonostante il pensiero di lottare ai piani alti ci sia, ovviamente, sin da subito, come testimoniato dal premio, decisamente alto, di 2 milioni. Ma prima di andare a vedere come ci siamo mossi sul mercato, una notizia molto, ma molto importante: i primi due innesti per la prossima stagione si chiamano entrambi Fabiàn, ma di cognome fanno Rinaudo e Monzòn. Entrambi tornano a giocare al Massimino dopo un anno in prestito in Sudamerica, decurtandosi enormemente lo stipendio, ma non è stato per niente semplice riportarli all’ovile: le trattative per far rinnovare loro il contratto precedente, rispettivamente da 450k e 700k l’anno, in scadenza a Giugno 2017, sono cominciate appena ottenuta la promozione, ma entrambi rifiutavano a causa del tetto massimo di 300k/anno imposto per la serie B. Per il terzino, inoltre, l’Universidad de Chile aveva anche offerto la cifra pattuita per il riscatto, ma le trattative sono naufragate dopo l’offerta del contratto. Passati i giorni e avvicinatasi la fine di Giugno i procuratori, in assenza di altre offerte, hanno aperto al dialogo e, con entrambi, al secondo tentativo, infarcendo il contratto di premi relativi al piazzamento finale del prossimo campionato, siamo riusciti a strappare la firma: Fabiàn Rinaudo firma per un anno con rinnovo automatico in caso di salvezza, mentre Monzòn accetta un biennale. Trasferimenti in Uscita Con il ritorno del capitano e del terzino le strategie di mercato, naturalmente, si adattano sulla base delle nuove necessità. Com’era prevedibile, innanzitutto, il primo obiettivo è sfoltire la rosa di giocatori in esubero o ritenuti inadatti; larga parte di questi ultimi viene lasciata libera a fine contratto, ma riusciamo anche a raggranellare una cifra decisamente discreta - quasi 3 milioni di euro - con la cessione dei cartellini: tra tutte, la cessione più remunerativa è quella di Scoppa, che va al Lens per 700k. Va via anche Djordjevic, per 575k al Wil, dopo esser diventato la terza scelta nel ruolo di terzino sinistro, ma le partenze più dolorose per i tifosi sono, senza dubbio, le due cessioni in direzione Avellino di Celestino e Paolucci, per un totale di 750k; entrambi hanno disputato una superba stagione in C, soprattutto l’attaccante, ma difficilmente credo che si sarebbero ripetuti ed abbiamo trovato di meglio nel loro ruolo. Salutano anche i due portieri, Dossena e Viitala, che partono per gli USA e la Turchia. Merita una menzione la vicenda che ha coinvolto Manu Molina: l’MVP della scorsa stagione, a mercato appena iniziato, viene richiesto dal Konyaspor, che arriva ad offrire fino a 3 milioni cash ed una percentuale sulla futura rivendita; accetto, inizialmente, pregustando l’enorme plusvalenza per un giocatore arrivato a 0, ma poi, temendo l’enorme impatto della cessione sulle dinamiche di squadra e sull’umore dei tifosi, non solo annullo l’affare in dirittura d’arrivo, ma poi rinnovo il contratto dello spagnolo fino al 2019. Trasferimenti in Entrata Oltre a Rinaudo e Monzòn, sono 16 i volti nuovi al centro sportivo di Torre del Grifo; di questi, la metà sono giovani che vanno in primavera, ad eccezione del nuovo numero 12, Pirelli. Tra loro, meritano una citazione le ali Cipolla e Krasniqi e gli attaccanti Soleri e Versteeg. Di seguito, invece, gli acquisti per la prima squadra: Enrico Guarna - dal Bari - p. 0 Un solo obiettivo avevamo per difendere i pali e l’abbiamo portato a casa: Guarna, il cui contratto col Bari scadeva a Giugno, ha giocato l’ultima stagione al Foggia, terminando l’annata con l’invidiabile ruolino di 28 gol subiti in 40 incontri, risultato imbattuto per ben 21 volte. Titolarissimo. Ramzi Aya - dalla Fidelis Andria - p. 0 Primo acquisto portato a termine in ordine cronologico, il difensore italo-tunisino di scuola Fiorentina accetta un contratto decisamente basso e lo status di riserva, nonostante i suoi valori siano decisamente adatti al campionato cadetto. Luka Krajnc - dalla Sampdoria - p. 0 Chi, invece, si candida da subito ad un posto da titolare è Krajnc, titolare della nazionale slovena e proveniente da una stagione con 27 presenze in A tra le fila dei blucerchiati. Grandi margini di miglioramento per lui. Pape Paye - dal Lorient - p. 0 Terzino destro francese, ma di origini senegalesi e nel pieno della carriera, con valori ottimi per la categoria, avendo appena disputato la Ligue One. Strappa un contratto importante, al massimo annuale consentito, e sarà ovviamente il titolare a destra, dirimpettaio di Monzòn. Vajebah Sakor - dalla Juventus - p. 0 Esattamente un anno fa avevamo cercato di portarlo a Catania in prestito, ma aveva preferito la massima serie norvegese. Una volta svincolato, però, il giovane centrale di centrocampo, classe 1996, accetta la nostra corte e si candida ad occupare un ruolo di primo piano nel nostro scacchiere: ripongo tanta fiducia nella sua crescita. Joao Mendes - dall’Oliveirense - 10k Altro giocatore per la mediana, classe ’94, più votato alla tecnica, ma anche maggiormente bisognoso di abituarsi al nostro calcio, nonostante le abilità mentali siano già molto sviluppate. Accetta lo status di riserva, ma spero di dargli più di un’occasione tra i titolari. Paulinho - dal Gil Vicente - p. 0 Anch’egli proveniente dal Portogallo, Paulinho, nonostante la giovane età, ha già accumulato 176 presenze tra la prima e la seconda divisione lusitana. Preso per alternarsi nel ruolo di attaccante esterno destro, soprattutto per il suo essere mancino naturale. Adryan - dal Flamengo - 210k + rate e premi fino a 475k L’acquisto più costoso del nostro calciomercato, nonchè l’unico che ha richiesto un esborso a tre cifre, è una scommessa che, nello spogliatoio sudamericano del Massimino, promette scintille. Adryan è una promessa del calcio verdeoro che ha già provato, senza successo, l’avventura europea con Cagliari, Leeds e Nantes, finendo poi, sempre, nella squadra che lo ha cresciuto. Stavolta lascia il Brasile a titolo definitivo e speriamo che, finalmente, possa trasformarsi in fuoco e non far solo fumo. Ricardo Barros - dal Cova Piedade - p. 0 Infine, a giocarsi il posto al centro dell’attacco, arriva un altro portoghese, più completo tecnicamente del gigante Pekhart e più esperto del giovanissimo Pierini, con cui si alternerà lungo l’anno. Carriera da 211 presenze e 67 gol, di cui 37 nelle ultime stagioni, e l’obiettivo di non far rimpiangere la dolorosa cessione di Paolucci. A dimostrazione dell’inutilità che avrebbero avuto i soldi dell’affare-Molina c’è il saldo enormemente positivo con cui si chiude il nostro mercato: tutti i giocatori in entrata sono arrivati a 0, fatta eccezione per Adryan e il piccolissimo contributo per Joao Mendes. Arriviamo all’inizio della stagione con uno spaventoso attivo di 2,7 milioni, che lasciano in cassa quasi 2 milioni per gli acquisti e un’eccedenza di 1.1 milioni sul tetto ingaggi. Infine, una curiosità sulle spese pazze nel resto del mondo calcistico…
  8. Vote your Story - Top Gennaio 2017

    1) @Sloth 2) @THEGLADIATOR 3) @SoNy
  9. Màs que Fùtbol

    per ora siamo in A... e questo conta!
  10. Risanare il bilancio

    sposto nella sezione appropriata
  11. Il Re del Nord

    Mavretic è un ottimo acquisto, ce l'ho nella lista dei wonderkids... fammi sapere come si comporta! Secondo me può fare molto bene a queste latitudini!
  12. [TOP FM.it Story] Like a rolling stone

    ...l'avevo detto io!
  13. Arriveremo in Champions League...

    Gilberto è molto più forte in FM che nella realtà Abbiamo un margine importante sulla zona calda!
  14. [TOP FM.it Story] Romania mia, Romania in fiore...

    è la prima volta che vedo un infortunio del genere... colpa tua che non l'hai vaccinato prima! In ogni caso, campionato annichilito come al solito, ma lo 0-4 del Louis II è da applausi: io dico che il Bilbao ci lascia le penne... (ma quanto è forte il messicano 18enne???)
  15. Dove osano i pinguini

    media punti/partita impressionante. Rozzio gran colpo, anche se va assolutamente allenato sulla velocità!
  16. Di Muller conosco solo lo yogurt

    Al netto delle difficoltà, dei (soliti) infortuni e di qualche "negativo" di troppo... direi che non possiamo lamentarci! Classifica, comunque, molto corta!
  17. Màs que Fùtbol

    finale thrilling contro due squadre che sembrano averne fisicamente più di noi. Assurda sconfitta con le Rondinelle che sono ampiamente in vacanza... ma io dico che finiremo primi!
  18. Nessuno è profeta in patria...

    Grafico della posizione in campionato... encefalogramma piatto!
  19. [ TOP FM.it Story ] Ich Bin Frankfurter!

    tutt'a un tratto sembriamo aver trovato la continuità che è sempre stata la nostra più grande lacuna... ma considerati i nomi dei "competitors" non c'è da star tranquilli
  20. Vuelvo al Sur

    Grazie a tutti, ragazzi Non abbiamo fatto alcunché di straordinario, poiché la forza della rosa ci permetteva di surclassare 3/4 di campionato. Anzi, col senno di poi, senza la penalizzazione sarebbe stata una stagione parecchio monotona... ma adesso, per fortuna, il livello sale e il progetto continua: obiettivo A in 2 anni! Vuelvo al Sur - Stagione 16/17 Resoconto Stagionale 2016/2017 I numeri con cui si conclude la nostra classifica testimoniano un’annata spettacolare, in cui tanto, se non tutto, è stato grazie allo strapotere tecnico di una squadra a cui la serie C stava decisamente troppo stretta. 84 punti in classifica che, senza la penalizzazione, sarebbero 91, frutto di 28 vittorie su 38 incontri ed il miglior attacco del torneo. Il Foggia ha palesemente pagato uno sprint iniziale mostruoso, finendo per sciogliersi, alla lunga, quando sono mancati gli interpreti nei ruoli chiave per infortunio. Retrocede direttamente l’Akragas, nostra affiliata, mentre il Lecce, dato sul podio, ad inizio anno, dai bookmakers, riesce nell’impresa di non rientrare neanche in zona playoff. A conferma delle ottime basi già gettate per la B che ci aspetta, l’affermazione anche nel minitorneo finale, la cosiddetta “Supercoppa di Lega Pro”, ex “poule scudetto”, contro Livorno e Modena, vincenti nei gironi A e B, che ci permette di sollevare il trofeo ed affermarci come miglior squadra della ex serie C italiana, oltre a coronare l'annata con il triplete "minore" del professionismo italiano. Per quanto riguarda, invece, i playoff, la squadra che si unisce alle vincitrici dei gironi e sale in cadetteria è, a sorpresa, la FeralpiSalò, che batte in finale l’Alessandria. Il Foggia, dopo il tremendo calo di fine anno, non riesce a risollevarsi e lascia ai Quarti di Finale, mentre sorprende il Parma, che esce mestamente al Primo Turno. Statistiche di Squadra Tra le statistiche complessive di squadra è ancor più evidente come la tecnica sia stata alla base del nostro successo, con il 77% di passaggi completati, il 74% di contrasti vinti e solo l’1% di errori decisivi; molto alta, quasi al 50%, la percentuale di tiri indirizzati verso lo specchio della porta rispetto al numero complessivo di conclusioni tentate. Statistiche Individuali MVP stagionale, senza dubbio alcuno, Manu Molina. Lo spagnolo, schierato come centrocampista di centrocampo ad attaccare nel nostro 4-3-3, vince le classifiche di preferenza dei tifosi e termina la stagione con 7,37 di media voto, 13 gol e 14 assist in 41 presenze complessive tra campionato e coppa, che gli permettono di essere eletto Giocatore dell’Anno. In una parola: indispensabile. Analizzando le statistiche individuali è facile individuare chi sono stati i maggiori artefici di quest’annata più che positiva: media voto al top per Bocaly, Molina e Paolucci, quest’ultimo autore di 24 marcature, frutto di alcuni periodi “di grazia” in cui ha trascinato la squadra quasi da solo. Ottima la resa dei titolari difensivi, tutti sul 7, mentre, a centrocampo, oltre al già citato Molina, buona stagione anche per Celestino e la loro prima riserva, Dogan, autore di gol e assists pesantissimi, quasi sempre a partita in corso. In attacco, con bomber Paolucci, gran lavoro per Russotto e Calil, che hanno portato 21 gol e 11 assist complessivi. Qualche piccola delusione, qua e là, comunque, c’è: oltre a capitan Biagianti, che non è stato in grado di reggere il confronto, dentro e fuori dal campo, con i suoi compagni giù giovani, le grandi speranze che nutrivamo in Federico Chiesa sono state tradite da qualche infortunio di troppo nella prima metà di stagione, ma sia lui che gli altri giovani sono enormemente cresciuti e, quindi, meritevoli di conferma.
  21. apri il file .config del pack in questione con editor di testo (es. blocco note) e correggilo manualmente, allora! ti basta trovare l'ID del Valencia e correggere la riga di testo corrispondente, magari c'è stato un errore di compilazione
  22. Vuelvo al Sur

    Vuelvo al Sur - Stagione 16/17 Lega Pro - Girone C Derby col Siracusa di importanza capitale. Loro sono quasi certi di un posto d’alta classifica, noi siamo a un passo dalla promozione diretta. Dentro tutti i titolarissimi, eccetto Russotto e Dossena infortunati: al loro posto Orsolini e Viitala. Gli ospiti rispondono con un 4-3-3 a due mediani, molto più votato alla difesa e al contropiede. La nostra maggior voglia e necessità di far risultato è palese e ci proiettiamo, sin da subito, nella trequarti avversaria, ma Paolucci sembra ben ingabbiato. Il loro portiere si esalta, poi, su un piazzato di Molina. Al 20’, però, il nostro todocampista spagnolo trova il pertugio giusto per armare il destro di Orsolini, che abbatte la porta e ci manda in paradiso. Da lì in poi amministriamo facilmente, sia per il vantaggio che per le notizie che arrivano da Foggia, dove la nostra contendente si sta arrendendo dinanzi al Cosenza, che, finalmente, ci sta facendo un regalo. Al 67’, poi, Molina, trova la rete sull’ennesimo calcio di punizione perfettamente eseguito, che vale il 12esimo gol in stagione: un’enormità, per un centrale di centrocampo. Il triplice fischio sulla nostra stagione non è più un miraggio: siamo matematicamente primi, con +9 sul secondo posto, che, virtualmente, sarebbe un roboante +16, a testimonianza di un’annata finita in maniera spettacolare, nonostante un’ultima giornata in cui, con la testa meritatamente altrove e tutte le riserve in campo, cadiamo a Monopoli e interrompiamo la striscia di 30 risultati utili consecutivi tra campionato e coppa, che vale il nuovo record societario. Grazie a tutti, ragazzi! E ora puntiamo al triplete nella poule finale! Probabile che fosse così, anche se non ne sono sicuro!
  23. Ho provato a ripetere la ricerca qui: https://community.sigames.com/search/ inserendo come parole chiave "expired contract" e continuano ad apparire solo post (almeno per quanto riguarda FM17) relativi alla brexit e alle nuove regole UK. A questo punto ti consiglio di postare lì!
  24. [TOP FM.it Story] Dal Giappone con furore...

    la vittoria di Zagabria è stato il fulmine a ciel sereno della nostra stagione... mentre in Africa siamo un rullo compressore!
  25. invece regge eccome per quanto le differenze possano sembrare minime, basta una singola modifica - un esempio a caso: la gestione del rinvio del portiere da un Match Engine all'altro - a comportare svariate righe di codice diverso. Moltiplica il tutto per le centinaia (se non migliaia) di modifiche che vengono apportate ogni anno, alcune più visibili (come il ME) altre meno (come le regole dei campionati che non utilizziamo)... e ti renderai conto che è come se parlassimo di giochi diversi. A mio parere, sarebbe già un ottimo risultato poter apportare ad una carriera in corso delle modifiche di database, come quelle dei vari NoFake che si trovano in rete. La somiglianza che hanno le edizioni del gioco consecutive tra loro è resa tale poiché si tratta di un gioco a cadenza annuale, sia per discorsi di marketing (implementare tutto e subito sarebbe controproducente per le future edizioni) sia per permettere agli utenti di familiarizzare con quegli 1-2 cambiamenti radicali che vengono fatti negli anni (es. tattiche, allenamenti), ma la SI ha sempre dichiarato (ed alcune di queste notizie le puoi trovare nelle interviste che noi stessi abbiamo fatto a Miles Jacobson) che le implementazioni vengono studiate per anni e "diluite" nel corso delle edizioni proprio per questi due motivi. Anzi, ti dirò di più: se una cosa del genere, tra non so quanto, potrà esser resa possibile, allora vorrà davvero dire che da un FM all'altro non sarà cambiato niente e ci passerà definitivamente la voglia di comprarlo ogni anno!